Oltre l’Alzheimer: l’arte del Caregiving, di Flavio Pagano, Maggioli editore

OLTRE L’ALZHEIMER
L’arte del Caregiving
Oltre l'Alzheimer
Flavio Pagano
Questo libro racconta il caregiving come mai prima d’ora, ne spiega l’essenza e la pratica quotidiana, declinando il concetto di cura da tutti i punti di vista, per imparare a viverlo in maniera positiva e per scoprire come, curando gli altri, esploriamo e curiamo prima di tutto noi stessi.

Che si tratti della nostra professione o di una scelta familiare, il fine di chi cura è sempre uno: coltivare la vita. E questo vuol dire, prima di tutto, cercare la felicità. Una ricerca legittima anche nelle situazioni più estreme, perché, come scrive l’autore: “Soltanto una definizione della parola vita è capace di esprimere realmente il significato dell’esistenza: vita è tutto ciò di cui noi ci prendiamo cura”.

“Quando ero piccolo, i nonni e ancor più i bisnonni delle famiglie italiane apparivano presto esausti, acciaccati più o meno gravemente, sistemati per questo perennemente in poltrona e a letto.
In attesa della fine.
Quelli di oggi vivono soli, autonomi, attivi e in movimento… la vita si è allungata e si allungherà.
Mantenendo gli anziani protagonisti della loro quarta età.
Tranne purtroppo quelli colpiti da patologie neurodegenerative.
Demenze e Parkinson sono più gestibili di un tempo, è vero.
Ma non ancora l’Alzheimer, che comincia a riempire le nostre case di ombre allucinate e confuse, estranee al loro stesso mondo.
Generando sconforto nei cosiddetti caregiver, cioè parenti, amici, badanti.
Che non sanno che fare, che dire, addirittura che emozioni provare di fronte al mistero di una mente che perde se stessa.
Il mio geniale amico Flavio Pagano, su mia sollecitazione, li ha ribattezzati curacari.
Dimostrando in questo, e in altri libri precedenti di successo mondiale, come non gettare la spugna e agire con amore e dolce umorismo.”
Alessandro Cecchi Paone

Prefazione di Alessandro Cecchi Paone
Non lasciamo indietro nessuno di Paola Barbarino
Parte prima – La vita quotidiana dei «curacari»
Pronto soccorso napoletano: ovvero, l’Alzheimer spiegato in due parole
Di chi è il tuo dolore?
Dottor Jekyll e mister Alzheimer
Ti prendo per mano
Epicuro, l’Alzheimer e il diritto di accavallare le gambe
Un binomio da cancellare
Petina, il paese che ama i nonni
Dialogo
L’amore al tempo dell’Alzheimer
– La cura: un segreto dell’umano di Marco Trabucchi
Parte seconda – Mai più soli
Call center
Arrivederci, mamma
Attimi e cattedrali
La pazienza
Ricordando Marcello Marchesi
Curacari a quattro zampe (ma non solo)
La cura e il senso della vita
L’ultimo grano
E se poi Gesù si arrabbia?
Ritornerò!
– La solitudine degli anziani di Diego de Leo
Parte terza – Il senso della cura, il senso della vita
Le invisibili meraviglie dell’ingegneria dell’amore
Yukio
Che bella donna!
L’elaborazione del lutto e l’analisi matematica
Desidèri
Curare chi cura
Le verità del corpo
Ma esistono gli angeli?
– Così eroico, così ordinario di Michele Farina
Antologia della cura
Mio babbo Anonimo
Una felicità nel qui e ora di Paola Benetti
Ci sono dei momenti di Manuela Berardinelli
La missione della semina di Elena Bortolomiol
Lo dedico a lui Anonimo
Era la prima volta di Serena Corongi
Un briciolo di felicità di Barbara Corti
Il fuoco dell’amore puro di Maria Pia Cozzari
Il dizionario delle emozioni di Francesca di Mattia
Storie di demenza e dintorni di Andrea Fabbo
La risata è come un tonico di Elisabetta Fanti
Reciprocità della cura di Barbara Fontana
Mi ripeto che è una brutta malattia di Paola Garbella
L’isola di Cristina Giacomelli
L’amore che guarisce di Cinzia Giuli
Turno di notte di Rita Lombardi
La testimonianza di un geriatra di Alessandro Margiotta
Finalmente, anche tu di Milena Miranda
Giorno dopo giorno di Caterina Musella
Marì e Liliana di Rossella Pani
La cura di Nura di Marialuisa Righi
«Stare vicino alla mamma porta fortuna» (Così dicevo a mio marito) di Antonio e Daniela Saredo-Parodi
Young at heart (SonoraMente goes to Alzheimer Fest) di Marta Vinci
Il «modello Monteverde»: l’inclusione e l’accoglienza come cura di Tonino Vella
– La fiducia nella scienza di Amalia Cecilia Bruni

Flavio Pagano
(Napoli, 1962), scrittore, giornalista ed ex editore. Come autore ha pubblicato venti libri fra romanzi e saggi, ed è tradotto nelle principali lingue. All’Alzheimer e al caregiving ha dedicato una trilogia: Perdutamente (Giunti, 2013), Infinito Presente (Sperling & Kupfer, 2017 – Mondadori 2018), Città senza mura (Fuorilinea, 2018). Ha vinto, fra gli altri, il Premio Elsa Morante (Ragazzi Ubriachi, Manifestolibri 2011), il Premio Selezione Bancarella Sport (Senza Paura, Giunti 2015), il Premio Palinuro, il Premio dell’Unione nazionale della stampa medico-scientifica italiana e il Premio di giornalismo Città di Furore. Alcune sue opere sono diventate spettacoli teatrali e ha scritto anche per la tv. È editorialista del Corriere del Mezzogiorno e di Donna Moderna. Suona il violoncello e il pianoforte. Ha giocato a rugby. L’Enciclopedia Treccani gli ha dedicato una voce.

Giugno 2019 – Pagine 204

via Oltre l’Alzheimer: l’arte del Caregiving

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.