Emilio Odescalchi racconta la sua esperienza nell’uso didattico delle MAPPE MENTALI

Uso il metodo “mappe mentali”, dal 1985, ho appreso il “metodo”, frequentando un corso per manager, Metodo Kaeser, dal prof Gustav, imparato il metodo l’ho adottato sia in azienda, come strumento di comunicazione, sia per la raccolta dei feedback dei partecipanti, ho fatto qualche personalizzazione, esempio trarre dalla mappa una “matrice”,decisionale, condividere idee e pensieri, stimolare le proposte.

Tutto funziona perfettamente, soprattutto nel brain storming, Tony Busan ha scritto un libro in proposito, ora tradotto in italiano.
Ho poi acquistato il primo programma, qualcosa come “Mind Manager”, usato un paio di volte, poi sono tornato alla lavagna a fogli mobili e pennarelli colorati. Il risultato appeso nelle aule, o al muro, (Tazebao), nel caso di riunioni ristrette, poi fotografato e nel caso distribuito, per “memorandum”, di lavoro ai partecipanti.

Trovo insostituibile, la lavagna a fogli mobili, anche quando sono solo utilizzo fogli molto grandi, sui quali scrivo, poi metto sul pavimento ed osservo dall’alto. solo così riesco ad avere una visione d’insieme.

A tutto aggiungo che usato in pubblico, la mappa mentale, il compilarla, dal vivo, è uno efficace, strumento di comunicazione per il comunicatore, che usa tutti gli strumenti di comunicazione, verbale, paraverbale, più tutto il corpo…

Non a tutti riesce bene, occorre fare molta pratica, ed osservare i risultati.
Auguri a chi ci prova, se penso alle capacità di comunicazione di nostri molti politici….

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.