eutanasia, assistenza medica alla morte volontaria

la Corte d’Assise di Milano si è espressa su Marco Cappato: rinviati gli atti del processo alla Corte Costituzionale, 14 febbraio 2018

Mercoledì 14 febbraio, la Corte d’Assise di Milano si è espressa su Marco Cappato, l’esponente radicale dell’associazione Luca Coscioni che nel 2017 ha accompagnato Dj Fabo in Svizzera per il suicidio assistito.

La Corte d’Assise di Milano ha rinviato gli atti alla Corte Costituzionale.

Non c’è stata l’assoluzione che molti si aspettavano, il tribunale di Milano ha deciso, dunque, che la materia merita l’analisi della Corte Costituzionale, questo vuol dire che gli atti saranno trasmessi alla Consulta affinché valuti la legittimità costituzionale dell’aiuto al suicidio, reato che prevede una pena tra i 6 e i 12 anni di carcere.

La pronuncia della Corte Costituzionale non avrà effetti solo sul processo a Cappato, ma potrebbe dare una significativa impronta sulla materia del fine vita

vai alla intera scheda

Cappato | Rinviati gli atti del processo alla Corte Costituzionale

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...