POLILLO ROBERTO, IL NON PROFIT SUL WEB. UNA GUIDA PER LA PRESENZA IN RETE DELLE ORGANIZZAZIONI DEL TERZO SETTORE, Editore MAGGIOLI, 2014


IL NON PROFIT SUL WEB
UNA GUIDA PER LA PRESENZA IN RETE DELLE ORGANIZZAZIONI DEL TERZO SETTORE
POLILLO ROBERTO
Editore MAGGIOLI

Il Web permette oggi alle organizzazioni del Terzo Settore di comunicare e di interagire con un pubblico molto vasto, a costi molto limitati, non solo utilizzando il classico canale del sito web istituzionale, ma anche con l’utilizzo dei social media, che hanno raggiunto in questi ultimi anni una larghissima diffusione anche in Italia, non solo fra i giovani, ma in tutte le fasce di età. Questo libro intende fornire delle linee guida per un’efficace presenza sul Web delle organizzazioni del Terzo Settore, attraverso i diversi canali disponibili: il sito istituzionale, la newsletter, i principali social media, quali Twitter, Facebook e YouTube. Le indicazioni sono rivolte soprattutto ai responsabili delle organizzazioni che possiedono un’esperienza ancora limitata su questi temi, in particolar modo a quelle più piccole, con poca esperienza di informatica e con un budget molto limitato. Nonostante questi vincoli, queste organizzazioni trovano qui le indicazioni più importanti per impostare una strategia corretta di presenza sul Web, che utilizzi i diversi media come un vero e proprio “sistema” di comunicazione, in cui ciascun canale svolge una funzione ben precisa, e coordinata con quella di tutti gli altri.

AUTORE Roberto Polillo (www.rpolillo.it) è docente di Informatica presso l’Università degli Studi di Milano Bicocca, Dipartimento di Informatica, sistemistica e comunicazione, dove è titolare dei corsi di Strumenti e applicazioni del Web e di Interazione Uomo Macchina. Si occupa di applicazioni software da quasi quarant’anni, come professore universitario e imprenditore. In questo periodo ha avuto un punto di osservazione privilegiato sull’evoluzione dell’informatica e, in particolare, della rete Internet e delle sue applicazioni. Su questi temi ha pubblicato Il check-up dei siti web (2004), Plasmare il Web (2006), Facile da usare (2010), per le edizioni Apogeo. Da diversi anni si interessa, in particolare, delle applicazioni dell’informatica e delle telecomunicazioni per il Terzo Settore e per i Paesi in via di sviluppo, sia in Università che nell’ambito della Fondazione Think!, un think-tank non profit sull’innovazione attraverso l’ICT, di cui è uno dei fondatori (www.thinkinnovation.org)

Tratto da : http://www.maggiolieditore.it/9788891602992-il-non-profit-sul-web.html


Dalla quarta di copertina: Il Web permette oggi alle organizzazioni del Terzo Settore di comunicare e di interagire con un pubblico molto vasto, a costi molto limitati, non solo utilizzando il classico canale del sito web istituzionale, ma anche con l’utilizzo dei social media, che hanno raggiunto in questi ultimi anni una larghissima diffusione anche in Italia, non solo fra i giovani, ma in tutte le fasce di età.

Questo libro intende fornire delle linee guida per un’efficace presenza sul Web delle organizzazioni del Terzo Settore, attraverso i diversi canali disponibili: il sito istituzionale, la newsletter, i principali social  media,  quali  Twitter,  Facebook  e  YouTube.

Le  indicazioni  sono  rivolte  soprattutto  ai  responsabili  delle organizzazioni che possiedono un’esperienza ancora limitata su questi temi, in particolar modo a quelle più piccole, con poca esperienza di informatica e con un budget molto limitato.

Nonostante questi vincoli, queste organizzazioni trovano qui le indicazioni più importanti per impostare una strategia corretta di presenza sul Web, che utilizzi i diversi media come un vero e proprio “sistema” di comunicazione, in cui ciascun canale svolge una funzione ben precisa, e coordinata con quella di tutti gli altri.

Leggi la prefazione

Vai alla preview su Google Books

INDICE:

1.     IL TERZO SETTORE E LA COMUNICAZIONE

Che cos’è il Terzo Settore
Comunicare il Terzo Settore
La dimensione e la varietà del Terzo Settore
Che cosa e con chi comunicare
Le potenzialità del Web
Pianificare la comunicazione
Il non profit in rete

2.     IL SITO WEB ISTITUZIONALE

Perchè il sito web istituzionale
I contenuti del sito istituzionale
Costi e risorse
Un decalogo per un sito di qualità

3.     IL PROGETTO DI SVILUPPO DEL SITO

Le fasi del progetto
I requisiti e la scaletta logica
La redazione dei contenuti
I test con gli utenti

4.     FAR VIVERE IL SITO

La sezione Notizie
Un esempio
Il blog
Condividere gli articoli
I blog del Terzo Settore
Content curation
Le notifiche automatiche

5.     LA NEWSLETTER

Che cos’è
Alcuni esempi
La gestione della newsletter
Le disposizioni a tutela della privacy

6.     I SOCIAL MEDIA

Una classificazione dei social media
Le caratteristiche comuni
I social media e le organizzazioni
Il passaparola in rete
Perché i social media per il Terzo Settore
I social media principali
La situazione attuale

7.     TWITTER

Uno strumento flessibile e immediato
Il profilo utente
Anatomia di un tweet
Twitter per il Terzo Settore
Tweet informativi
Tweet per community building
Tweet di call to action
Alcuni suggerimenti pratici
Come creare la rete di relazioni
Ascoltare la twittersfera

8.     FACEBOOK

Le organizzazioni nel network degli amici
La pagina Facebook
Facebook per il Terzo Settore
Gli aggiornamenti di stato
L’immagine di copertina
I gruppi
Gli eventi
I tab
Quando la pagina funziona?

9.     I SITI DI CONDIVISIONE DEI CONTENUTI

Perchè usarli
Pubblicare le foto su Flickr
Flickr per il Terzo Settore
Pubblicare i video su YouTube
YouTube per il Terzo Settore
Pubblicare foto e video su Facebook
Segnalare foto e video con Pinterest
Pubblicare documenti e presentazioni
Sintesi dei servizi

10.       RACCOGLIERE FONDI IN RETE

Il fundraising online
Le diverse possibilità
Raccogliere fondi sul sito
Paypal
Donare con fiducia
Servizi indipendenti di fundraising
Servizi di fundraising italiani
Le potenzialità del personal fundraising
Aste solidali e e-commerce

11.       LA PRESENZA SUL WEB COME SISTEMA

La molteplicità dei canali
Il sistema della presenza sul Web
Cross-posting
Alcuni esempi

12.       MISURARE I RISULTATI PER MIGLIORARLI

Il ciclo di miglioramento continuo
Misurare il pubblico e il suo coinvolgimento
Web analytics
Alcuni indicatori utilli
Gli indicatori chiave (KPI)
Il cruscotto di monitoraggio
Costi e risorse

13.       SE NON ORA, QUANDO?

PER APPROFONDIRE

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.