Patrizia Pedrazzini analizza il cosiddetto “caso Bibbiano”, in forumsalutementale.it, settembre 2019

un estratto:

Cercando di capire, evito di leggere i commenti che accompagnano le notizie riportate dai social; a volte la curiosità prende il sopravvento ma me ne pento in fretta perché, se non appartengono a professionisti o comunque a persone che s’interrogano e che cercano di approfondire, sono spesso conditi da volgarità, da sentenze grevi per lo più nei confronti delle assistenti sociali. Siamo un facile bersaglio! Anche ai non addetti ai lavori dovrebbe essere chiaro che l’indagine nei confronti di un sospetto abuso presuppone un incarico del Tribunale ed ancor di più l’allontanamento di un bambino dai suoi genitori è dettato da un decreto del Giudice; lo può fare anche il Sindaco, con lo strumento dell’Ordinanza, ma solo in casi urgenti, con l’obbligo di dimostrare che non si possono aspettare i tempi del Tribunale (ed è vero che, a volte e purtroppo, occorre agire in fretta perché il rischio per il bambino è troppo elevato) ed in ogni caso si tratta di un provvedimento che il Giudice deve poi convalidare.

Ciononostante i giudizi sprezzanti, denigratori, sono diffusi e si prestano al rischio di strumentalizzazioni e di addossare responsabilità solo ad alcuni degli attori di quella brutta vicenda.”

per l’intero articolo vai a

Bibbiano. E tu che ne pensi? « forumsalutementale.it

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.