Don Tapscott, Net Generation. Come la generazione digitale sta cambiando il mondo, FrancoAngeli editore

Net Generation. Come la generazione digitale sta cambiando il mondo
Autori e curatori: Don Tapscott
Contributi: Mario Gerosa
Collana: La società – Saggi
Argomenti: Web e new media – Information Technology: gli scenari – Scenari, strategie aziendali – New marketing, web marketing – Organizzazione e risorse umane – Scenari, terzo millennio, futuribili, problemi generali – Sociologia dei processi culturali
Livello: Saggi, scenari, interventi
Dati: pp. 320,     1a edizione  2011  (Cod.1420.1.120)
Net Generation. Come la generazione digitale sta cambiando il mondo
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 39,00
Disponibilità: Buona
Codice ISBN 13: 9788856831498
In breve Dall’autore di bestseller internazionali, come Wikinomics, una serie di suggerimenti e risposte ad alcuni degli interrogativi che più allarmano: come educare i propri figli nell’era digitale? come attirare e coinvolgere i giovani talenti nel mondo del lavoro? come i giovani e Internet stanno trasformando il concetto di democrazia? Attraverso l’intervista di oltre 11.000 mila giovani, il testo offre un quadro articolato e complesso della cosiddetta “Net Generation”.
Presentazione
del volume:
Probabilmente conoscerete una persona tra gli 11 e i 30 anni. Magari l’avete vista occuparsi di cinque cose contemporaneamente: inviare un SMS agli amici, scaricare brani musicali, postare un video, guardare un film su uno schermo a due pollici e fare chissà cosa su Facebook o MySpace.
Questa persona fa parte della cosiddetta Net Generation, la prima generazione ad aver raggiunto la maturità nell’era digitale, dando vita a un fenomeno culturale globale, destinato a durare nel tempo.
Per la prima volta nella storia, i giovani sono diventati delle vere e proprie autorità e stanno modificando ogni ambito della società, dal luogo di lavoro agli spazi privati, dalla vita scolastica a quella famigliare, dal mondo economico a quello politico.
Nel corso di questo suo straordinario viaggio di esplorazione del presente e del futuro prossimo, Don Tapscott ha raccolto più di 11.000 interviste, che restituiscono un quadro articolato e complesso di una comunità di menti brillanti, in grado di sviluppare modi innovativi di pensare, interagire, lavorare e socializzare, grazie a tecnologie che permettono un’attiva partecipazione alla distribuzione dell’intrattenimento e delle informazioni.
Nel libro, oltre a confrontare i dati acquisiti attraverso questa epocale ricerca con le analisi di influenti studiosi che si sono dedicati all’analisi del fenomeno da diverse prospettive (psicologi, pedagogisti, economisti, sociologi e politologi), Tapscott invita a immaginare quale straordinario impatto avrà sulla società questo rivoluzionario modo di pensare, sfatando alcuni luoghi comuni e fornendo alcuni suggerimenti utili in ambito aziendale, sociale e famigliare:
– come attrarre i giovani talenti in azienda;
– come educare i propri figli nell’era digitale;
– come avvicinare i giovani alla politica;
– come coinvolgerli in progetti di sviluppo e in campagne umanitarie.

La morale è questa: se capirete le regole della Net Generation, avrete la chiave per comprendere il futuro.

Don Tapscott
è presidente di nGenera Innovation Network e professore associato di Management presso la Joseph L. Rotman School of Management dell’Università di Toronto. È autore o coautore di undici libri, tutti bestseller internazionali, tra i quali Wikinomics, Paradigm Shift e The Digital Economy.
Indice:
Mario Gerosa, Presentazione dell’edizione italiana
Metodi di ricerca, gruppi di lavoro e ringraziamenti
Parte I. Ecco a voi la Net Generation
Introduzione
Una generazione cresciuta nei bit
Caratteristiche di una generazione. Le otto norme della Net Generation
Parte II. Trasformare le istituzioni
Ridefinire talento e management. La Net Generation e il mondo del lavoro
Le reti di Net-fluenza e la rivoluzione dei prosumer. La Net Generation e il mondo del consumo
Casa, dolce casa. La Net Generation e la famiglia
Parte III. Trasformare la società
Obama, i social network e il coinvolgimento dei cittadini. La Net Generation e la democrazia
Costruire un mondo migliore, partendo dalla base
In difesa del futuro.

da: Net Generation. Come la generazione digitale sta cambiando il mondo.

Un commento

  1. Con Tapscott si ribadisce che la civilizzazione attuale realizza la più vasta e capillare neocorticalizzazione dei comportamenti ossia l’estensione delle sinapsi cerebrali all’attività economica meduante la computazione integrata delle reti ( Net Global Mind) solo che così facendo,a differenza di altre estensioni tecnologiche degli organi corporei, si viene a manipolare l’assetto più delicato tra organismo ed ambiente: assetto sul quale si è specializzata l’evoluzione. Senonchè l’uomo è fin qui sopravvissuto, a differenza dei dinosauri e del dodus delle Mauritius,perchè si è specializzato ma non troppo. Ridurre i bioritmi cerebrali ( onde gamma,teta) all’attenzione on line multitasking significa forzare facoltà oltre i limiti di specie e se il superare i limiti di specie diventa il credo futurista dei transumanisti allora si tratta di preparare un’umanità antibiologica ossia androbotica. Il fatto è che l’offerta di Tapscott travalica i confini del business – ammesso che velocizzarlo per computing sia compatibile con la sostenibilità ambientale – per farsi pedagogia generale della persona. Le generazioni in rete si dice siano a rischio ‘privacy’ ma qui non si tratta solo di affari privati bensì dello stesso sviluppo della personalità esigente pause, riflessioni, tempi morti per l’attività al fine di capirsi, monitorarsi, temperarsi sapendo che il cervello è anche mente, ossia non solo macchina computante ma anche sistema di risonanze non localizzabili in funziioni specificate che sono piuttosto strumenti risonanti nell’orchestrazione e non il contrario. Tapscott, Kurweil ed altri blasonati ‘guru’ informatici intendono risolvere la coscienza alle sole funzioni sinaptiche perchè così vuole il Moloch della velocità. Chi vuol diventare androide?

    Mi piace

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.