Buon 2012 e Buon futuro, alla insegna della Polis, Paolo Ferrario e Luciana Quaia, nella notte del 31 dicembre 2011

Continua il tempo della crisi e, proprio per questo, il 2012 sarà più che mai centrato sulle risorse della Polis, ossia sul vincolo del “tenersi assieme”, perché nessuno può farcela da solo.

E, dunque, questi saranno auguri tutti sotto il segno della Polis.

Gli ultimi mesi dell’anno hanno mostrato sulla scena pubblica una Italia satura di Io divisi.

Il solo progetto di una riforma delle pensioni fondata sulla equità generazionale (conservare il decrescente risparmio previdenziale dei giovani lavoratori e non consumarlo tutto per le pensioni attuali) ha mobilitato i sindacati, che ormai tutelano solo chi il lavoro lo ha già, contro questa tardiva e necessaria riforma transgenerazionale.

E in quale considerazione vengano tenuti i giovani e le giovani è simbolicamente testimoniato da questa registrazione (per fortuna espressiva solo di una parte della cultura degli italiani):

In un orizzonte fosco e melmoso, tuttavia, si è manifestato un segno di speranza sostenuto dal “grande vecchio” (tutt’altro che Senex) Giorgio Napolitano.

Il Governo Monti, come ci ricorda Massimo Cacciari, è “politicus maxime” per tre essenziali motivi: perché governo del Presidente, secondo la lettera costituzionale; perché accetta le difficoltà sistemiche delle istituzioni di fronte alla crisi; perché manifesta in modo incontrovertibile il fallimento delle due coalizioni che si sono finora affrontare sulla scena politica italiana.

Il 2012 imporrà a ciascuno cambiamenti molecolari nella vita psichica e nelle relazioni interpersonali.

L’augurio è di viverlo nel quadro prospettico anticipato anni fa da Alberto Melucci, del quale ricorre il decennale della morte ma che qui si rivela “eterno”:

“Non esiste più un ancoraggio stabile ai criteri e ai valori che guidano le nostre scelte se non quello che possiamo produrre insieme, riconoscendone il carattere costruito e i confini temporali. Per gli individui come per le collettività si tratta di accettare di esistere a termine e di poter cambiare. E’ il tema della metamorfosi, della capacità di mutare forma, anche come condizione per la convivenza.

Una simile scelta può riannodare tutti i fili che ci legano alla specie, ai viventi e al cosmo. Ciascuno può riconoscere allora la sua parte di responsabilità verso il destino del genere umano e verso le generazioni future. Ma anche ritrovare il rispetto per le altre specie viventi e per l’universo di cui l’uomo è parte (da Il gioco dell’Io, Feltrinelli, 1991, pag. 134-135)

BUON 2012

E BUON FUTURO

Paolo Ferrario e Luciana Quaia

nella notte del 31 dicembre 2011

12 commenti

  1. …..senza dubbio io non m’isolo più:il resto del mondo è senza ombra di dubbio interessante e dunque:auguri mondi diversi da me!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! un sentito ringraziamento a Voi Paolo e Luciana che ogni volta mi date spunti di conoscenza.buon cammino nel 2012 ilaria quarteroni.

    "Mi piace"

  2. Grazie Paolo e Luciana! grazie per la vostra sapiente e instancabile tessitura di fili che legano persone e avvenimenti, ponendo davanti ai miei occhi una trama leggibile e rileggibile.
    Grazie per farmi pensare e ripensare, per farmi risentire le parole di Alberto Melucci che con quel suo piccolo e prezioso libro, ha illuminato la mia strada e quella di tanti.
    Buon anno anche a voi che partecipate al non facile lavoro di mantenere questa nostra società “aperta e incompiuta” (Morin) per chi via abita oggi e per chi la abiterà in futuro.
    Patrizia milanese

    "Mi piace"

    1. grazie a te per le tue parole, sempre così attente e partecipi.
      mi sono commosso nel rileggere quelle parole del 2001 di alberto melucci
      sono passati 20 anni da quando le scrisse
      … ma allora ha ragione Emanuele Severino: noi siamo mortali, ma tutto (ossia ogni cosa) è eterna
      buon cammino lungo il 2012
      un abbraccio affettuoso
      paolo

      "Mi piace"

  3. grazie Paolo e Luciana per continuare a tessere parole e pensieri e a condividerli con noi…
    grazie di averci ricordato che Alberto Melucci continua a mandarci buoni messaggi.
    Un anno di buoni incontri!
    Grazia Colombo

    "Mi piace"

  4. (da una mail: tolgo i riferimenti identitari)
    Buon anno, prima di ingolfarmi a rispondervi.

