Home » 5. STORIA, POLITICA ITALIANA, GEOPOLITICA » POLITICA ITALIANA » FASI STORICHE della politica italiana » ciclo politico 2013- » Claudio Petruccioli, Per mesi abbiamo sentito la litania secondo cui, col voto, sarebbe “tornata la politica”: ecco, è tornata, e vediamo tutti in che condizioni …

Claudio Petruccioli, Per mesi abbiamo sentito la litania secondo cui, col voto, sarebbe “tornata la politica”: ecco, è tornata, e vediamo tutti in che condizioni …

1 – Per mesi abbiamo sentito la litania secondo cui, col voto, sarebbe “tornata la politica”: ecco, è tornata, e vediamo tutti in che condizioni. Né poteva essere diversamente. A novembre del 2011 i due maggiori player lasciarono il campo al governo tecnico del Presidente e del Senatore Monti. Lo fecero non per generosità – come poi si è favoleggiato – ma perché non c’erano alternative. Berlusconi non ce la faceva più a governare; Bersani non se la sentiva di caricarsi immediatamente (in un’Europa dominata ancora dal duo Merkel-Sarkozy) di un onere tanto pesante.

Da allora la situazione è peggiorata; e molto. Il residuo tempo della legislatura doveva servire per cambiare una legge elettorale indecente, per varare qualche riforma che rendesse la politica stessa un po’ meno irritante e dissipatrice; non è stato fatto assolutamente nulla.

Per di più, la campagna elettorale ha confinato nel dimenticatoio due punti essenziali: la necessità di fare i conti con la crisi, e la volontà di farlo con l’Europa.

Con queste premesse, era inevitabile che la “politica che torna” fosse  peggiore di 15 mesi fa. Come è, sotto gli occhi di tutti.

2 – E’ finito il bipolarismo che ha preso corpo venti anni fa e che – con qualche variante – ha dominato la scena fino ad oggi. Non reggono più, non hanno più forza ordinatrice e ancor meno espansiva, i due fattori che hanno dato consistenza e impronta ai due raggruppamenti: a destra la persona, le risorse, le capacità di Silvio Berlusconi; a sinistra la robustezza e l’esperienza di un apparato derivato dal Pci, depositario di una concezione, di una pratica, di una cultura politica figlie di un altro tempo. Tuttavia, la destra sembra non sopravvivere senza Berlusconi; e la sinistra rimane stretta a quell’apparato che le impedisce di rinnovarsi.

Il rifiuto di questo immobilismo, sempre più sterile, è cresciuto in modo clamoroso. Le due liste nuove, diversissime fra loro sotto ogni punto di vista – M5S e Lista Monti – hanno accumulato il 36% dei voti validi; per la sola ragione di essere diverse dai due poli ventennali.

Da questa novità, tuttavia, non viene alcuna indicazione per un assetto più solido e produttivo al sistema. In particolare M5S, il primo partito alla Camera con oltre un quarto dei suffragi, respinge alleanze con altre forze presenti in Parlamento e sostegni a qualsivoglia governo. Gli altri escludono ogni collaborazione fra loro, anche per il timore di concedere altro vantaggio a Grillo e ai suoi. L’esito prevedibile è la paralisi.

segue qui   La politica che torna – qdR magazine.


Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Scorri la rete analitica dei Temi

Archivio cronologico

Scrivi il tuo indirizzo Email per ricevere gli aggiornamenti. Per cancellarti clicca sull’apposito link che si trova in fondo a ciascuna Newsletter

Unisciti agli altri 1.687 follower

Follow POLITICHE SOCIALI e SERVIZI on WordPress.com

PFerrario su Twitter:

Vai a Segnalo.it

Benvenuti e bentornati, Paolo Ferrario

Statistiche del Blog

  • 1,085,342 visite
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.687 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: