MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

Home » 1) BISOGNI, DOMANDE, PROBLEMI

Category Archives: 1) BISOGNI, DOMANDE, PROBLEMI

Riforma penale: guida commentata alla legge 103/2017,  nuova opera a quattro mani di Nicola d’Angelo (magistrato) e Antonio Di Tullio D’Elisiis (avvocato), Maggioli editore – da Newslinet


Definito una guida indispensabile per il professionista che deve orientarsi tra nuovi istituti e procedure, la nuova opera a quattro mani di Nicola d’Angelo (magistrato) e Antonio Di Tullio D’Elisiis (avvocato), rappresenta un commento sistematico alle disposizioni della L. 23 giugno 2017, n.103 (G.U. n. 154 del 4 luglio 2017), recante modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all’ordinamento penitenziario.

vai a:

Sorgente: Libri. Riforma penale: guida commentata alla legge 103/2017 – Newslinet

Dossier sul decreto Vaccini (Dl 73/2017) elaborato dall’Ufficio Documentazioni e Studi dei Deputati PD, inviato da Chiara Braga e Mauro Guerra


trasmettiamo il Dossier sul decreto Vaccini (Dl 73/2017) elaborato dall’Ufficio Documentazioni e Studi dei Deputati PD, indirizzandovi anche al link del Gruppo dove potrete trovare gli interventi in Aula e i comunicati stampa più rilevanti riguardanti la materia.

Sperando di aver fatto cosa utile e gradita, vi salutiamo caramente.

Chiara Braga – Mauro Guerra

27/07/2017

Approvata la legge sui vaccini obbligatori

In questi mesi, sul tema dei vaccini, c’è stato un forte interesse dell’opinione pubblica. Purtroppo sono state diffuse anche molte notizie false, prive di qualunque fondamento scientifico, che hanno descritto i vaccini come pericolosi per la salute. Ripetiamo, notizie false. Noi però vogliamo farci carico di tutte le preoccupazioni, senza sottovalutarne nessuna, per questo le nostre scelte recepiscono le indicazioni di tutta la comunità scientifica, nazionale e internazionale. E con questa legge – grazie alla quale vengono resi obbligatori e gratuiti 10 vaccini, prima erano 4 –  vogliamo proteggere per prima cosa la salute dei nostri figli.

Perché è così importante vaccinarsi? Perché al contrario di un normale farmaco che tutela la salute del singolo, i vaccini oltre al singolo tutelano anche l’intera comunità, la c.d. immunità di gregge, e rappresentano una prevenzione di sanità pubblica.

 

Cosa prevede la legge

I vaccini obbligatori e gratuiti diventano 10 (prima erano 4) e ne vengono individuati altri quattro consigliati e raccomandati.

Nel dettaglio i vaccini obbligatori sono: l’anti-poliomielitica, l’anti-difterica, l’anti-tetanica, l’anti-epatite B, l’anti-pertosse, l’anti-Haemophilus influenzae di tipo b.

Quelli obbligatori “a tempo”, cioè solo fino al 2020, sono: l’anti-morbillo; l’anti-rosolia; l’anti-parotite; l’anti-varicella.

Quelli consigliati sono: l’anti-meningococcica B e C; l’anti-pneumococcica; l’anti-rotavirus.
Queste dieci vaccinazioni saranno realizzate attraverso due sole somministrazioni, una esavalente e una quadrivalente.

“Mono” Vaccini: Le persone potranno ricevere somministrazioni singole se già immuni da alcune malattie.

 

Viene creata un’anagrafe nazionale dei vaccini, che raccoglie dati sui soggetti che hanno effettuato la vaccinazione, su chi non può fare la vaccinazione e su eventuali effetti indesiderati.

Viene potenziato il sistema di vaccino-vigilanza attravero l’Aifa.

 

Chi riguarda

L’obbligatorietà riguarda i bambini da 0 a 16 anni

L’obbligo di vaccinazione è esteso anche ai minori stranieri non accompagnati.

 

Sanzioni

I bambini da 0 a 6 anni, se non in regola con le vaccinazioni, non possono accedere all’asilo nido, alla scuola d’infanzia e alla scuola materna.

I bambini dai 7 ai 16 anni che non abbiano fatto tutte le vaccinazioni possono essere iscritti a scuola e vaccinati successivamente, nei termini previsti dal calendario vaccinale. La mancata presentazione della documentazione fa scattare a carico dei genitori una sanzione economica da un minimo di 100 euro a un massimo di 500 euro.
Le Asl si faranno cura di segnalare le vaccinazioni mancanti.

Dall’anno scolastico 2019/2020 tra Asl e scuole ci sarà uno scambio di dati sui bambini e ragazzi, da zero a sedici anni, che non sono in regola con il nuovo obbligo vaccinale. Si dispone che, a partire dall’anno scolastico 2019/2020, i dirigenti scolastici delle scuole, i centri di formazione professionale regionale e delle scuole private non paritarie trasmettano alle Asl, entro il 1° marzo, l’elenco degli iscritti per l’anno scolastico successivo di età compresa da zero e sedici anni. A loro volta, le Asl dovranno inviare entro il 1° giugno gli elenchi completandoli con l’indicazione dei bambini e ragazzi che risultano “non in regola” con gli obblighi vaccinali. Per i servizi educativi dell’infanzia e le scuole dell’infanzia, incluse quelle private non paritarie, la mancata presentazione della documentazione comporta la decadenza dall’iscrizione.

Il diritto a non soffrire, da Charlie Gard alle cure palliative, rimando all’articolo di Andrea Catizone


vai a:

Sorgente: Il diritto a non soffrire, da Charlie Gard alle cure palliative

ASSEGNO DI RICOLLOCAZIONE: SPUNTI PER UNA NUOVA PROGETTAZIONE, di Sergio Bevilacqua, in Sviluppo Lavoro Organizzazione


Sviluppo Lavoro Organizzazione

Immagine assegno ricollocStanno arrivando i primi risultati relativi all’assegno di ricollocazione, sulle 30mila lettere inviate nella sperimentazione dell’assegno ben poche sono le risposte da parte dei destinatari. Inevitabile l’avvio dei ragionamenti sull’efficacia del dispositivo. Claudio Negro – profondo conoscitore delle politiche del lavoro lombarde – segnala alcuni punti di attenzione che sarebbe utile introdurre in tempi molto brevi. E lo stesso fa Luigi Olivieri, che ragiona tra l’altro sulla modalità di gestione della condizionalità. Se le basse adesioni al dispositivo verranno confermate, sarà necessario valutare rapidamente gli esiti e provvedere con una nuova progettazione, come d’altra parte sta accadendo con un altro dispositivo molto significativo, nell’ambito delle politiche sociali: il sostegno all’inclusione attiva.

Vorrei proporre un approccio al tema posto dall’assegno di ricollocazione che prende spunto dall’esperienza lombarda dal momento che la Regione Lombardia, anticipando la logica dell’assegno di ricollocazione, ha avviato quasi 4 anni fa un modello di politiche attive…

View original post 1.287 altre parole

Bebe Vio intervistata da Pif, a Caro Marziano – 09/06/2017. Vai al video Raiplay


Pif incontra la campionessa paralimpica più celebre d’Italia, Bebe Vio che gli racconta i momenti più difficili e quelli più importanti della sua vita. L’intervista di Pif alla meravigliosa marziana, oro paralimpico a Rio 2016, è un racconto pieno di vita, coraggio, energia ed amore.

vai a:

Sorgente: Caro Marziano – Bebe Vio – 09/06/2017 – video – RaiPlay

2017-07-25_162424

Corradina Triberio, Hikikomori: un’emergenza educativa? – libro gratuito e leggibile online, 2017


Un libro scritto da Corradina Triberio per Pianeta Pedagogia, leggibile gratuitamente.

Copertina di Giorgia Renda.

Manga disegnato da Rosario Minardi.

Prefazione
di Alessio Vitiello e Vincenzo Restuccia

Il volume “Hikikomori: un’emergenza educativa?” di Corradina Triberio, pedagogista specializzata in pedagogia clinica, sorge dalla forte predilezione dell’autrice per il fenomeno giapponese dell’Hikikomori che, negli ultimi tempi, si sta diffondendo sempre di più anche in Occidente. L’analisi dell’autrice si staglia in un filone prima d’ora poco esplorato nelle scienze pedagogiche e che trova, invece, già riscontro in discipline quali la psichiatria, la medicina e l’antropologia.
In giapponese il termine Hikikomori (引きこもり), coniato dallo psichiatra Tamaki Saito, sta a significare letteralmente “stare in disparte” (dai verbi hiku “tirare” e komoru “ritirarsi”) e potremmo definirlo in italiano al meglio col termine “autoreclusione”.
Negli anni ottanta dello scorso secolo, lo psichiatra sopracitato individuò in terra nipponica un numero crescente di casi di adolescenti che “tagliavano” tutte le comunicazioni con il mondo sociale per ritirarsi in lunghi periodi di auto-reclusione all’interno delle loro camere. Il criterio diagnostico che Saito diede per la definizione dello status della malattia fu un periodo minimo di auto-reclusione della durata di almeno sei mesi. Ciononostante, ci si è resi conto, in seguito, che il periodo di confino può protrarsi anche per svariati anni, giungendo alla piena alienazione degli individui dalla realtà. Malgrado l’autoreclusione, con l’avvento dei nuovi media, o media digitali, cioè di quei mezzi di comunicazione di massa sorti nell’era dell’informatica, i soggetti affetti da Hikikomori sperimentano vie alternative per relazionarsi con l’esterno, lungi dall’essere face-to-face, interfacciandosi con chat, con e-mail, con le realtà dei blog, dei forum e dei social network.
Sapientemente, per gli scopi relativi alla stesura dell’elaborato, la pedagogista ha dato spazio alla letteratura già in stampa, offrendo un proprio contributo di impianto pedagogico al problema di estrema rilevanza che, a parer suo, si profila come una nuova emergenza educativa.
Diviso in quattro capitoli, il volume si delinea come un armonioso dialogo interdisciplinare, talvolta valicante i confini della pedagogia, che offre numerosi spunti di riflessione e si configura fra i primi lavori italiani di scienze pedagogiche che trattano il fenomeno.

Immagini e note con fonti scritte in modo dettagliato.

leggi qui:

Sorgente: Libro gratuito Hikikomori un’emergenza educativa (1).docx – Documenti Google

La povertà in Italia, Rapporto ISTAT 13/7/2017


Rapporto ISTAT 13/7/2017
La povertà in Italia

leggi la scheda:

La povertà in Italia, Rapporto ISTAT 13/7/2017

Libretto famiglia: ecco come funzionano i nuovi voucher | in Moduli.it


Il libretto famiglia, i nuovi voucher che le persone fisiche possono utilizzare per pagare colf, badanti, giardinieri e lavoretti occasionali a 10 euro l’ora.

vai a:

Sorgente: Libretto famiglia: ecco come funzionano i nuovi voucher | Moduli.it

La catastrofe migratoria – di Guido Bertolaso, in Il Foglio 18 Luglio 2017


La catastrofe migratoria

Caos e mancanza di coordinamento. Così l’Italia e l’Europa hanno gestito in modo incredibile e paradossale gli sbarchi sulle nostre coste. Un’emergenza annunciata

18 Luglio 2017

Sorgente: La catastrofe migratoria – Il Foglio

 Tutte le tappe che hanno portato alla condanna di Massimo Bossetti per l’omicidio di Yara Gambirasio – in TPI 19 luglio 2017


Nella tarda serata di lunedì 17 luglio 2017 i giudici d’appello hanno confermato la condanna all’ergastolo per Massimo Bossetti, ritenuto colpevole dell’omicidio dell’adolescente Yara Gambirasio, risalente al 2010. La decisione è arrivata dopo 15 ore di camera di consiglio. È stata confermata quindi la sentenza di primo grado che già condannava Bossetti per omicidio volontario. […]

Sorgente: Tutte le tappe che hanno portato alla condanna di Bossetti per l’omicidio di Yara Gambirasio – TPI

su La Stampa

Confermato l’ergastolo a Bossetti: Yara l’ha uccisa lui
Ci sono volute più di 15 ore ai giudici della Corte d’Appello di Brescia per confermare la condanna all’ergastolo di Massimo Bossetti. E’ lui l’assassino di Yara Gambirasio. Gli avvocati difensori del muratore di Mapello non si arrendono: “Andiamo in Cassazione”.

Almeno 547 bambini hanno subito abusi in una chiesa in Germania. I casi riguardano adolescenti del coro della cattedrale di Ratisbona – TPI, 19 luglio 2017


Germania – Almeno 547 bambini hanno subito abusi fisici o sessuali in una chiesa tedesca. I casi, avvenuti tra il 1945 e il 1990, riguardano adolescenti del coro della cattedrale di Ratisbona. A riportarlo è un rapporto presentato dall’avvocato Ulrich Weber e divulgato dai media tedeschi.

Il rapporto finale sugli abusi commessi nel coro della cattedrale di Ratisbona tra il 1945 e il 1990 è stato presentato dall’avvocato tedesco Ulrich Weber.

Sorgente: Almeno 547 bambini hanno subito abusi in una chiesa in Germania – TPI

Come leggere i verbali di invalidità civile, 104 e 68, articolo di Giulia Ghezzi in saperesociale.com


Sapere sociale

noun_111381_ccHai tra le mani un verbale di invalidità civile recente e non sai da che parte girarlo? Hai fatto richiesta di 104 e non capisci che cosa ti hanno risposto? Stai tranquillo, è un’esperienza comune. E non dipende dal titolo di studio o dalla professione… è successo anche a me! E allora proviamo a capirci qualcosa, sia del verbale di invalidità civile che di quelli relativi alla legge 104/92 e 68/99.

View original post 1.143 altre parole

Sindacalisti pensione triplicata: i casi di Cisl, Cgil, Snals – Corriere.it


Sindacalisti pensione triplicata: l’articolo di Gian Antonio Stella rivela i casi di Cisl Cgil Snals

Sorgente: Sindacalisti pensione triplicata: i casi di Cisl Cgil Snals – Corriere.it

Percorsi di politica attiva a supporto individuale in Lombardia” per il periodo ottobre 2013 a giugno 2017, n.7/2017 della Newsletter Arifl


n.7/2017 della Newsletter Arifl dedicata ai “Percorsi di politica attiva a supporto individuale in Lombardia” per il periodo ottobre 2013 a giugno 2017.
qui la newletter:
 
La newsletter è scaricabile dal sito istituzionale www.arifl.it dove è possibile consultare anche le edizioni precedenti nella sezione “Archivio”.

numeri e proposte per l’occupazione giovanile, di Claudio Negro in Mercato del Lavoro news n.16, 2017


In allegato Mercato del Lavoro news n.16: numeri e proposte per l’occupazione giovanile:

vai a:

Osservatorio n 16

Nepal – Una ragazza di 19 anni è morta per un morso di un serpente mentre si trovava richiusa in una stalla, dove era stata obbligata a dormire in isolamento, perché aveva le mestruazioni – in CNN.com


Nepal – Una ragazza di 19 anni è morta per un morso di un serpente mentre si trovava richiusa in una stalla, dove era stata obbligata a dormire in isolamento, perché aveva le mestruazioni. La donna era sottoposta al chhaupadi, la tradizionale pratica secondo la quale le donne, considerate impure durante le mestruazioni, sono allontanate dalla famiglia per tutta la durata del ciclo e costrette a vivere in isolamento.

Sorgente: Nepali ‘menstruation hut’ ritual claims life of teenage girl – CNN.com

Luisella Battaglia, membro del comitato nazionale per la bioetica, evidenzia alcuni dei quesiti morali sulla vicenda del bambino britannico affetto da una rara e grave malattia genetica


vai a:

 

Sorgente: Da bioeticista vi spiego perché il caso di Charlie è un crudele accanimento giudiziario – TPI

Nel discorso di Boeri è evidente che c’è una confusione catastrofica fra immigrati comunitari e non; clandestini spacciati per migranti economici; rifugiati | fonte: Charly’s blog


Tempo fa avevo scritto che le parole hanno un significato ben preciso e che mischiarle finisce per creare confusione se non addirittura politiche sbagliate. Nel discorso di Boeri è evidente che c’è una confusione catastrofica fra

  • immigrati comunitari e non;
  • clandestini spacciati per migranti economici;
  • rifugiati;

Boeri parla chiaramente di chi risiede e lavora in Italia, ma la discussione attualmente in atto verte sui clandestini che si riversano sulle spiaggie italiane e che gli altri paesi europei non vogliono prendere in carico. Non ci vuole un genio a capire che i regolari lavorano e versano i contributi, i clandestini no (e magari non hanno neppure le caratteristiche – skills, lingua – per lavorare in Italia).

Se poi giochiamo con i numeri si dovrebbe ricordare che i clandestini costano: «L’ultima stima complessiva è contenuta nella lettera indirizzata dal ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ai commissari Ue: ben 3,3 miliardi di euro solo quest’anno» [4]. E quanto fa 38 miliardi diviso gli anni da qui al 2040? Neppure 1,7 miliardi l’anno.

Vi è poi l’altro fattore da considerare: quello economico. Come ci ricorda l’Istat i disoccupati sono quasi tre milioni. Per quanto riguarda «il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati), è pari al 37,0%, in aumento di 1,8 punti percentuali rispetto al mese precedente», mentre è bene ricordare che «guardando alle altre classi di età, il tasso di occupazione a maggio cala di 0,2 punti percentuali tra i 25 e i 49 anni, mentre cresce di 0,2 punti tra gli ultracinquantenni. Il tasso di disoccupazione cresce tra i 25-34enni (+0,5 punti) e i 35-49enni (+0,2 punti) mentre cala tra gli over 50 (-0,4 punti). Il tasso di inattività cala di 0,2 punti tra i 25-34enni, rimane stabile tra i 35-49enni e cresce di 0,1 punti tra gli over 50» [5].

Detto in termini semplici, l’economia italiana non registra la piena occupazione né il bisogno disperato di manodopera.

Sorgente: Cari immigrati, scappate: Boeri vuole rubarvi i contributi! | Charly’s blog

Boeri: “Senza migranti buco Inps”. Ma solo di welfare costano 16 miliardi – in quotidiano.net


Boeri: “Senza migranti buco Inps”. Ma solo di welfare costano 16 miliardi

Sorgente: Boeri: “Senza migranti buco Inps”. Ma solo di welfare costano 16 miliardi – Economia – quotidiano.net

Dati sugli sbarchi di migranti nel periodo gennaio/marzo  2017 – in Formiche.net


Continuano gli sbarchi sulle coste italiane. Nei primi tre mesi del 2017 sono giunti via mare 24.515 migranti, di cui 11.075 nel solo mese di marzo

Sorgente: Ecco i veri dati sugli sbarchi di migranti nel 2017 – Formiche.net

immigrazione-grafico

Francia e migrazioni. Emmanuel Macron: “l’80% dei migranti che arrivano in Italia sono migranti economici. Non dobbiamo confondere”, (ANSA) – ROMA, 29 GIU


(ANSA) – ROMA, 29 GIU – “Noi sosteniamo l’Italia e la Francia deve fare la sua parte sull’asilo di persone che vogliono rifugio. Poi c’è il problema di rifugiati economici, e questo non e’ un tema nuovo: l’80% dei migranti che arrivano in Italia sono migranti economici. Non dobbiamo confondere”. Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron a Berlino dopo la riunione dei leader Ue in vista del G20.

Sorgente: macron rifugiati – Cerca con Google

Da dottoressa cattolica vi spiego perché su Charlie medici e giudici hanno fatto la scelta giusta – TPI


… estratto:

ARGOMENTO ETICO – Occorre distinguere tra eutanasia e sospensione della terapia per non cadere nell’accanimento. La possibilità di sospendere la terapia o di limitarla spetta al soggetto (ai genitori in caso di minore ed entro certi limiti), al medico, eventualmente al giudice qualora questo diritto non venga rispettato.Quando per un medico è legittimo decidere di sospendere un trattamento? Quando giudica un trattamento sproporzionato, cioè se i costi (non intesi in senso economico) superano i benefici. In parole povere: se un atto causa più sofferenza rispetto ai vantaggi terapeutici che arreca è dannoso, inutile, ingiusto e non si fa o si interrompe nel caso si sia iniziato nell’ipotesi o nella speranza di un beneficio che però poi effettivamente non si osserva, oppure nel caso sia stato intrapreso come salvavita di fronte alla necessità di prendere tempo in vista di un percorso diagnostico più approfondito.Il concetto di accanimento terapeutico si basa proprio sull’idea che non sempre e necessariamente un trattamento è buono. Non lo è quando è insensato, inutile, se non dannoso, sproporzionato rispetto al dolore che causa. Il medico ha in questo caso un diritto assoluto di decidere di non trattare ulteriormente, diritto che – se espresso nei limiti della legge – viene garantito dal sistema giudiziario. Ora vediamo perché il concetto di non accanimento si applica al caso del nostro bambino.

ARGOMENTO SCIENTIFICO – Nel caso di Charlie si è sentito parlare di eutanasia, ma questo è del tutto fuori luogo, dal momento che si parla di eutanasia quando il fine di un atto, lo scopo, è di arrecare la morte. Ora provo a spiegare perché invece si tratta di un caso di sospensione di alcuni trattamenti che se proseguiti scivolano nell’accanimento terapeutico.

vai all’intero articolo:

Sorgente: Da dottoressa cattolica vi spiego perché su Charlie medici e giudici hanno fatto la scelta giusta – TPI

Chi è Charlie Gard e perché il suo caso sta facendo discutere

La Corte di Strasburgo ha respinto il ricorso che i genitori del bimbo inglese di 10 mesi affetto da una rara malattia genetica avevano presentato contro i medici di un ospedale di Londra, intenzionati a sospendere le terapie nell’interesse del bambino

Ius soli: definizione


Lo ius soli è un’espressione giuridica che indica l’acquisizione della cittadinanza di un dato paese come conseguenza del fatto giuridico di essere nati sul suo territorio indipendentemente dalla cittadinanza dei genitori. Esso contrappone allo ius sanguinis (o diritto del sangue), che indica invece la trasmissione alla prole della cittadinanza del genitore

Sorgente: Dieci falsi miti sullo ius soli a cui i populisti vogliono farvi credere – TPI

Le principali critiche che vengono mosse alla riforma sulla cittadinanza:  le false informazioni più diffuse di Laura Melissari – in TPI


Abbiamo raccolto le principali critiche che vengono mosse alla riforma sulla cittadinanza, smontando le false informazioni più diffuse

Sorgente: Dieci falsi miti sullo ius soli a cui i populisti vogliono farvi credere – TPI

C’era una volta il matrimonio | in inGenere, Video


Le donne si sposano prima e più spesso hanno una laurea. Matrimoni in Italia, tutti i dati in un video

Sorgente: C’era una volta il matrimonio | inGenere

I nuovi voucher e tutte le altre forme alternative di lavoro occasionale, CO.CO.CO e lavoro intermittente in vigore dal 24 GIUGNO 2017, in FISCOeTASSE.com


I nuovi voucher e tutte le altre forme alternative di lavoro occasionale, CO.CO.CO e lavoro intermittente in vigore dal 24 GIUGNO 2017.
Maggiori informazioni.

In promo del 18%  fino al 10/07/2017
13,37 € + iva
al posto di 16,25 € + iva

Acquista ora

Indice completo

1. Il lavoro accessorio

Breve storia normativa.
Disciplina in vigore sino al 31/12/2017 e rimborso dei buoni inutilizzati
Disciplina vigente (vecchi) Voucher
Valore nominale
Rimborso voucher
Particolarità del lavoro accessorio
Le nuove prestazioni occasionali in vigore dal 24/06/2017

2. Gli Strumenti alternativi al Voucher

2.1 Il lavoro autonomo occasionale ex art. 2222 cc.

Lavoro autonomo occasionale/lavoro autonomo esercitato abitualmente.
Lavoro autonomo occasionale/lavoro subordinato.
Lavoro autonomo occasionale/collaborazione coordinata e continuativa.
Lavoro autonomo occasionale/nuovo contratto di prestazione occasionale.
Trattamento Fiscale lavoro occasionale.
Trattamento previdenziale.
Quale aliquota INPS applicare?
Adempimento annuale
Le collaborazione dei familiari

2.2 Il lavoro intermittente.

Breve storia normativa
L’attuale disciplina normativa.
Quando utilizzare gli intermittenti?
Quando NON utilizzare i lavoratori intermittenti
Il contratto
Adempimenti e limiti di utilizzo.
Retribuzione ed indennità di disponibilità.
Naspi e Indennità di Mobilità.

2.3 I CO.CO.CO.: una forma solo apparentemente deregolata.

Evoluzione normativa della parasubordinazione ante 2015.
Jobs Act , Co.Co.Co. e Co.Co.Pro. – La rinascita delle co.co.co. ex art. 409 c.p.c.
Adempimenti preliminari e forma contrattuale.
La disoccupazione dei co.co.co.
I limiti all’uso dei co.co.co: la determinazione automatica della disciplina del lavoro subordinato ex art. 2 D.Lgs.n. 81/2015.
Le deroghe all’applicazione automatica del lavoro subordinato.
Il nuovo Jobs Act degli autonomi e i co.co.co.
Valutazioni di costo e fattori di rischio.

Normativa e Prassi.

Sorgente: Prodotti e promozioni BusinessCenter FISCOeTASSE.com

Vita selvatica. Manuale di sopravvivenza alla modernità, di Francesco Borgonovo e Claudio Risé, Lindau Edizioni, 2017 – Indice del libro


Diario di bordo

Indice del libro “Vita selvatica. Manuale di sopravvivenza alla modernità” di Francesco Borgonovo e Claudio Risé, Lindau Edizioni

7 Introduzione, di Francesco Borgonovo

17 L’archetipo della «Terra desolata»
18 La vita e la morte nelle primavere
19 Sviluppo e distruzione
19 Gli Archetipi, l’unione degli opposti, e la necessità della distinzione
20 La ferita fallica del Re del Graal
21 L’inaridimento della terra del Re ferito
22 La folla di morti sul London Bridge
23 Il presente / futuro. Il Marinaio Fenicio
24 Il naufragio della civiltà di profitto/perdita
25 Lo stupro dell’anima occidentale
26 L’Eros come consumo e la depressione
27 L’era della sterilità
30 La sterilità e la ferita: istruzioni per l’uso
30 L’azione, e il suo scopo
31 Rifiutare la posizione giudiziaria
32 Rifiutare la posizione estetizzante e/o sentimentale
33 L’allontanamento dalla natura e la crisi dell’istinto riproduttivo
35 L’uomo della civilizzazione e l’angoscia
37…

View original post 411 altre parole

La Germania ha approvato la legge sui matrimoni gay – in TPI, giugno 2017


Con 393 voti a favore, 226 contrari e 4 astenuti, il 30 giugno il parlamento tedesco ha approvato la legge sui matrimoni gay, il provvedimento permette inoltre alle persone dello stesso sesso di adottare dei bambini. Finora la posizione sui matrimoni gay della cancelliera Angela Merkel e del suo partito, l’unione Cristiano-Democratica (CDU), era stata […]

Sorgente: La Germania ha approvato la legge sui matrimoni gay – TPI

Mercato del lavoro, formazione e Fondi Interprofessionali: è ora di cambiare, articolo di Claudio Negro


Di fronte ai cambiamenti del mercato del lavoro anche la formazione deve cambiare e i Fondi Interprofessionali possono giocare un ruolo importante ma a 3 condizioni: ecco quali

vai a:

Sorgente: Mercato del lavoro, formazione e Fondi Interprofessionali: è ora di cambiare

Emergenza migranti, il governo valuta la chiusura dei porti italiani alle navi straniere – La Stampa, 28 giugno 2017


 

Sorgente: Emergenza migranti, il governo valuta la chiusura dei porti italiani alle navi straniere – La Stampa

L’emergenza migranti spinge il governo italiano a un passo senza precedenti: avverte l’Ue di essere pronto a chiudere alle navi straniere se i Paesi europei non condivideranno l’accoglienza. La Commissione Ue dà ragione a Roma ma precisa che la decisione finale spetta al Consiglio.

Negli ultimi giorni sono arrivate 12 mila persone e le ultime 48 ore sono state drammatiche con 25 navi attraccate nei nostri porti, un numero senza precedenti. Altre 50 sono in arrivo. Per il ministro dell’Interno Minniti la misura è colma: “Tutta la responsabilità ricade su di noi, è ora di smetterla con le ipocrisie”. Per Stefano Stefanini “il nodo dell’immigrazione è venuto al pettine e il tempo delle parole è scaduto”.

Intanto Niccolò Zancan è a Malta per raccontare la trasformazione dell’isola che si è blindata e ha dimenticato la crisi. Qui non è arrivato neanche un profugo e il Paese vive un boom di turismo e crescita economica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: