MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

Home » CONVEGNI, INCONTRI, FESTIVAL » PARCHI E GIARDINI NELLA REALTA’ URBANA. Le politiche, i progetti, le realizzazioni concrete, 9 aprile 2017 ore 15.00 – 19.00 nell’Aula Consiliare del Comune di, Basiglio (Milano), a cura della Università Cattolica del Sacro Cuore Dipartimento di Sociologia – Urban Life and Territorial Research Agency (ULTRA) in collaborazione col Comune di Basiglio

PARCHI E GIARDINI NELLA REALTA’ URBANA. Le politiche, i progetti, le realizzazioni concrete, 9 aprile 2017 ore 15.00 – 19.00 nell’Aula Consiliare del Comune di, Basiglio (Milano), a cura della Università Cattolica del Sacro Cuore Dipartimento di Sociologia – Urban Life and Territorial Research Agency (ULTRA) in collaborazione col Comune di Basiglio

Università Cattolica del Sacro Cuore

Dipartimento di Sociologia – Urban Life and Territorial Research Agency (ULTRA)

in collaborazione col Comune di Basiglio

Il 9 aprile 2017 ore 15.00 – 19.00

nell’Aula Consiliare del Comune di,  Basiglio (Milano)

si terrà un seminar sul tema

 

Parchi e giardini nella realtà urbana 

Le politiche, i progetti, le realizzazioni concrete

 

Introduce Enrico Tacchi, Sociologo, Direttore di ULTRA, Università Cattolica del Sacro Cuore

Relatori 

Giancarlo Mazzone (Economista) e Laura Vigorelli (Storica del paesaggio), Il ’Patto per il Verde’ in una new town milanese: Milano Tre e il Comune di Basiglio 

Roberto Ripamonti, (Urbanista), Parchi e giardini alla scala locale. Progetti e risultati in centri dell’Insubria

Giovanni Sala e Paolo Lassini, (Agronomi della Land srl, Milano), Il verde alla scala locale

Bruna Vanoli Gabardi, (Avvocato, Consulente urbanistico di Assoedilizia), Sulle regole per il verde privato nella Città Metropolitana di Milano

Judith Wade, (Fondatrice della rete ‘Grandi Giardini Italiani),  Come 122 grandi giardini italiani vengono vissuti, goduti, curati e amministrati

Conclude Andrea Villani, ULTRA, Università Cattolica del Sacro Cuore

Con l’occasione sarà presentato il rapporto di Giovanni Sala, Paolo Lassini e Luigi Bertin, Spazi Verdi- Manuale di progettazione e gestione agro-ambientale.

Editore Edagricole – New Business Media


Prima stesura 21 febbraio 2017

 

Andrea Villani

Il verde nella nostra storia

 

1.Il verde è sempre stato nella mia, nella nostra storia:  il verde del nostro orto,  il verde del nostro piccolo giardino, il verde della campagna, espressione  –  come si disse quando questa scomparve  –  di civiltà contadina.

Poi siamo emigrati nella grande città;  il verde personale è stato per noi

quello del terrazzino,  ma è rimasto il piccolo orto-giardino  della casa degli avi,  e questa è stata e rimane per noi una fondamentale eredità culturale.

 

  1. Ma da decenni ormai è entrato nel dibattito tecnico, architettonico, culturale e civile, (e forse, anzi certamente per molti, con una valenza religiosa) il tema dell’ambiente, il tema del verde, la necessità per ogni borgo, per ogni villaggio, per ogni città. per ogni nuovo quartiere urbano, di avere grandi e piccoli giardini come essenziali, necessari alla vita; necessari – è stato scritto – persino alla quotidiana gioia di vivere o quanto meno a una accettabile condizione di vita. E si è avuto anche sempre più il coraggio o l’incoscienza di parlare come di una condizione necessaria per vivere, di felicità.

 

  1. Di fatto nella realtà, o su magnifici volumi illustrati, e oggi sempre più attraverso il web, abbiamo potuto vedere e godere parchi e giardini creazioni del tempo nel quale soggetti dotati di potere realizzavano – per se’ innanzitutto – mirabili realtà nelle quali l’architettura si fondeva con linguaggi classici o romantici, con i fiori,  gli alberi, i prati,  in un gioco inesprimibile a parole, di acque e di colori.

 

  1. Oggi, come regola generale i grandi parchi e giardini sono passati – in una splendida eredità  – dai principi al popolo.

E certo, questa preziosa eredità, per l’enorme pressione delle masse del turismo,  non può essere goduta da ciascuno di noi nella contemplazione

e nel silenzio, come è il sogno di chi ricerca nella vita, accanto alle cose di ordinaria banale necessità, momenti di unione – che osiamo definire mistica – con la natura,  per trascendere la concreta realtà delle cose,  in un’estrema visione e sogno di bellezza.

 

  1. Il nostro ambizioso progetto è dare un contributo, uno stimolo per una diffusione di una cultura personale per la propria casa, per il proprio terrazzino, ma anche per il giardino condominiale, per i piccoli interstizi nelle aree residuali tra gli edifici di città, di borghi, di villaggi, e anche per giardini più grandi.

La sfida è: pensare, osservare, attraverso esperienze pur oggi realizzate, gli esempi da seguire, perchè anche oggi il popolo nella società  liberale e democratica deve essere in grado di progettare e realizzare – in modo ovviamente molto più diffuso del passato –  giardini espressioni della massima capacità creativa di ogni comunità; capace anche di realizzare in concreto questi nuovi, significativi progetti,  con la sfida poi di saperli rispettare,  anzi –  osiamo dire, dobbiamo dire – amare, come fossero creature umane.


Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Classificazione degli argomenti

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 3.671 follower

Follow MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI on WordPress.com

Articoli Recenti

Archivi

Statistiche del Blog

  • 1,638,223 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: