TYNDALL (Italia, 2014, 30 minuti) di Fatima Bianchi – NOI SIAMO FRANCESCO (Italia, 2014, 90 minuti) di Guendalina Zampagni con Elena Sofia Ricci, Paolo Sassanelli, Mauro Racanati e Gabriele Granito – MIRAGE A L’ITALIENNE (Francia, 2013, 90 minuti) di Alessandra Celesia – al cinama Astra di Como, 5 febbraio 2015

ore 17 Tyndall (Italia, 2014, 30 minuti) di Fatima Bianchi
Un faro sui monti di Brunate, sul lago di Como. Il suo fascio di luce ruota incessante nel buio, come in un loop, e fa luce su qualcosa che è rimasto nell’ombra: una casa, lungo il pendio. L’abitazione accoglie e racchiude i componenti di una famiglia, ritratti nella loro quotidianità: c’è chi si esercita al violino, chi fa yoga, chi canta e chi si rasa i capelli, mentre il padre sposta le lancette dei tanti orologi che segnano lo scorrere del tempo tra le mura della villa. Ma il film è anche la testimonianza di un’assenza: quella di Francesco, il primogenito, in carcere per un anno. Nell’arco di questo periodo ciascun familiare intrattiene con lui uno scambio epistolare, in attesa del ricongiungimento. Nature morte, tableaux vivants: i quadri prendono vita sulle pareti, la casa respira e si muove dietro le finestre, oltre gli usci e gli specchi, animata da chi vi abita e oppone all’eterno slabbrarsi del silenzio l’atto d’amore di parole scritte per una voce lontana.

https://i1.wp.com/www.play4movie.com/file_film/930/gallery/BG_Noi%20siamo%20Francesco%202014%20movie%20Still%2034.jpg

– ore 18 Noi siamo Francesco (Italia, 2014, 90 minuti) di Guendalina Zampagni conElena Sofia RicciPaolo Sassanelli, Mauro Racanati e Gabriele Granito
Francesco, un ragazzo di 22 anni, non ha le braccia dalla nascita; il resto del suo corpo è ‘normale’, anzi, piuttosto bello e ben formato. La vita gli ha insegnato ad adoperare le sue gambe come unici arti e i piedi sono le sue specialissime e abilissime mani. È uno studente universitario modello ed ha un vero e fraterno amico, Stefano. Vive solo con la madre, Grazia, un famoso architetto di Bari. Francesco però, a differenza del caro amico, non ha ancora mai vissuto le gioie dell’amore, e questo, a oltre vent’anni, è ormai diventato un problema.

https://i2.wp.com/www.artribune.com/wp-content/uploads/2013/09/Una-scena-dal-Mirage-a-litalienne-di-Alessandra-Celesia.jpg

– ore 21 Mirage à l’italienne (Francia, 2013, 90 minuti) di Alessandra Celesia

Cercate un lavoro? L’Alaska vi attende”. Questo è l’annuncio pubblicitario che campeggiava qualche tempo fa sulle fiancate dei tram di Torino. In tempi di crisi come quelli attuali più di una persona viene attratta dal miraggio. C’è la madre i cui figli hanno preso (o dovuto prendere) le distanze; c’è il meccanico che vuole cambiare lavoro e vita; c’è l’ex militare che è stato in Iraq e in Afghanistan; c’è il padre che si è visto morire un figlio; c’è l’attrice di teatro senza ingaggi.GIOVEDÌ 5 FEBBRAIO – La Settimana InCom – La Provincia di Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.