1981-2011, dalla P2 alle P3 e simili: i favori al posto del diritto, in GrParlamento

  • 1981-2011, dalla P2 alle P3 e simili: i favori al posto del diritto
  • vai al file audio mp3

Oggi ci occupiamo del trentennale dello scandalo P2. il 17 marzo dell’81 la magistratura sequestra a casa di Licio Gelli, (che ufficialmente è solo un piccolo imprenditore nel campo dei materassi), un elenco di nomi, che risultano appartenere ad una loggia massonica segreta, qualcosa quindi di esplicitamente vietato dalla costituzione. Le indagini portano a due conclusioni opposte tra loro. La magistratura dirà in sostanza che la P2 era soltanto una società di mutuo soccorso, un comitato d’affari, mentre il parlamento dirà che si trattava di un’associazione eversiva, che voleva sovvertire le istituzioni e stravolgere la costituzione. La storia deve ancora dire la sua, ma la cronaca ci offre anche ai nostri giorni esempi di associazioni segrete, che cercano di condizionare la vita politica, tanto che si parla appunto di P3 e P4. Tra i molti libri scritti in questi anni sulla storia della P2, presentiamo oggi un testo, che raccoglie i diari inediti di Tina Anselmi, dall’81 all’84 presidente della commissione parlamentare d’inchiesta sulla loggia segreta. Il titolo è: La P2 nei diari segreti di Tina Anselmi, l’editore Chiarelettere, la curatrice la scrittrice e saggista Anna Vinci, che è ospite in studio di questa puntata di Pagine in Frequenza. Al telefono intervengono l’allora segretario della commissione il dottor Giovanni Di Ciommo, e gli allora commissari Sergio Mattarella (DC) e Luigi Covatta (PSI). Ecco come l’agenzia Ansa ha sintetizzato il loro intervento. P2: MATTARELLA-COVATTA,FU FRUTTO DEBOLEZZA DELLA POLITICA OGGI POLITICA DELEGITTIMATA, SI CORRONO STESSI RISCHI DI ALLORA (ANSA) – ROMA, 1 APR – “La P2 è la piu’ straordinaria ed inquietante concentrazione di potere extralegale, che si sia mai avuta in Italia; oggi purtroppo la situazione del paese è molto simile a quella di 30 anni fa”. Lo dice Luigi Covatta, ex parlamentare PSI e direttore di Mondo Operaio, al microfono di Alessandro Forlani, nel settimanale di Gr Parlamento RAI, “Pagine in Frequenza”. Gli fa eco l’ex-vicepremier e parlamentare DC Sergio Mattarella, (come Covatta componente della commissione parlamentare sulla P2), secondo cui “La P2 aveva l’obiettivo politico di condizionare le istituzioni, tramite il controllo degli apparati piu’ importanti: forze armate, magistratura, giornalismo, governo, Parlamento”. La loggia segreta, aggiunge Mattarella, voleva bypassare l’autorità di governo e Parlamento, tessendo una rete di rapporti personali e segreti negli apparati statali e nel mondo dell’economia. “Questo intreccio di persone ed ambienti, conclude Mattarella, che pretendono di decidere tra di loro in segreto cosa deve avvenire nel nostro paese, è una tentazione ricorrente ed attuale”. La loggia di Gelli, prosegue Covatta, non era tanto pericolosa, come invece sosteneva Il PCI, per il suo versante ideologico e per i suoi piani eversivi, quanto per il suo intervento concreto nelle vicende economiche e politiche spicciole. Parlando del presente, Covatta ha detto che tanto piu’ il potere politico è debole, quanto piu’ personaggi improbabili sono in grado di condizionare la vita del paese. “Oggi la politica è delegittimata e non è rappresentativa delle forze positive della società civile; in questo scenario, anche personaggi dilettanteschi del calibro di Gelli possono diventare dei protagonisti”. Sulla P2 segnaliamo altri due testi: uno, scritto da Aldo Mola, il piu grande esperto di massoneria italiano, Gelli e la P2, Fra cronaca e storia, 2008, Bastogi Editrice Italiana, e poi di Giorgio Galli, grande storico della politica, La venerabile trama, la vera storia di Licio Gelli, 2007, edizioni Lindau. Di Anna Vinci ricordiamo anche: L’usuraia, Edizioni Associate, Tina Anselmi, storia di una passione politica (Sperling & Kupfer e La politica con il cuore (con Stefania Pezzopane, Castelvecch

da: GrParlamento.

3 commenti

  1. Argomento interesante, Italia: paese dell'”Associazionismo”, le ragioni storiche sono molte se non infinite. quante sono le associazioni ? Quelle massoniche? Con 26.410 hai vohlia di fare logge. Poi le altre associazioni, lobbies, ordini professionali, Rotary, Lions, ex alunni di scuole, università. Poi hai partiti,partitini, correnti, sindacati ufficiali e quelli autonomi. Molte istituite a fin di bene altre costituite a fin di business. La Massoneria è da sempre insediata nel sistema pubblico allargato e ha preso molti dei suoi regolamenti dalle “Regole” scritte dai tre Cavalieri di Favignana.
    Un tema difficile da approfondire semplicemente perchè trovisempre qualcuno che appartiene ad una qualche “Associazione”.
    siamo fatti così e cambiare è improbabile.Meglio rassegnarsi.

    buoni giorni.

    "Mi piace"

  2. Illuminati massoni in tutto persino nelle piscine pubbliche comunali..vedi articoli inerenti su: La Stampa di Cuneo 13 novembre 2007 e su il mensile La Strada di Manta di Saluzzo di ottobre 2007 rimasti ancora al 2011 senza risposte..comunque una lunghissima lista è consultabile su: http://www.uominiliberi.eu aperta la pagina basta cliccare su lista massoni..è lunghissima ! La Bindi forse l’ha letta e ieri alla camera l’ha urlato..

    "Mi piace"

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.