Piacere e fedeltà. I millennials e il sesso, di Gianpiero Dalla Zuanna e Daniele Vignoli (il Mulino), 2021

Greta Sclaunich su Sette (Corriere della Sera): «A cinquant’anni dalla rivoluzione sessuale e dall’amore libero, è la rivincita dell’amore romantico. Le relazioni dei ventenni ricalcano passo passo quelle dei loro nonni: coppie solide e fedeli, fidanzamenti lunghi in casa. Proprio come una volta. […] Ma fra nonni e nipoti c’è una differenza fondamentale: l’intimità fisica che si sviluppa fin da subito, marcando l’inizio di una nuova fase della rivoluzione sessuale. Segnata dall’abbassamento dell’età delle prime volte, dal porno e dal sesso online, ma anche dallo sdoganamento (soprattutto fra le ragazze) dei discorsi sul tema. “La forza dei rapporti di coppia e la sessualizzazione dei giovani sono due facce della stessa medaglia: non si può parlare di piacere senza parlare di fedeltà, e, anzi, più il secondo si rafforza, più il primo migliora”, riassume il professore ordinario di Demografia all’Università di Padova Gianpiero Dalla Zuanna, introducendo il concetto cardine del saggio intitolato appunto Piacere e fedeltà. I millennials italiani e il sesso (il Mulino), di cui è autore insieme al collega demografo Daniele Vignoli. […] A cambiare, e parecchio, è la prima volta stessa. Nella generazione dei nonni, la stragrande maggioranza delle donne (97%) la viveva all’interno di una relazione stabile, contro una percentuale molto più bassa degli uomini, pari al 62%. Il divario si è via via assottigliato, al punto che oggi le percentuali si avvicinano molto: 70% per lui e 87% per lei. Significa che “anche i maschi identificano la soddisfazione sessuale nell’unione di coppia”, spiega Dalla Zuanna: “da questo consegue che anche per loro la fedeltà diventa fondamentale. Se si cercano altri partner, anche solo per il sesso, l’unione di coppia non ha più senso. Bisognerà vedere a cosa porterà sul lungo periodo: forse a un aumento delle separazioni, perché quando una relazione non funziona più si è meno disposti a cercare di riconciliarsi”. […] La verità è che i ventenni in coppia hanno una vita sessuale più appagante degli amici single: i primi dichiarano almeno un rapporto a settimana 7 su 10) e i secondi meno di uno al mese (1 su 2). “Di amore libero, insomma, non troviamo più traccia. Ma a ben guardare è stato proprio l’amore libero a gettare le basi di questo ritorno all’amore romantico: è grazie alla libertà di vivere le relazioni che le persone oggi scelgono, con soddisfazione, di stare in coppia”, sintetizza Dalla Zuanna».

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.