    Va bene avete ragione “produrre insieme” “esistere a termine” “poter cambiare” la ricetta mi è familiare e certamente per le scelte personali, per le scelte professionali fatte, non saprò fare altro. Ma ho paura, se l’obiettivo è giusto il percorso pieno di incognite non mi piace.

    Da qualche parte dentro di me ho sempre pensato che fatta la rivoluzione si poteva stare in pace e quindi alla mia età potevi rilassarti e godere i frutti. Niente da fare oggi mi trovo a combattere il “cinismo dell’età” poggiandolo su quel carattere italiano “la linea più breve tra due punti è l’arabesco- Ennio Flaiano” a questo non facile esercizio debbo aggiungere la capacità di resilienza (P:Ferrario 2008). Ma quello che mi spaventa è la battaglia contro il mio individualismo semplificando: siamo appena diventate una professione con tutti i crismi Caneviniani che ci toglieranno i vantaggi ad essa associati. Tutto questo moltiplicato nei diversi aspetti della vita di ciascuno di noi porterà inevitabilmente per quel sano egoismo che ci aiuta a campare, a guardare con acredine ai vantaggi che un altro manterrà. Non sarà facile e sarà allora che avrò bisogno di mantenere viva la vostra ricetta “produrre insieme” “esistere a termine” “poter cambiare”.

    Io speriamo che me la cavo AUGURI mt

    "Mi piace"

  5. cara mt
    le tue gradite parole sono l’occasione per farti AUGURI PERSONALI di buon anno
    i nostri io divisi risponderanno (non possono fare altro) alla sfida di esistere dentro il grande cambio che il secondo decennio del 2000 produrrà sulla Terra
    per noi, che siamo ancora lontani (paolo ancora tre anni e luciana circa quattordici) dall’ancoraggio al rimedio pensionistico, il territorio da attraversare è particolarmente incognito e irto di rinunce
    ma così dice il Destino (la parola “destino”, ha alla sua radice il significante di “stare”)
    e grazie anche per avere ricordato il mio articoletto sulla resilienza: dovrò imparare dalle mie stesse parole?
    un caro saluto
    paolo
    e luciana

    "Mi piace"

  6. (da una mail personale, tolgo i riferimenti identitari)
    vorrei porre in evidenza la differenza di “accoglienza” culturale….
    prima guardare qui :

    poi qui:

    eh? mi piace ipotizzare che lungo quest’anno
    ogni manifestazione promossa dalle associazioni che frequento possa/debba aprirsi e chiudersi
    con una sessione di free abbracci,
    ovvero, mi sento in sintonia –a modo mio- con il messaggio di Paolo e mi piacerebbe tradurlo subito in una azione a larga diffusione )

    "Mi piace"

  7. cara …
    sono molto felice per l’apprezzamento del nostro messaggio (molto pensato da settimane e costruito con il cuore)
    che qui con gli abbracci si completa e trova una sua gioiosa espressione
    davvero abbiamo bisogno di dare (e prendere) abbracci. sono gratis e del tutto in sintonia con la decrescita

    un abbraccio affettuoso
    paolo
    e luciana

    "Mi piace"

  8. ….. mi piace stare nell’abbraccio anche a distanza nel tempo! ogni contatto,lascia traccia.giorni fa ho ricevuto un messaggio:”abbraccio dedicato a te, ilaria”! Emozione a cuore aperto!!!!! e un tuffo al cuore per quel “abbraccio sincero”come augurio di non solo natale. ogniUno fa sentire la sua presenza e accoglienza,come può!in questo momento canticchio “ed è bellissimo perdersi in questo incantesimooooo!” vi abbraccio il@ri@

    "Mi piace"

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.