Agenda delle politiche sociali e dei servizi

riforma delle pensionie “quota 100”: Alberto Brambilla, vorrebbe spostare dallo Stato alle imprese l’onere da sborsare per mandare in pensione prima del tempo i dipendenti, da La Stampa, 4 giugno 2018

La riforma delle pensioni che Luigi Di Maio vuole approvare punta sulla “quota 100”, ovvero la somma di 36 anni di contributi e almeno 64 anni di anzianità. Ma garantire la copertura economica della misura non è semplice e l’estensore del programma gialloverde, Alberto Brambilla, vorrebbe spostare dallo Stato alle imprese l’onere da sborsare per mandare in pensione prima del tempo i dipendenti, come si fa da anni per gestire gli esuberi nel settore bancario. La scelta rischia però di aprire subito lo scontro tra esecutivo e aziende

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.