IL DOMINIO DELLA TECNICA TRA EUROPA E POLITICA, in Giornale di Brescia, 25 gennaio 2019. Lettera di Emanuele Severino sulle ragioni filosofiche che hanno portato il filosofo bresciano ad aderire al Manifesto di Carlo Calenda

Il pensiero di Emanuele Severino nella sua "regale solitudine" rispetto all'intero pensiero contemporaneo

IL DOMINIO DELLA TECNICA TRA EUROPA E POLITICA
Giornale di Brescia, 25 gennaio 2019

Lettera di Emanuele Severino sulle ragioni filosofiche che hanno portato il filosofo bresciano ad aderire al Manifesto di Carlo Calenda.

Gentile direttore, perché – mi si chiede – ho aderito al «manifesto» di Carlo Calenda? Me lo si chiede anche a Brescia. Rispondo facendo riferimento non alla mia persona, ma alla dimensione a cui si rivolgono i miei scritti: la filosofia. Dicendo innanzitutto che la filosofia non «appartiene» ad alcun partito politico, ma all’opposto sono i partiti a farsi guidare, più o meno consapevolmente dal pensiero filosofico e quindi ad «appartenergli». Lo scorso ottobre avevo comunque pubblicato sul Corriere della sera un articolo dedicato al libro di Calenda «Orizzonti selvaggi. Capire la paura e ritrovare il coraggio» (Feltrinelli 2018) – un libro di alto livello culturale oltre che politico. Pubblicato dunque, il mio articolo, prima…

View original post 1.129 altre parole

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.