cardinale Bagnasco (Cei): “Non si può mandare alla malora i sacrifici di un anno” e “ciò che lascia sbigottiti è l’irresponsabilità di quanti pensano a sistemarsi mentre la casa sta ancora bruciando”

Anche i preti hanno perso la santa pazienza Paolo Ferrario 10 dicembre 2012 ----------------------------------------------------------------------------   In un´intervista al Corriere della Sera, il presidente della Cei, Bagnasco, dice che "non si…

la prepotenza del potere: La vigilessa che alcuni giorni fa impedì all’auto di Giuseppe De Mita – vicepresidente della giunta regionale della Campania e nipote di Ciriaco De Mita – di sostare in un’area del centro irpino di Pratola Serra pedonalizzata per una festa locale, è stata punita con un addebito disciplinare dal sindaco

La vigilessa che alcuni giorni fa impedì all'auto di Giuseppe De Mita - vicepresidente della giunta regionale della Campania e nipote di Ciriaco De Mita - di sostare in un'area…

Luca Ricolfi: “Né Bersani, né Alfano, né Grillo – leader delle tre principali forze in campo – sono stati finora capaci di offrire una alternativa convincente, ossia chiara ed articolata, alla linea del professore. Né Bersani, né Alfano, né Grillo – leader delle tre principali forze in campo – sono stati finora capaci di offrire una alternativa convincente, ossia chiara ed articolata, alla linea del professore. “, da L’irresistibile inadeguatezza della politica – LASTAMPA.it

Nessuno sa quanto è probabile che l’euro crolli, o che lo Stato italiano fallisca e ci trascini tutti nel baratro. Però questa eventualità, che era decisamente remota fino a qualche…

E’ evidente che il bipolarismo è in crisi. E’ malato al di là di questo governo tecnico, che poi tecnico non lo è assolutamente. E’ l’esecutivo più politico che ci sia mai stato, è il governo del Presidente Napolitano, un governo di emergenza essenzialmente politico che indica un mutamento complessivo degli equilibri politici in Italia, Massimo Cacciari

... "La fine del bipolarismo significa che il Popolo della Libertà si sfalda in quella parte che vuole rimanere fedele a Berlusconi e chi invece guarda ormai a Monti come leader…

Se Montezemolo entra in politica non lo fa soltanto con una sua lista ma sicuramente si unisce al centro di Casini, Fini e Rutelli. Il Terzo Polo, con l’aggiunta dell’ex presidente degli industriali, in base ai nostri ultimi dati arriverebbe attorno al 18 per cento e sarebbe certamente l’ago della bilancia – Affaritaliani.it

Luca Cordero di Montezemolo scuote la politica e il Palazzo. Tutti si chiedono quali siano le reali intenzioni di Mr Ferrari e quanto una sua ormai sempre più probabile discesa…

Luca Cordero di Montezemolo e Massimo Cacciari: Cacciari parteciperà con il suo movimento “Verso Nord”, costituito un anno fa e che nei giorni scorsi si è riunito a Verona, al “movimento policentrico” del presidente della Ferrari, con varie liste civiche regionali, accomunate da uno stesso simbolo, ma con autonomia locale e candidati provenienti dalla società civile- Repubblica.it

Che cosa hanno mai in comune Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari, ex presidente della Fiat, antico pupillo di Gianni Agnelli, e Massimo Cacciari, filosofo, professore di Estetica, studioso…

Massimo Cacciari: “Bisogna fare politica. Proporre riforme sul piano costituzionale. Dire che tipo di governo queste opposizioni così diverse tra di loro possono mai costituire che non sia il bis di Ulivi fallimentari. Che il Pd dica finalmente da che parte guarda e non continui con questo strabismo costitutivo. Dire cosa pensano del federalismo e non sparare solo contro quello della Lega. Chiarire quali riforme della giustizia servono al Paese e non schierarsi solo, quasi pregiudizialmente, con la magistratura. Bisogna essere riformisti, seri e radicali. Non dei protestatari”

«Ma non saranno le manifestazioni a sloggiare Berlusconi» Intervista Cacciari: la partecipazione è un fatto positivo ma oggi quel che manca è la politica Non era in piazza Massimo Cacciari.…