MEMORIE DEL PRESENTE, se ne discute ad Anghiari il 15 e 16 Aprile in un Simposio organizzato dalla Libera Università dell’Autobiografia, che avrà inizio venerdì 15 alle 14.30 in Sala Audiovisivi

Memorie del Presente

Le memorie personali e quelle collettive non solo generano apprendimento, ma anche dialoghi: se ne discute ad Anghiari  il 15 e 16 Aprile in un Simposio organizzato dalla Libera Università dell’Autobiografia, che avrà inizio venerdì 15 alle 14.30 in Sala Audiovisivi.

Fin dalla sua nascita, undici anni fa, la Libera Università dell’Autobiografia ha incentrato la sua attività attorno alla cultura della memoria, quella delle singole persone, ma anche delle comunità, dedicando quindi attenzione alla dimensione sociale delle singole storie di vita, di quelle corali di gruppi, di quelle dei territori,  riconoscendo come valore fondamentale la reciprocità  che avviene nello scambio narrativo, fatto di racconto in prima persona e di ascolto.

Negli anni si sono moltiplicati in tutta Italia gli interventi, i progetti, le azioni narrative promosse dalla LUA che hanno coinvolto cittadini, gruppi, realtà locali in una pratica di protagonismo e di contaminazione sociale.

Una pratica consolidata, quella della Libera Università dell’Autobiografia, ma che si trova davanti a sempre nuove sfide e non può mai smettere di interrogarsi sui propri fini, le propri metodologie, gli esiti.

Il convegno vuole allora essere un momento di acquisizione e scambio di stimoli teorici, politici e metodologici multidisciplinari attorno al nodo di quale sia e possa essere, nelle nostre realtà sociali, il valore d’uso più utile, appropriato e democratico dello scambio narrativo: quello tra generazioni, quello tra generi, quello tra diverse appartenenze culturali, quello che avviene nei luoghi (città, paesi, quartieri).

In tempi di identità che tendono spesso a “barricarsi”, a definirsi “contro”, più che a desiderare il confronto e l’apertura all’altro, la narrazione e il lavoro della memoria non possono non accettare la sfida della relazione, della curiosità e dello scambio. Questo rende possibile accrescere la capacità di conoscere i territori che si abitano e di intervenire nelle dinamiche sociali per promuovere e facilitare comunicazione, solidarietà e partecipazione.

A distanza di undici anni dalla sua nascita, la Libera organizza quindi un momento di riflessione sul tema delle memorie del presente, con la presenza di studiosi provenienti da università italiane e istituzioni culturali, tra queste anche l’Archivio Diaristico Nazionale.

L’incontro, che avrà inizio venerdì 15 alle 14.30 in Sala Audiovisivi, si aprirà con un intervento di Duccio Demetrio e una riflessione sulle Politiche della memoria di Gian Bruno Ravenni, Coordinatore dell’Area Culturale della Regione Toscana. Per il sabato mattina  sono invece previsti dei lavori in gruppo sui temi del dialogo tra generi, tra generazioni, tra differenze culturale e tra paesi della memoria.

Per informazioni e iscrizioni ci si può rivolgere alla Segreteria della Libera Università dell’Autobiografia, 0575788847.

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.