La tempesta creativa da cui nessuno ci salverà – Editoriale di Diego Minonzio, in La Provincia 3 maggio 2020

Prima è arrivata la fase uno ed eravamo tutti angosciati per il diffondersi del contagio e della malattia.

Ora sta arrivando la fase due e siamo già tutti angosciati per il rischio che tornino il contagio e la malattia, che abbiamo appena sconfitto.

Poi arriverà la fase tre e siamo già tutti angosciati per l’incombere certo e stracerto della depressione, della recessione e della disoccupazione.

Ma poi, puntuale come la morte, arriverà la fase quattro, e siamo già tutti angosciati al pensiero delle migliaia e migliaia e migliaia di intellettuali di ogni genere e grado che si sentiranno in dovere di scrivere qualcosa di indimenticabile sulla vita ai tempi del coronavirus.

E allora sì che saranno veramente cazzi. Altro che fase uno, due e tre.

 

da  La tempesta creativa da cui nessuno ci salverà – Editoriali, italia

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.