Presidente della Repubblica. L’intervento di Matteo Renzi all’Assemblea dei grandi elettori del Pd: ”Chi vuole bruciare qualcosa brucia i falò, non i nomi”, 29 gennaio 2015


Clicca qui per il VIDEO

http://www.youdem.tv/v/275172

 

AUDIO degli ultimi 4 minuti dell’ intervento di Matteo Renzi all’Assemblea dei grandi elettori del Pd:

DI PRINZIO ANGELINA – Management del servizio sociale – Carocci editore


Indice

Prefazione. Un libro per riflettere sui servizi sociali in un’epoca di cambiamento di Marco Burgalassi
Premessa di Angelina Di Prinzio
1. L’evoluzione dello Stato sociale e le nuove linee di indirizzo di politica sociale degli ultimi anni
Un inquadramento della questione di Angelina Di Prinzio ed Eleonora Melchiorre/L’attuale organizzazione dei servizi e le nuove competenze professionali dell’assistente sociale di Eleonora Melchiorre/Le strategie di intervento per la promozione del welfare locale e la valorizzazione del contesto territoriale di Eleonora Melchiorre/In sintesi/Domande di autoverifica
2. Il principio di sussidiarietà tra dimensione valoriale e prassi organizzativa di Angelina Di Prinzio
Riflessioni introduttive/L’esternalizzazione dei servizi: luci e ombre/La funzione di monitoraggio, controllo e valutazione dei servizi esternalizzati/In sintesi/Domande di autoverifica
3. Nuove sfide del servizio sociale tra spinte manageriali e cultura della solidarietà
L’assistente sociale e le relazioni funzionali e organizzative.Riflessioni introduttive di Angelina Di Prinzio/I comportamenti organizzativi e le capacità manageriali di Maria Masuri/L’integrazione tra competenze tecniche e competenze amministrative di Angelina Di Prinzio/Il coordinamento e la gestione delle risorse umane di Angelina Di Prinzio/In sintesi/Domande di autoverifica
4. Il Sistema informativo dei servizi sociali di Patrizia Cristofani
Che cosa è il Sistema informativo dei servizi sociali (SISS)/Il contesto normativo locale/La Cartella sociale informatizzata (CSI)/Il SISSe la valutazione dei servizi sociali/In sintesi/Domande di autoverifica
5. Un’esperienza territoriale di integrazione sociosanitaria: il Punto unico di accesso di Laura Paradiso
Premessa/La programmazione sociosanitaria integrata/Breve analisi degli strumenti di pianificazione integrata sul territorio per la gestione dei servizi alla persona/Il Rapporto sullo stato dell’integrazione sociosanitaria nella Regione Lazio/La sperimentazione del PUA. Uno studio di caso: il PUA del Municipio Roma VII (ex MunicipioIX)/Distretto 9/In sintesi/Domande di autoverifica
6. Il sistema dell’accreditamento

L’accreditamento sanitario e sociale di Marta Barra/Modelli di accreditamento regionali di Marta Barra/L’accreditamento in ambito sociale di Marta Barra/L’esigibilità del diritto e la libertà di scelta nell’istituto dell’accreditamento di Marta Barra/Il sistema di accreditamento nel Comune di Roma: note introduttive di Marta Barra/Il sistema di accreditamento degli organismi che operano nei servizi sociali di prossimità: l’esperienza del Comune di Roma Capitale diMarina Scala/La deliberazione della Giunta comunale 755/2000 diMarina Scala/Il ruolo e i diritti del cittadino di Marina Scala/La deliberazione della Giunta comunale 1532/2000: nasce il Registro cittadino di accreditamento di Marina Scala/Criticità del sistema e nuove ipotesi messe in campo: obiettivi della deliberazione della Giunta comunale 355/2012 di Marina Scala
Note
Bibliografia

Gli autori

da Carocci editore – Management del servizio sociale.

DOTTI MONICA – Il servizio sociale ospedaliero, Carocci Faber, 2015


Indice

Prefazione di Annamaria Campanini

Introduzione

1 Le voci del verbo “curare”

Cura, corpo, sintomo, dolore, malattia/Teorie sociologiche sulla malattia/La salute e le sue disuguaglianze/Vulnerabilità, fragilità sociale e indicatori

2 Sulla scena della cura

L’ospedale: il tempio della cura?/L’efficienza dell’assistenza ospedaliera/Gli attori in scena

3 L’assistente sociale in ospedale

Storia e attualità del servizio sociale in ospedale/Obiettivi del lavoro/Etica e standard di riferiment/L’urgenza come caratteristica del lavoro in ospedale: ipotesi per un triage sociale/Modelli organizzativi per il servizio sociale ospedaliero

4 Il “kit professionale” dell’assistente sociale nel contesto ospedaliero tra metodologia e progettualità

L’ascolto/Il colloquio/Il counseling/La conduzione di gruppi di auto-mutuo-aiuto/La visita domiciliare/La documentazione/La supervisione/Presentazione di alcuni casi clinici

5 Il punto di vista degli assistenti sociali: esiti di focus group telematici

Il disegno della ricerca/ Caratteristiche dell’attività in ospedale e unità operative di interfaccia/Punti di forza e di debolezza del lavoro/Significato, funzionalità e opportunità per il servizio sociale in ospedale/Assistenti sociali: chi apprezza il loro lavoro?/Utilizzo del camice bianco/Il livello di soddisfazione degli assistenti sociali ospedalieri

Conclusioni

Note

Bibliografia

da Carocci editore – Il servizio sociale ospedaliero.

Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati, il testo legislativo approvato al Senato, gennaio 2015


Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati,

il testo legislativo approvato al Senato, gennaio 2015:

ITALICUM

I Presidenti della Repubblica dagli anni ’60 a oggi, 29 gennaio 2015


 

Matteo Renzi: Trame, segreti, finti scoop, balle spaziali e retropensieri: basta una sera alla Tv e finalmente capisci la crisi dei talk show in Italia, da Twitter


Trame, segreti, finti scoop, balle spaziali e retropensieri:

basta una sera alla Tv e finalmente capisci la crisi dei talk show in Italia

da https://twitter.com/matteorenzi/status/559829544970878976

inaugurazione a Villaguardia (Como) del Caffè Alzheimer, IL CAFFE’ DELLA MEMORIA, Fondazione Bellaria, Appiano Gentile (Como), 5 febbraio, ore 15,30


BELALRIA

 INAUGURAZIONE 

GIOVEDì 05 FEBBRAIO 2015 ALLE ORE 15:30

C/O IL CENTRO PER ANZIANI

DI VIA VITTORIO VENETO N°51- VILLA GUARDIA

si svolgerà l’inaugurazione

del CAFFÈ ALZHEIMER

“IL CAFFE’ DELLA MEMORIA”

IL CAFFÈ SARÀ APERTO OGNI 1° E 3° GIOVEDI’ DEL MESE, DALLE 15.00 ALLE 17.00 

Il progetto “Al Caffè della Memoria” è nato grazie al contributo della Fondazione Provinciale della Comunità Comasca Onlus, al sostegno finanziario del Fondo della Cassa Rurale ed Artigiana di Cantù e di SCA, proprietaria del marchio TENA. Il Caffè andrà ad ampliare la rete dei servizi domiciliari della Fondazione, da anni impegnata ed attiva nel dare una risposta ai bisogni del territorio.

Appiano Gentile, 12 GENNAIO 2015

Giovedì 5 febbraio p.v. Fondazione Bellaria inaugurerà il suo primo Caffè Alzheimer “Il Caffè della Memoria”.

Il servizio, nato originariamente in Olanda nel 1997, è finalizzato al contenimento dell’impatto sociale che accompagna la malattia ed è quindi rivolto, oltre che alle persone affette da Alzheimer, anche a tutta la rete di assistenza che supporta il malato.

Gli incontri con i familiari saranno seguiti dalla Psicologa, Dott.ssa Luciana Quaia, da anni impegnata nella ricerca sulle demenze, autrice di numerosi articoli e testi sull’Alzheimer.

Le attività rivolte ai malati saranno invece organizzate e condotte dalla Dott.ssa Maria Esposito, Educatrice del Nucleo Alzheimer presente presso la nostra Fondazione.

Gli appuntamenti, GRATUITI, proseguiranno fino a Dicembre 2015, ogni 1° e 3° giovedì del mese.

Le attività proposte saranno semplici e divertenti, pensate per rispondere alle più ampie esigenze di coloro che vi parteciperanno.

Oltre ai Laboratori ludici ed esperienziali, il Caffè Alzheimer si propone l’obiettivo primario di creare una rete di sostegno che supporti e prepari i familiari alle progressive fasi della malattia, attraverso la creazione di un gruppo di mutuo aiuto che favorisca, davanti ad un buon caffè, il dialogo e la condivisione di aspetti che riguardano la gestione della malattia.

Il Comune di Villa Guardia, riconoscendo l’importanza ed il valore della costituzione del Caffè Alzheimer, si è reso disponibile a patrocinare il progetto, grazie anche alla disponibilità dell’Associazione “Incontro” di Villa Guardia, mettendo a disposizione la sede presso la quale si svolgeranno gli incontri.

Non in ultimo la realizzazione del progetto è stata possibile anche attraverso un contributo finanziario versato dalla SCA HYGIENE PRODUCTS S.p.a, depositaria del marchio TENA, azienda globale che opera nel settore dell’igiene.

PROGRAMMA INAUGURAZIONE 

“Il Caffè della Memoria”si racconta… 

Saluto delle autorità 

Manila Leoni

Direttore Generale di Fondazione Bellaria Onlus

presentazione del Progetto 

Luciana Quaia

Psicologa

conoscere l’Alzheimer

 

La testimonianza di un familiare

Convivere con l’Alzheimer 

Al termine dell’inaugurazione sarà offerto un buffet

Per saperne di più è possibile rivolgersi allo 031. 93. 06. 75

o alla Dott.ssa Marina Maghetti contattabile al seguente numero 031.93.06.75 (interno 380) oppure scrivendo al seguente indirizzo E-mail: marina.maghetti@bellaria.org

bellaria

 

bellaria


Vai alla scheda


QUAIA ALZ RIAB COGN CAROCCI

vai alla scheda

Scorri la rete analitica dei temi

Archivio cronologico

Follow POLITICHE SOCIALI e SERVIZI on WordPress.com

Statistiche del Blog

  • 1,124,399 visite

Benvenuti e bentornati, Paolo Ferrario

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.066 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: