“legge Brunetta” n. 15 del 4 marzo 2009

Uno speciale sulla “legge Brunetta”, la famosa legge “anti fannulloni” n. 15 del 4 marzo 2009, che continua il percorso avviato dal “Dl 112” e che mira a razionalizzare ed ottimizzare la produttività del lavoro pubblico.Gli esperti del Sole 24 ORE guidano passo passo alla comprensione e applicazione di tutti gli interventi: incarichi esterni, contratti a termine, collaborazioni coordinate e continuative, consulenze, valutazione dei dipendenti, dirigenza e vice dirigenza, trasparenza, meritocrazia e responsabilità, contrattazione integrativa e altri istituti ancora sono passati al setaccio per fornire al lettore una bussola per orientarsi tra il vecchio e il nuovo.

Blogged with the Flock Browser

3 commenti

  1. SULLA HOME PAGE DI TISCALI E’ COMPARSO (E SUBITO SCOMPARSO)ALLA FINE DI SETTEMBRE 2009 UN SONDAGGIO SULLA QUALIFICA DI FANNULLONI DATA DA BRUNETTA A COSPICUE FETTE DI DIPENDENTI PUBBLICI. HO VOTATO “D’ACCORDO” ON LINE E PER CURIOSITA’HO MONITORATO IL SONDAGGIO: L’80% ERA D’ACCORDO. BRAVO MINISTRO

    "Mi piace"

  2. penso che il ministro Brunetta e la ministra gelimini farebbero bene a controllare i dirigenti scolastici e i d.s.g.a, nelle scuole di verona e provincia prima di dettare leggi sull’assenteismo e sulla meritocrazia, perchè mi risula da detta legge che saranno questi a giudicare e licenziare e loro da chi sono valutati o sotto lo stato i capi non si toccano mai?

    "Mi piace"

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.