18 mila giovani del volontariato internazionale bloccati da un ricorso giuridico di un pachistano residente in Italia

Buona sera professore,
Vorrei metterla al corrente, se non lo è già, della situazione in cui ci troviamo noi servizio civilisti.
In questi ultimi mesi tutti i progetti hanno subito ritardi e le partenze sono state scaglionate a causa della mancanza di fondi (per alcuni il mese di partenza sarebbe addiritura Luglio).
Come se non bastasse, ieri il servizio civile è stato ufficialmente sospeso come conseguenza della sentenza del Tribunale di Milano che giudica discriminatoria la legge che indica la cittadinanza italiana come requisito indispensabile per la candidatura.
La pregherei di spargere la voce della petizione che stiamo sottoscrivendo, in modo da colpire i media e far sì che finalmente qualcuno sappia e si occupi di noi.

http://milano.repubblica.it/cronaca/2012/01/19/news/servizio_civile_alt_ai_progetti_restano_a_casa_18_000_giovani-28425594/

http://www.petizionepubblica.it/?pi=P2012N19461

La ringrazio in anticipo

gentile …

avevo annotato questa vicenda:
è paradossale che un emigrato/immigrato pachistano provochi un danno così rilevante al servizio civile internazionale, che ha proprio l’obiettivo di essere solidale con i paesi in via di sviluppo. come dice, anche se con cautela, la lettera inviata al ministro
la persona, in ignoranza e malafede sostenuta dai suoi solerti avvocati che aspirano a farsi conoscere, non sapeva che una sentenza di tribunale provoca lungaggini mostruose alle attività esecutive dei governi, proprio perchè dal caso singolo si passa all’ “erga omnes”
il nostro vecchio paese della vecchia europa , in via di essere ormai colonizzato dalle economie emergenti (turchia, cina, asia, india e fra qualche tempo africa) dovrà subire moltissime di queste conseguenze che il sociologo francese raymond boudon chiama “effetti controintuitivi”
l’episodio è un indicatore del tempo storico che stiamo vivendo. a me questa situazione non piace.
ma il mio parere non conta nulla. o meglio : conta come 1 (un) parere
e come parere voglio segnarlo nel diario di polser.
spero che l’attuale ministro (promotore del multiculturalismo “senza sì e senza ma”) riesca ad ottenere il risultato di mandare avanti una iniziativa di 18 mila giovani motivatissimi , bloccata da un pachistano che agita il suo ditino legalista
grazie per il messaggio
e auguri per il suo futuro
paolo ferrario

2 commenti

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.