L’ultima volta che ho avuto dieci dita intere. Il dolore provocato dai botti non finisce a Capodanno, di Angelo Pannofino, in Domani, 31 dicembre 2022

in:

https://www.editorialedomani.it/idee/cultura/il-dolore-provocato-dai-botti-non-finisce-a-capodanno-ttm4l6d2

  • Un numero ci racconta ogni primo gennaio quanti sono i feriti causati dai fuochi nella notte più lunga dell’anno. Chi li ha esplosi in modo incosciente sa che a fare male non è solo lo scoppio, ma il dramma che può seguire
  • Nel 1990 avevo 13 anni e sono stato uno dei 779 feriti dai botti con cui si è festeggiata la fine degli anni Ottanta, nonché uno dei trenta con prognosi superiore a quaranta giorni. Ci sono stati anche due morti, tra cui un bambino di 10 anni che aveva fatto come me. Mi era andata bene.
  • È seguito un tour di due piccoli ospedali di paese concluso con corsa in ambulanza verso un grande policlinico dove sono stato operato d’urgenza. La storia

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.