MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

Home » FAMIGLIE » assegni familiari » L’Abc della bozza di Piano di politiche per le famiglie – Il Sole 24 ORE

L’Abc della bozza di Piano di politiche per le famiglie – Il Sole 24 ORE

Un fisco e un insieme di politiche sociali più eque con le famiglie, all’interno di un progetto finalmente organico per valorizzare le “colonne portanti della società”. È questo il contenuto del documento preparatorio al Piano nazionale sulla famigliaelaborato dall’Osservatorio nazionale sulla famiglia, che sarà presentato lunedì prossimo alla Conferenza nazionale della famiglia di Milano, organizzata dal sottosegretario Giovanardi

E come equità fiscale. Condivisa la priorità di una riforma fiscale a misura di famiglia, il piano richiede l’adozione di una pluralità di misure in tre fasi progressive a brevissimo, breve e medio termine. La prima prevede – entro un anno – l’aumento degli assegni familiari e delle detrazioni fiscali in tre mosse: eliminazione degli scalini di reddito che determinano drastiche riduzioni dell’assegno a fronte di un piccolo aumento della retribuzione; estensione per le famiglie con almeno tre figli dell’assegno anche per i figli i maggiorenni fino a 21 anni se studenti o apprendisti; cambiamento delle aliquote Irpef. La misura, che punta alla costituzione di un assegno unico, prevede anche la stabilizzazione della detrazione per la frequenza al nido e il suo aumento per ogni figlio portatore di handicap. In due-tre anni si suggerisce di adottare un sistema di deduzioni familiari corrette, che preveda l’introduzione di una deduzione sull’imponibile per un importo tra i 4 e i 6mila euro per ogni figlio a carico. Obiettivo ultimo, da raggiungersi nell’arco di cinque anni, è l’adozione di un quoziente familiare corretto, cioè un modello che superi i limiti della redistribuzione verticale dei redditi dal basso verso l’alto: il piano non lo menziona però gli orientamenti si stanno dirigendo verso il Fattore famiglia proposto dal Forum delle associazioni familiari che siederà al tavolo delle consultazioni per la riforma. Parallelamente, si suggeriscono accordi con gli enti locali per favorire le famiglie nelle imposte e nelle tariffe per i servizi pubblici (utenze, trasporti, servizi scolastici integrativi, attività sportive) e si richiede una revisione dell’Isee.

F come Fondo nazionale delle politiche per la famiglia. Il comitato tecnico-scientifico dell’Osservatorio richiede un potenziamento del fondo nazionale (il sottosegretario Giovanardi ha chiesto al ministro Tremonti di portare a 90 milioni le risorse stanziate pari attualmente a 52 milioni) e dei fondi regionali per rispondere agli obiettivi prioritari: piano strategico per gli asili nido, iniziative in favore del bilanciamento vita-lavoro, diffusione delle best practice, sostegno alle adozioni internazionali, riorganizzazione dei consultori familiari, finanziamento dell’Osservatorio nazionale sulla famiglia. Inoltre, suggerisce di istituire un fondo nazionale per il welfare familiare aziendale.

vai a: L’Abc della bozza di Piano di politiche per le famiglie – Il Sole 24 ORE.


Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Classificazione degli argomenti

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 3.818 follower

Follow MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI on WordPress.com

Articoli Recenti

Archivi

Statistiche del Blog

  • 1,669,516 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: