MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

Home » BIBLIOGRAFIE » Bibliografie per AUTORE » Altan Carlo Tullio » Bibliografia di CARLO TULLIO ALTAN (1916-2005)

Bibliografia di CARLO TULLIO ALTAN (1916-2005)

TULLIO ALTAN CARLO

IDENTITA’ ETNICHE E VALORI UNIVERSALI, in PHILOSOPHIA il dibattito delle idee, L’ALTRO

CORRIERE DELLA SERA, 2012, p.

TULLIO ALTAN CARLO, TODOROV TZVETAN, LEVI-STRAUSS CLAUDE

L’ ALTRO

CORRIERE DELLA SERA, 2012, p.

TULLIO ALTAN CARLO

LE GRANDI RELIGIONI A CONFRONTO. L’ETA’ DELLA GLOBALIZZAZIONE

FELTRINELLI, 2002, p. 366

TULLIO ALTAN CARLO

LE GRANDI RELIGIONI A CONFRONTO. L’età della globalizzazione

FELTRINELLI, 2002, p. 300

TULLIO ALTAN CARLO

LA NOSTRA ITALIA clientelismo, trasformismo, e ribellismo dall’ unità al 2000

UNIVERSITA’ BOCCONI EDITORE, 2000, p. 278

TULLIO ALTAN CARLO

Gli Italiani in europa profilo storico comparato delle identità nazionali europee

Il Mulino, 1999, p. 260

TULLIO ALTAN CARLO, MASSENZIO MARCELLO

RELIGIONI SIMBOLI SOCIETA’

FELTRINELLI, 1998, p. 340

TULLIO ALTAN CARLO, MESSENZIO MARCELLO

RELIGIONI, SIMBOLI, SOCIETA’

FELTRINELLI, 1998, p. 330

TULLIO ALTAN CARLO

LA COSCIENZA CIVILE DEGLI ITALIANI Valori e disvalori nella storia nazionale

GASPARI EDITORE, 1997, p. 280

TULLIO ALTAN CARLO

ITALIA: UNA NAZIONE SENZA RELIGIONE CIVILE Le ragioni di una democrazia incompiuta

ISTITUTO EDITORIALE VENETO FRIULANO, 1995, p. 80

TULLIO ALTAN CARLO

ETHNOS E CIVILTA’ identità etniche e valori democratici

FELTRINELLI, 1995, p. 180

SCARTEZZINI R., TULLIO ALTAN CARLO (cur.)

UNA MODERNIZZAZIONE DIFFICILE Aspetti critici nella societa’ italiana

LIGUORI, 1992, p. 184

TULLIO ALTAN CARLO

PROCESSO DI PENSIERO

LANFRANCHI, 1992, p. 354

TULLIO ALTAN CARLO

SOGGETTO SIMBOLO E VALORE per un’ermeneutica antropologica

FELTRINELLI, 1992, p. 260

TULLIO ALTAN CARLO

POPULISMO E TRASFORMISMO

FELTRINELLI, 1989, p. 366

TULLIO ALTAN CARLO

L’OCCIDENTE E IL MERAVIGLIOSO

PROMETEO, 1986, p. 68-77

TULLIO ALTAN CARLO

ANTROPOLOGIA. STORIA E PROBLEMI

FELTRINELLI, 1983, p. 382

TULLIO ALTAN CARLO, CARTOCCI ROBERTO

MODI DI PRODUZIONE E LOTTA DI CLASSE IN ITALIA

ISEDI, 1979, p. 280

TULLIO ALTAN CARLO, MARRADI ALBERTO

VALORI, CLASSI SOCIALI, SCELTE POLITICHE. INDAGINE SULLA GIOVENTU’ DEGLI ANNI SETTANTA

BOMPIANI, 1976, p. 500

TULLIO ALTAN CARLO

I VALORI DIFFICILI. INCHIESTA SULLE TENDENZE IDEOLOGICHE E POLITICHE DEI GIOVANI IN ITALIA

BOMPIANI, 1974, p. 292

TULLIO ALTAN CARLO

LA SAGRA DEGLI OSSESSI. Il patrimonio delle tradizioni popolari italiane nella società settentrionale

SANSONI, 1972, p. 444

TULLIO ALTAN CARLO

MANUALE DI ANTROPOLOGIA CULTURALE. STORIA E METODO

BOMPIANI, 1971, p. 622

TULLIO ALTAN CARLO

Antropologia funzionale

Bompiani, 1968, p. 380

TULLIO ALTAN CARLO

PERSONALITA’ GIOVANILE E RAPPORTO INTERPERSONALE

ISVET, 1967, p. 212


CARLO TULLIO – ALTAN (1916-2005)

Biografia

 

Carlo Tullio Altan (1916-2005) è stato uno dei fondatori della antropologia culturale in Italia.

Nella sua biografia intellettuale dice di sé:

Nel ripren­dere in mano i testi che scrissi e pubblicai a partire dal 1943, e nel leggervi le riflessioni che vi erano riportate, tratte an­che da quaderni di appunti andati perduti, constatai un fat­to che mi sorprese alquanto. Si tratta di scritti che da oltre quarantanni non avevo più ripreso in esame, e di cui avevo quasi del tutto scordato il preciso contenuto. Riletti a tanta distanza di tempo, questi scritti mi rivelarono che molte del­le idee e degli argomenti che mi avrebbero impegnato, con l’apparenza della novità, alcuni decenni dopo, avevano già assunto una prima consapevolezza di se’ in quegli originari e spontanei tentativi di metterli a fuoco. E questo mi ha fat­to tornare alla mente un passo di Ortega y Gasset, che avevo letto allora e che mi era rimasto nella memoria, in cui il filosofo spagnolo sosteneva che le idee prendono possesso di un uomo fra i venticinque e i trentanni, e non lo lasciano più per il resto della sua vita. E penso proprio che, almeno per quanto mi riguarda, questo sia in buona parte accaduto.

In Carlo Tullio – Altan, Un processo di pensiero, Lanfranchi Editore, Milano 1992, p. 15
I suoi studi e riflessioni hanno avuto per oggetto le religioni ed i simboli ( Lo spirito religioso del mondo primitivo, Il Saggiatore, Milano, 1960, Soggetto, simbolo e valore, Feltrinelli, Milano, 1992, Le grandi religioni a confronto, l’età della globalizzazione, Feltrinelli, 2002, Ethnos e Civiltà, Feltrinelli, Milano, 1995), i fondamenti dell’approccio antropologico alla analisi sociale ( Antropologia funzionale, Bompiani, Milano, 1968; Manuale di Antropologia Culturale, Bompiani, Milano, 1971; Antropologia, storia e problemi, Feltrinelli, Milano, 1983), le classi sociali e i valori giovanili (con Alberto Marradi, Valori, classi sociali e scelte politiche, Bompiani, Milano, 1976; con Roberto Cartocci, Modi di produzione e lotta di classe in Italia,Mondadori-Isedi, 1979), la cultura civica degli italiani (La nostra Italia, Feltrinelli, Milano, 1986; Populismo e trasformismo, Feltrinelli, Milano, 1989).
Negli ultimi anni si dedicò all’elaborazione di un idealtipo dell’ethnos, analizzato nelle sue cinque componenti: epos, ethos, logos, genos e topos, allo scopo di trovare una soluzione scientifica sul piano dell’antropologia, al conflitto tra i vari etnocentrismi e l’esigenza di un nuovo ordine internazionale.

Dice di lui Umberto Galimberti: “ La grandezza di Carlo Tullio-Altan non sta tanto nel suo pionierismo, quanto nel fatto che le sue ricerche antropologiche erano guidate da profonde conoscenze filosofiche che facevano riferimento allo strumentalismo deweyano, al materialismo storico, alla fenomenologia, all´esistenzialismo, al neopositivismo, allo strutturalismo, al funzionalismo, perché Tullio-Altan aveva capito che l´uomo è una realtà troppo complessa per essere inquadrata e compresa in una sola idea… Se in occasione della sua morte riprendessimo tra le mani i suoi libri e riflettessimo sulle sue idee, spesso profetiche e anticipatrici, renderemmo a Carlo Tullio-Altan il migliore degli omaggi.”

Nel saggio poco conosciuto, perché diffuso soprattutto fra operatori sociali, che presentiamo qui sotto Carlo Tullio – Altan presenta un modello di analisi dell’ “uomo in situazione” di grande forza analitica, sia per leggere ed interpretare i “segni dei tempi” che attraversiamo, sia  per attraversarli come soggetti consapevoli dell’intreccio che contraddistingue la nostra esistenza nel tratto di vita che ci è assegnato.


img_0034

2016-01-16_124222


Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Classificazione degli argomenti

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 3.532 follower

Follow MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI on WordPress.com

Articoli Recenti

Archivi

Statistiche del Blog

  • 1,563,401 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: