ASILO di Giovanni Giudici, dalla raccolta “O Beatrice” (raccolta e copiata per i pensieri di Anna B., P. Ferrario)

ASILO di Giovanni Giudici, dalla raccolta O Beatrice

Voi come state – io

bene, non vedo l’ora di rivedervi.

Qui non è il manicomio ma dicono una casa di riposo

per i deboli di nervi.

È vero che non c’è il mare.

È vero che parlano diverso.

Forse è per questo che sono sempre melanconico.

Ma sta’ zitta, cara mamma, che quasi mi ci sono abituato.

Tutte le sere giochiamo a tombola.

Il giorno giochiamo sul prato.

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.