Perché La Buona Scuola è meglio della vecchia, di Mario Piras | in Le parole e le cose


VAI A

Perché La Buona Scuola è meglio della vecchia | Le parole e le cose.

LA NOSTRA SPESA PENSIONISTICA E’ 4 VOLTE SUPERIORE A QUELLA SCOLASTICA | CGIA MESTRE, maggio 2015


Secondo l’elaborazione effettuata dall’Ufficio studi della CGIA, l’Italia ha la spesa pensionistica più elevata d’Europa (il 16,8 per cento del Pil, pari a poco meno di 270 miliardi di euro all’anno), mentre è al penultimo posto negli investimenti per l’istruzione (il 4,1 per cento del Pil, che equivale a 65,5 miliardi di euro all’anno). In questo settore solo la Spagna presenta uno score peggiore del nostro (4 per cento del Pil).

In ogni caso, la nostra spesa pensionistica è 4 volte superiore a quella scolastica. Nessun altro Paese dell’area dell’euro presenta uno “squilibrio” così evidente. In Ue, ad esempio, le pensioni costano mediamente “solo” 2,6 volte l’istruzione, in Francia 2,7 volte, mentre in Germania 2,5 (vedi Tab. 1).

tutta la scheda qui

LA NOSTRA SPESA PENSIONISTICA E’ 4 VOLTE SUPERIORE A QUELLA SCOLASTICA | CGIA MESTRE.

Relazione 2014 della Banca d’Italia – da Regioni.it


vai a:

Regioni.it – n. 2731 del 26-05-2015 – Relazione 2014 della Banca d’Italia – Regioni.it.

Grecia: referendum sull’accordo, articolo di Raffaele Zenti, in AdviseOnly Blog


vai a

Grecia: referendum sull’accordo, banche e Borsa chiuse. E adesso? | AdviseOnly Blog.

IL JOBS ACT TRA POLITICHE ATTIVE E AGENZIA NAZIONALE: UN’OCCASIONE PERDUTA?, Fondazione Anna Kuliscioff e Jobbing Centre, Lunedì 13 Luglio 2015 ore 14.00 – 18.00 Camera di Commercio (Sala Parlamentino), via Meravigli – Milano (MM1 Cordusio – tram 16, 27 fermata Cordusio / Meravigli)


Fondazione Anna Kuliscioff e Jobbing Centre vi invitano al convegno:
 
IL JOBS ACT TRA POLITICHE ATTIVE E AGENZIA NAZIONALE: UN’OCCASIONE PERDUTA?
 
Sarà una giornata di riflessione sul Jobs Act: aspetti positivi e criticità alla luce dei dati sul mercato del lavoro e delle migliori pratiche avviate in Lombardia. 
 
Lunedì 13 Luglio 2015       
 
ore 14.00 – 18.00
 
Camera di Commercio (Sala Parlamentino), via Meravigli – Milano (MM1 Cordusio – tram 16, 27 fermata Cordusio / Meravigli)
 
Introduce: 
 
Walter Galbusera (Presidente della Fondazione Anna Kuliscioff) 
 
Interverranno esperti di economia e politiche del lavoro come Gianni Bocchieri, Alessandro Borgialli, Marco Leonardi, Claudio Negro, Giuseppe Zingale e rappresentanti delle parti sociali Roberto Benaglia, Serena Bontempelli, Daniele Gazzoli, Massimo Bottelli. 
 
Chiudono i lavori:
 
Valentina Aprea (Assessore all’Istruzione, Formazione – Regione Lombardia)
 
Onorio Rosati (Consigliere regionale – Regione Lombardia)
 
 
Per informazioni:
 
claudionegro50@libero.it  – Tel. 3397658884
Ufficio stampa:
 
Cinzia Messori – tel.3357788020

“Il Nuovo Welfare Lombardo: ci siamo” Milano 7 luglio 2015


Buongiorno,
certi di farvi cosa gradita vi segnaliamo l’evento Salute sIncontra “Il Nuovo Welfare Lombardo:ci siamo” che si terrà a Milano il 7 luglio presso  l’Auditorium Testori, Palazzo Lombardia
 
Per partecipare all’evento si prega di compilare e restituire il modulo allegato all’indirizzo eventi@tempi.it  
 
Cordiali saluti

E’ uscito il numero 290 di Animazione Sociale, 2015


Caro abbonato e cara abbonata

A breve riceverai il numero 290, il terzo del 2015.

Ecco i principali contenuti di un numero importante (aggiornamenti costanti su facebook.com/animazione.sociale):

>> Maestr

o è chi insegna l’amore per il sapere. Se c’è un ruolo che la scuola può giocare nella prevenzione, è testimoniare il carattere erotico della cultura. Una lezione di Massimo Recalcati sulla funzione educativa della scuola.

>> Produrre Servizi è tutelare diritti. Nella storia dei Servizi sociali e sanitari sono racchiuse le ragioni e le possibilità per andare “oltre la crisi”. Un testo di Franca Olivetti Manoukian da studiare e discutere.

>> A un giovane operatore della salute mentale. Raccogliendo l’invito di Eugenio Borgna a preparare la “terza rivoluzione in psichiatria” (nr. 286) Peppe Dell’Acqua scrive una “lettera aperta” alle nuove generazioni.

>> Costruirsi una vita al di là della “malattia mentale”.  Oltre 40 pagine dedicate a un concetto generativo nell’ambito della salute mentale: recovery. Significa “ripresa di sé” e rimanda al viaggio che ciascuno compie nel costruirsi una vita al di là della malattia. Utili indicazioni per servizi, operatori, politiche. Testi di Roberto MezzinaIzabel MarinAnita EusebiManuela Ciambellini, Luca NegrognoFabrizio Starace.

>> Il limite nella quotidianità dell’educare. Di fronte al limite, l’atteggiamento dell’educatore non è negarlo in modo narcisistico, né subirlo in modo passivo, ma sostarvi per intravedere le possibilità che il vincolo comunque apre. Di Giulia Zanardi

>> Il farsi del viaggio educativo con il bambino. Se ogni viaggio è un’esplorazione della vita, che viaggio è quello di un educatore professionale a fianco di bambini e ragazzi segnati da difficoltà? Di Gilda Vischia.

>> Nel bazar il Manifesto delle Case del Quartiere di Torino. I diari sono storie di recovery raccontate da persone con esperienza di disturbo mentale grave. Le Locande sociali ci portano in una piola torinese, nella casbah di Porta Palazzo.

Buona lettura!

La redazione di Animazione Sociale

corso Il ruolo del tutor e la conduzione del gruppo nella formazione di operatori psico-sociali, socio-educativi e socio-sanitari, da formarSI agli Innocenti


si segnala che sono aperte le iscrizione al corso Il ruolo del tutor e la conduzione del gruppo nella formazione di operatori psico-sociali, socio-educativi e socio-sanitari.  Il corso intende promuovere le competenze interdisciplinari di professionisti e aspiranti formatori che siano coinvolti in azioni di tutorship entro contesti formativi di piccole, medie o grandi dimensioni. Durata 18 ore. Periodo di svolgimento 17 settembre-15 ottobre 2015. Scadenza iscrizioni 1 settembre 2015. Crediti: Ordine Assistenti Sociali. Sede Istituto degli Innocenti. Brochure scheda di iscrizione
Gli altri corsi  dell’offerta formativa 2015 in programmazione a settembre:
– Corso Lo spazio neutro. Il corso intende offrire ai partecipanti l’occasione per approfondire: la normativa di riferimento, i riferimenti tecnici, i presupposti teorici e le tipologie di incontri che possono essere attuati in uno spazio neutro, le indicazioni teoriche ed applicative circa le metodologie di ascolto, di osservazione e di intervento. Durata 16 ore. Periodo di svolgimento 23-25 settembre 2015. Scadenza iscrizioni 7 settembre 2015. Crediti: Ordine assistenti sociali, ECM. Sede Istituto degli Innocenti. Brochure scheda di iscrizione.
– 28 settembre 2015: seminario di approfondimento La Family Group Conference.  Il seminario intende approfondire il modello operativo Family Group Confence, le fasi e gli strumenti, le figure chiave coinvolte. Durata: 6 ore. Orario 10.00-17.00. Scadenza iscrizioni: 15 settembre 2015. Sede Istituto degli Innocenti.Brochure e scheda di iscrizione.
–  Corso Educare con le nuove tecnologie.  Il corso è finalizzato allo sviluppo di conoscenze, abilità e competenze nell’utilizzo a fini educativi di strategie innovative di didattica digitale, oltre che di media education:si intende mettere in grado i destinatari di progettare, programmare, realizzare e valutare attività educative basate sull’accesso e sull’uso dei media digitali. Durata 18 ore. Periodo di svolgimento 15-30 settembre 2015. Scadenza iscrizioni 31 agosto 2015. Sede: Istituto degli Innocenti. Brochure e scheda di iscrizione.

Ulteriori informazioni sono disponibili su http://www.formarsi.istitutodeglinnocenti.it   ricordiamo inoltre che è attiva la nostra pagina facebook www.facebook.com/Formarsi.agli.Innocenti  sulla quale può trovare informazioni e aggiornamenti sulle nostre iniziative formative e altre notizie di interesse per i professionisti impegnati nel mondo dell’infanzia

da formarSI agli Innocenti – scheda progetto.

Le novità del sito del Gruppo Solidarietà al 29/6/2015


Le novità del sito del Gruppo Solidarietà al 29/6/2015

Gruppo Solidarietà, Via Fornace, 23 – 60030 Moie di Maiolati S. (AN) – Tel. e Fax 0731 703327 – e-mail:grusol@grusol.it

Non rispondere a questo messaggio. Per comunicazioni utilizzare solo grusol@grusol.it

PER SOSTENERE LE NOSTRE ATTIVITA’
IL 5 PER MILLE AL GRUPPO SOLIDARIETA’
Codice fiscale 91004430426


Informazioni
– Il Cantico che non c’era
– I ticket in sanità. Inutili, iniqui, dannosi
– Censis: spesa per il sociale ridotta dell’81% in 7 anni
– FISH a Lorenzin: ripartiamo dal budget di salute
– I nuovi servizi sociosanitari nella regione Marche
– Decreto Fondo non autosufficienze 2015. Criteri e riparto
– Marche. Riparto 2015 fondo non autosufficienze (anziani)
– Rifugiati: i limiti della rilocalizzazione
– Raccontiamo noi l’inclusione. Le interviste integrali
– Nella scuola servirebbe un po’ di coraggio
– Disabilità. L’alternanza scuola-lavoro
– Autismo delle persone adulte e rete di sostegno
– Fish. 2009-2015: 1.250.000 controlli sugli invalidi
– Quattro passi. Rifacciamo la scuola
– Indagine sostenibilità del SSN. Approvazione Commissione Sanità Senato


Voce sul sociale
– Jesi. Tagli servizi sociali. La lettera delle famiglie
– Convenzioni RP anziani nelle AA.VV., Fermo e Macerata e prestazioni aggiuntive
– Le richieste di Trasparenza e diritti ai candidati presidenti
– Lea sociosanitari nelle Marche. Il parere del Ministero della Salute
– Interrogazione su assistenza tutelare e centri diurni disabili. Le inesatte risposte regionali
– Perché la delibera su fondo solidarietà e accordo contrattuale va cambiata
– Come cambiano i servizi sociosanitari nelle Marche
– Marche. LEA sociosanitari. Interrogazione parlamentare
– Alcune riflessioni sui “nuovi” Centri diurni disabili della regione Marche

Newsletter S.O.S. Servizi Sociali On Line Anno VI, n° 20 del 29.6.15


vai a:

Newsletter S.O.S. Servizi Sociali On Line Anno VI, n° 20 del 29.6.15.

che cosa sono le mappe concettuali ? da Le mappe concettuali sono uno strumento inclusivo — Your Edu Action


che cosa sono le mappe concettuali ? vai a: Le mappe concettuali sono uno strumento inclusivo — Your Edu Action.

CHRIS HANRETTY, STEFANIA PROFETI (A CURA DI) Politica in Italia I fatti dell’anno e le interpretazioni. Edizione 2015, il Mulino


Dopo aver conquistato la leadership del proprio partito alla fine del 2013, ed essere salito a Palazzo Chigi nel mese di febbraio 2014, Matteo Renzi ha impresso una decisa accelerazione all’annoso dibattito sulla riforma delle istituzioni e delle politiche pubbliche nel nostro paese. Senato, riforma elettorale, pubblica amministrazione, crisi economica e lavoro fra i temi «caldi» dell’agenda. Un’agenda costellata di molti annunci, di qualche rinvio e di importanti realizzazioni. Il volume, grazie al qualificato contributo di studiosi italiani e stranieri, offre un’analisi dettagliata di questo «anno del rottamatore», soffermandosi sui fatti principali che hanno interessato il sistema politico, le istituzioni e la società italiana nel suo complesso.

Indice: Gli avvenimenti del 2014, a cura di R. Vignati. – Introduzione. L’anno del rottamatore, di C. Hanretty e S. Profeti. – 1. Il Pd di Matteo Renzi, di M. Guidi. – 2. La formazione del governo Renzi, di C. Forestiere. – 3. Le elezioni europee del maggio 2014: ancora e sempre di second’ordine?, di E. Bressanelli. – 4. La Presidenza di turno italiana: un bilancio in chiaroscuro, di M. Brunazzo. – 5. Politica e riforme del mercato del lavoro. Il Jobs Act di Renzi, di G. Picot e A. Tassinari. – 6. I governi locali al tempo della crisi, di S. Bussu e M.T. Galanti. – 7. L’Italia verso la (ennesima) riforma elettorale, di G. Baldini e A. Renwick. – 8. Le difficili condizioni delle carceri italiane: segnali di svolta?, di A.D. Colombo e L. La Fauci. – 9. Corruzione centripeta e centrifuga nella post-democrazia italiana, di D. della Porta, S. Sberna e A. Vannucci. – Appendice documentaria, a cura di V. Sartori.

Chris Hanretty è Reader in Politics presso l’Università di East Anglia, Regno Unito. È autore di «Public Broadcasting and Political Interference» (Routledge, 2011). Stefania Profeti è ricercatrice in Scienza politica presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Bologna. Tra le sue pubblicazioni per Rubbettino «Governi privati» (2012, con G. Citroni e A. Lippi) e «Il potere locale tra politica e politiche» (2010).

ROBERTA SASSATELLI, MARCO SANTORO, GIOVANNI SEMI Fronteggiare la crisi Come cambia lo stile di vita del ceto medio, Il Mulino, 2015


ROBERTA SASSATELLI, MARCO SANTORO, GIOVANNI SEMI

Fronteggiare la crisi

Come cambia lo stile di vita del ceto medio

Introduzione
I. Classi medie e consumi: questioni aperte per il «ceto medio» italiano
1. Consumi e gusti, appartenenze e luoghi
2. Dalla casa alla cultura materiale, dal cibo ai consumi culturali
3. Un approccio qualitativo
4. Consumare in tempo di crisi: qualche dato strutturale
5. Ceto medio e condizione urbana: Studiare i consumi a partire da due quartieri
II. La casa e il quartiere e del ceto medio a Bolognina e Isola
1. Occuparsi di case
2. La casa nella stratificazione del ceto medio
3. La casa e le pratiche di costruzione del ceto medio
4. Dalla casa al quartiere
5. Spazi di appartenenza
III. Dimmi come mangi e ti dirò chi sei. Ceto medio e alimentazione
1. Cucinare e consumare: pratiche alimentari quotidiane
2. Allestire e condividere: l’ospitalità e la socialità
3. La dimensione morale ed etico-politica del consumo alimentare
4. Il consumo alimentare come consumo culturale
IV. La distinzione necessaria. Consumi culturali e immagini della scuola
1. Premessa
2. Quanto conta la cultura
3. Classi medie e culture di ceto, ovvero la buona volontà culturale trent’anni dopo
4. Conversioni e sostituzioni di capitale
5. Coltivare la differenza: educazione, scuola, istruzione
6. Una distinzione necessaria, e riflessiva
V. Oltre la vita agiata: percezioni, definizioni e appartenenze
1. Appartenenza di ceto, tenore di vita
2. Questione di stile, stili del consumo
3. Ceto medio e crisi, uno sguardo al futuro
Postfazione, di Arnaldo Bagnasco
Appendce Metodologica
Riferimenti Bibliografici
Indice dei nomi

il Mulino – Volumi – ROBERTA SASSATELLI, MARCO SANTORO, GIOVANNI SEMI,.

Riordino Province: lo stato dell’arte Regione per Regione – Regioni.it


Prosegue il lavoro delle regioni per il recepimento della Legge 56/2014 (cd. Legge Delrio). Va quindi avanti l’impegno per il riordino delle Province.

La segreteria della Conferenza delle regioni sta monitorando tale attività.

da Regioni.it – n. 2752 del 26-06-2015 – Riordino Province: lo stato dell’arte Regione per Regione – Regioni.it.

EXPO 2015 NUTRIRE, POTENZIARE, CURARE MODELLI SANITARI EUROPEI A CONFRONTO TRA INNOVAZIONE TECNOLOGICA, FARMACOLOGICA E ORGANIZZATIVA “Un nuovo modello di programmazione sanitaria: la riduzione della spesa attraverso la profilazione dell’utente” Giovedì – 25 Giugno 2015 ore 16.30 Palazzo Pirelli – Via Fabio Filzi, 22. MILANO


MOTORE SANITA'

Inizia il 25 e il 26 giugno, nella cornice di Milano Expo 2015, il convegno di carattere internazionale dal titolo “Modelli sanitari europei a confronto tra innovazione tecnologica, farmacologica ed organizzativa”.

L’evento, organizzato da Motore Sanità, si terrà presso l’Auditorium Gaber e Sala Pirelli, Palazzo PIRELLI, a Milano.

Una sezione del convegno sarà dedicata alla presentazione di un nuovo modello di programmazione sanitaria: la riduzione della spesa attraverso la profilazione dell’utente.

La profilazione dell’utente consiste nell’insieme delle attività di raccolta ed elaborazione dei dati inerenti agli utenti dei servizi sanitari, in modo da poter suddividere i pazienti in gruppi di comportamento.

Sergio Pillon, Presidente dell’Osservatorio Nazionale della Telemedicina e Sanità Elettronica (ONSET) dichiara: “Il modello della profilazione dell’utente dei servizi sanitari è lo stesso della nostra vita quotidiana sulla rete. MHealth, eHealth, Telemedicina, Telemonitoraggio sono tutti strumenti che appoggiano sui nuovi modelli di interazione dei cittadini. Email, messaging, social, web, motori di ricerca si appoggiano ormai su dispositivi nelle tasche e nelle case della maggior parte dei pazienti, come Smartphone, SmartTV, computer, console, che possono diventare strumenti di informazione, contatti con il personale sanitario, strumenti di riabilitazione. “

Rivoluzionario è quindi il passaggio dell’approccio sanitario dalla cura in ospedale e/o ambulatorio e/o a casa al momento dell’erogazione della prestazione, alla cura ed alla presenza costante dell’operatore sanitario grazie alla strumentazione informatica oggi presente e, ormai, a costi accessibili e a largo consumo.

Si tratta della “new era della salute”, che trasformerà il modo di lavorare degli operatori sanitari, monitorando i dati dei pazienti, automatizzando tutta una serie di servizi alla persona, anticipando i bisogni dei pazienti, migliorando la qualità della vita e riducendo i costi.

I SEMINARI TRANSCULTURALI DELLA FONDAZIONE CECCHINI PACE DI MILANO, 2015


Ciclo di Seminari 2015
IL VALORE AGGIUNTO DELL’APPROCCIO TRANSCULTURALE
ECM psicologi, psicoterapeuti, psichiatri, educatori, infermieri
C.F. assistenti sociali
Ciclo di  seminari con docenti esperti con approcci teorici e metodologici adatti
al sistema sociale del nuovo millennio, in costante cambiamento ed ibridazione.

La reciproca influenza tra l’uomo ed il suo ambiente: i contributi di geografia, psicologia e antropologia
26 settembre, ore 9.30-18, Dino Gavinelli, Eleonora Riva, Luca Ciabarri

Minori stranieri, non accompagnati, richiedenti asilo e nomadi: percorsi identitari e futuri possibili
10 Ottobre, ore 9.30 -18, Nives Martini, Loris Panzeri

Detenuti stranieri e dipendenze: una lettura transculturale
6 Novembre, ore 14-18, Marica Livio,  Eleonora Riva

Identità e società: esperienze dalla Francia e dal Giappone
20 Novembre,  ore 14-18, Daria Rostirolla
21 Novembre ore 9.30-13,
 Makoto Sekimura, ore 14-18, Rossella Menegazzo

Dépliant

vai a

I SEMINARI.

Il Divorzio Breve Lex2 – Edizioni Simone


Il Divorzio Breve

La separazione e i divorzi senza tribunali • Ambito applicativo della Legge 6 maggio 2015, n. 55 • Formulario • Riferimenti Europei • Giurisprudenza

Autori Massimiliano Di Pirro

  • Anno Edizione: 2015
  • Formato: 21 x 29,5
  • Pagine: 72

Il Divorzio Breve Lex2 – Edizioni Simone.

Il divorzio breve (ebook) – Novità editore Maggioli, 2015


vai a:

Il divorzio breve (ebook) – Novità Maggio 2015.

Convegno WELFARE REMIX, ri – generazione di legami nella comunità, per i 30 anni della COOPERATIVA SOCIALE QUESTA GENERAZIONE, Como, 26 giugno 2015, ore 9-13 e 14-16,30


COOPERATIVA SOCIALE QUESTA GENERAZIONE ha compiuto 30 anni

e’ il tempo di festeggiare, riflettere, progettare il futuro
Vi invitiamo per ciò al convegno

“Welfare REMIX
Ri-generazione di legami nella comunità”



VENERDI’ 26 GIUGNO 2015
ORE 9.30 / 17.00



relatori 26 giu 15

Presso il Salone Enrico Musa Sala presso Associazione Giosuè Carducci, V.le Cavallotti ,7 – COMO

Il convegno intende promuovere un momento di conoscenza e discussione relativo al tema del welfare e del ruolo che in esso riveste il contributo della cooperazione sociale.
Avremo l’intervento di esperti e la presentazione di buone prassi.
A breve il programma dettagliato.
La scheda di iscrizione è scaricabile e va inviata alla e-mail: info@questagenerazione.it
Il convegno è stato accreditato con 8 crediti per la formazione continua degli assistenti sociali
Informazioni su facebook: Questa Generazione Cooperativa Sociale 

>> Leggi la locandina

>> Scarica il modulo per l’iscrizione

dal  sito

Questa Generazione dal 1984 – Cooperativa sociale, ACLI Como.

WRITING BEYOND THE SILENCE: competenze autobiografiche in aiuto alle donne che hanno subito violenza, da Libera Universita’ Autobiografia


WRITING BEYOND THE SILENCE

Scrivere oltre il Silenzio- Promuovere competenze autobiografiche in aiuto alle donne che hanno subito violenza 

vai a:

Libera Universita’ Autobiografia – Pubblicati i manuali Writing Beyond the Silence.

Consiglio superiore di sanità (Css) – Eterologa: E’ necessario che i donatori di gameti per la fecondazione eterologa effettuino anche una mappa cromosomica, giugno 2015


E’ necessario che i donatori di gameti per la fecondazione eterologa effettuino anche una mappa cromosomica, oltre a vari altri test di controllo, per ridurre al minimo il rischio di trasmissione di eventuali patologie genetiche

Il Regolamento, che ha ricevuto il via libera dal Css, completa dunque la normativa in materia, dopo il parere positivo del Consiglio lo scorso maggio alle nuove linee guida sulla legge 40 per la procreazione medicalmente assistita (Pma) realizzate dal ministero, nelle quali si prevede anche che le coppie che accedono all’eterologa non possano scegliere le caratteristiche somatiche del proprio figlio. Nel Regolamento si fissano pure il limite massimo di 10 nascite per ogni donatore e paletti per l’età entro cui è possibile donare gameti.

Il quadro normativo, dunque, si precisa ulteriormente

….

da:

DottNet – Eterologa, il Css vara le nuove norme: anche la mappa cromosomi.

CRIMINAL MINDS – da martedì alle 21 e 15, su Rai 2


vai a:

Video Rai.TV – Le serie Tv di Rai2 – Criminal Minds – Promo.

sito di Elena Giudice | Assistente Sociale Privato: soluzioni pratiche per situazioni complesse


vai a:

Elena Giudice | Assistente Sociale Privato: soluzioni pratiche per situazioni complesse.

E Severino critica i critici di Severino, di Armando Torno in Corriere della Sera 23 luglio 2011


DIBATTITI IN POCHI MESI SONO USCITE MOLTE OPERE SUL FILOSOFO, COMPRESO UN CORSO DI PSICOLOGIA. IL PROTA- GONISTA LE HA LETTE E REPLICA

E Severino critica i critici di Severino

«Eternità e precarietà, contraddizione feconda»

Sono usciti nell’ ultimo anno numerosi libri che prendono spunto o criticano la filosofia di Emanuele Severino. Del resto, questo filosofo giudicato da Massimo Cacciari uno dei massimi del mondo contemporaneo, ha continue attenzioni dalla saggistica tedesca (se n’ è occupato Thomas S. Hoffmann), francese (è appena uscito da Vrin Etérnité et violence ) e anglosassone (già nel 1964 fu tradotto il suo saggio su Aristotele del 1956). La filosofia analitica incomincia a proporre la tesi dell’ eternità di ogni evento – sono i cosiddetti eternalisti anglo-americani – che è tipica del pensiero di Severino. Il quale, però, considera «molto deboli le giustificazioni date per questa tesi». Anche le traduzioni spagnole delle sue opere sono moltiplici. Poi ci sono gli italiani. Allo stesso Severino abbiamo chiesto di giudicarli. Cominciamo dal saggio di Gennaro Sasso Il logo, la morte (Bibliopolis). «Libro poderoso» dice Severino, al quale «intendo dedicare attenzione». Sottolinea: «Pur provenendo dalla storiografia idealistica, Sasso sostiene una forma radicale di parmenidismo». E anche se Severino ha sempre respinto la qualifica di «neoparmenideo», viene rilevato a volte che al suo pensiero Sasso si sia avvicinato. Ma chiede, rifiutando le semplificazioni: «Vorrei però invitare Sasso, che mostra ovunque la presenza della contraddizione, a chiarire perché le contraddizioni debbano essere evitate. Se egli affrontasse questa domanda e si portasse verso la risposta autentica, la consonanza del suo discorso con quello dei miei scritti sarebbe rafforzata».

Un’ osservazione analoga è rivolta al volume Il neoparmenidismo italiano (Bibliopolis) di un noto allievo di Sasso, Mauro Visentin. A partire dai seminari tenuti all’ Università di Roma tra gli anni Settanta e Ottanta dal medesimo Sasso, nei quali discuteva i temi di Severino, «Visentin è andato sempre più identificandosi con la tesi di Parmenide dell’ impossibilità che l’ essere non sia». «Ma perché – dice Severino in omaggio alla spregiudicatezza della filosofia – non si può affermare che l ‘ essere non è? O addirittura che è nulla ? D’ altra parte nel saggio Visentin riconosce che il suo discorso e le critiche che mi rivolge altro non sono che quelle opinioni illusorie a cui fa riferimento Parmenide». Anche Il sapere affettivo (Edizioni Diabasis) di Pietro Barcellona si sofferma a lungo sul pensiero di Severino, proseguendo un dialogo che l’ autore, come Sasso e Visentin, va sviluppando da tempo. «Ringrazio Barcellona – dice – per il grande peso che, anche in queste pagine, belle e intense, attribuisce ai miei scritti». «Ma quello che definisco “Destino della verità”, a cui essi si rivolgono – incalza critico Severino – non toglie di mezzo, come egli teme, tutto ciò che gli sta a cuore: sentimenti, desideri, impulsi, dimensione poetica, irripetibilità dell’ individuo umano. Anche se questi aspetti dell’ essere non sono, come lo stesso Barcellona riconosce, degli occhi capaci di vedere la verità innegabile del mondo e di se stessi, tuttavia anch’ essi sono eterni, ed è eterna anche la precarietà con cui si presentano. È eterno anche l’ errare. Dico l’ errare – non il contenuto dell’ errare, cioè l’ errore, che invece è un nulla».

Il dialogo con Severino viene proseguito anche nell’ ultimo saggio di Natalino Irti, Diritto senza verità (Laterza). Di esso osserva: «Un libro lucido e serrato. Irti – che come Barcellona è un eminente giurista provvisto di rilevanti competenze filosofiche – è soprattutto interessato alla mia tesi che vede la tecnica destinata al dominio. Lascia però da parte il fatto che io sostengo una destinazione che si costituisce all’ interno dell’ errare: la tecnica è la forma più rigorosa e vincente dell’ errare (tuttavia destinata a sua volta al tramonto). È quasi d’ accordo con me sul fatto che la tecnica tende a diventare da mezzo scopo , dove lo scopo è l’ incremento indefinito della potenza. Irti però non tiene conto dei motivi per cui affermo tale rovesciamento». Prosegue perplesso Severino: «Gli chiedo allora: con quali mezzi le volontà di potenza, ad esempio quella politica ed economica, lottano tra di loro? Non si servono forse di procedure la cui efficacia è data sempre più dalla loro configurazione tecnologica, che esse non devono intralciare o indebolire? E con ciò non si è già imboccata la strada lungo la quale quelle volontà finiscono per dire addio ai propri scopi determinati per produrre l’ incremento indefinito della potenza tecnica che dovrebbe realizzarle?».

In Icone della fine di Andrea Tagliapietra (il Mulino) la tematica di Severino relativa alla tecnica – nota il filosofo – «è prospettata con acutezza»; intanto all’ Università di Padova ha preso il via il Master «Death studies & the end of life», diretto da Ines Testoni, dove insegnano figure di rilevanza internazionale. «Questa docente – nota Severino – che radica con originalità il suo discorso psicologico nella mia filosofia, sostiene che essa apre la strada a una teoria della conoscenza radicalmente innovativa e quindi a una società nuova». Sulla base di questa interpretazione Ines Testoni dirige anche un progetto Daphne contro la violenza alle donne, nel quale sono coinvolti gli «psicodrammatisti» appartenenti alla Fepto, federazione che riunisce diversi Paesi europei. E il saggio Ex Deo-ex nihilo (Mimesis) di Fabio Farotti approfondisce appunto il modo in cui Severino interpreta lo sviluppo della civiltà occidentale. «Un lavoro di rilevante spessore teoretico» per il pensatore.

In questi ultimi giorni è uscito, di Nicoletta Cusano, l’ ampio saggio Emanuele Severino. Oltre il nichilismo (Morcelliana), da lui giudicato «la più completa interpretazione del mio intero percorso filosofico». La Cusano è inoltre in procinto di pubblicare presso Mimesis Capire Severino sul problema del senso del nulla nel suo pensiero (sullo stesso tema è in uscita L’ aporia del nulla dopo Emanuele Severino di Marco Simionato).

Ampie parti sono dedicate a Severino da Paolo Bettineschi in Contraddizione e verità nella logica di Hegel (Vita e Pensiero), mentre Giulio Goggi è stato invitato a scrivere la monografia Emanuele Severino nella collana Filosofi italiani del Novecento della Lateran University Press (Città del Vaticano). «Lo considero – nota il filosofo – un invito al dialogo che, comunque, prosegue da mezzo secolo, giacché con la Santa Sede non si è mai interrotto».

Del resto, Leonardo Messinese della Pontificia Università Lateranense pubblicherà un terzo volume sugli scritti di Severino. Di prossima uscita c’ è inoltre una monografia su di lui richiesta dall’ editore Carocci a Giorgio Brianese e Davide Spanio.

Sta per vedere la luce anche un saggio del regista e attore Franco Ricordi, Shakespeare filosofo dell’ essere (Mimesis), che inserisce il sommo drammaturgo inglese nell’ arco interpretativo che per Severino congiunge Eschilo e Leopardi.

Ampie considerazioni su Severino interprete di Husserl, invece, si trovano in Fenomenologia eretica di Luca Taddio (Mimesis). «Il problema – dice il pensatore – in Husserl è la zona grigia in cui viene meno la distinzione tra ciò che appare e fede in ciò che appare; questo libro discute con personale acutezza questa mia critica».

Nel chiudere il filosofo ci confida con un sorriso: «Ogni critica alla verità è preziosa, e quindi anche ogni errore, perché la verità è tanto più concreta quanto più concreti sono la critica e l’ errore».

Bibliografia Gennaro Sasso, «Il logo, la morte» (Bibliopolis, 2010); Mauro Visentin «Il neoparmenidismo italiano» (Bibliopolis, 2011); Natalino Irti, «Diritto senza verità» (Laterza, 2011); Andrea Tagliapietra, «Icone della fine» (Il Mulino, 2010); Pietro Barcellona, «Il sapere affettivo» (Diabasis, 2011); Fabio Farotti, «Ex Deo-ex nihilo» (Mimesis, 2011); Ines Testoni, «La frattura originaria» (Liguori, 2009); Paolo Bettineschi, «Contraddizione e verità nella logica di Hegel» (Vita e Pensiero, 2010); Luca Taddio «Fenomenologia eretica» (Mimesis 2011); Nicoletta Cusano, «Emanuele Severino. Oltre il nichilismo» (Morcelliana, 2011) **** Il protagonista Emanuele Severino è nato a Brescia nel 1929. Accademico dei Lincei, professore emerito all’ Università di Venezia, le sue opere sono pubblicate da Adelphi e da Rizzoli

Torno Armando

da E Severino critica i critici di Severino.

Le novità del sito del Gruppo Solidarietà al 15/6/2015


Le novità del sito del Gruppo Solidarietà al 15/6/2015

Gruppo Solidarietà, Via Fornace, 23 – 60030 Moie di Maiolati S. (AN) – Tel. e Fax 0731 703327 – e-mail: grusol@grusol.it

Non rispondere a questo messaggio. Per comunicazioni utilizzare solo grusol@grusol.it

PER SOSTENERE LE NOSTRE ATTIVITA’
IL 5 PER MILLE AL GRUPPO SOLIDARIETA’
Codice fiscale 91004430426


Informazioni
– La nuova rete delle cure intermedie in Lombardia
– Annuario statistico servizio sanitario nazionale
– Censis. Sanità. Cresce spesa italiani
– Standard ospedalieri. Il regolamento
– Veneto. Percorsi diagnostici, terapeutici, assistenziali nella sclerosi multipla
– Lombardia. Lavoro di cura assistenti familiari
– Migrazioni e salute. La cattiva informazione
– Nuovo Isee. Applicazione primo trimestre 2015
– Lombardia: la “Buona scuola” partirà con 4.650 studenti in meno?
– L’inclusione (e l’esclusione) è un affare di tutti
– Veneto. Centri diurni disabili. Standard e tariffe
– Presentazione Ancona, 16 giugno 2015
– Dove sono i forti, dove i deboli. Cento pagine di resilienza sociale
– DOVE SONO I FORTI, DOVE SONO I DEBOLI. Servizi sociosanitari nelle Marche


Voce sul sociale
– Jesi. Tagli servizi sociali. La lettera delle famiglie
– Convenzioni RP anziani nelle AA.VV., Fermo e Macerata e prestazioni aggiuntive
– Le richieste di Trasparenza e diritti ai candidati presidenti
– Lea sociosanitari nelle Marche. Il parere del Ministero della Salute
– Vittime o complici? I Comuni ed i tagli del bilancio sociale della regione Marche
– Siamo tutti responsabili!? Lettera aperta alla “comunità marchigiana”
– Interrogazione su assistenza tutelare e centri diurni disabili. Le inesatte risposte regionali
– Perché la delibera su fondo solidarietà e accordo contrattuale va cambiata
– Alcune riflessioni sui “nuovi” Centri diurni disabili della regione Marche
– Il sostegno alla domiciliarità nella normativa della regione Marche


Altro in Home page
– 
– Presentazione, Ancona, 16 giugno 2015
– 
– “Quaderni Marche”. Dossier sulle politiche regionali
– Trasparenza e diritti
– Per sostenere il Gruppo Solidarietà
– Guida ai diritti e alle prestazioni sanitarie e sociosanitarie
– Petizione sulle prestazioni domiciliari per le persone non autosufficienti
– Pubblicazioni del Gruppo Solidarietà in offerta speciale


– Aggiornamento legislativo nazionale e regionaleleggi sociali al 22/10/2014


– Rassegna bibliografica al 09/06/2015


– Ultime acquisizioni librarie al 09/06/2015


– Ultimo numero di Appunti 2/aprile-giugno; numero 212


– Le banche dati del Centro Documentazione Gruppo Solidarietà aggiornate al 10/06/15 ( accesso libero)


– Libro del mese: Lavorare nel sociale (giugno 2015)


– Rivista del mese: Vita (giugno 2015)


– Sito del mese: Stop Opg (giugno 2015)


– Editore del mese: Edizioni dei cammini (giugno 2015)

 – 

Compendio di Diritto degli Enti Locali 25/2 – Edizioni Simone, 2015


  • Il volume, giunto alla VII edizione, illustra l’Ordinamento degli enti locali anche alla luce della delicata fase di riordino che sta interessando la materia.
    Il riferimento è, in particolare, alla L. 7 aprile 2014, n. 56 (cd. legge Delrio) che ha trasformato l’ente Provincia in ente di area vasta e ha disposto l’effettiva entrata a regime della Città metropolitana.
    Tale legge si ricollega strettamente al progetto di riforma costituzionale attualmente all’esame del Parlamento che ha il suo fulcro nelsuperamento del bicameralismo paritario (attraverso la nascita di una Camera di rappresentanza delle istituzioni territoriali) e nellarevisione del Titolo V, Parte II della Costituzione.
    Tra gli altri provvedimenti legislativi che hanno avuto un notevole impatto sulla vita e sull’organizzazione degli enti locali e di cui si è tenuto opportunamente conto, si segnalano:
    — il D.L. 31 dicembre 2014, n. 192, conv. con modif. in L. 27 febbraio 2015, n. 11, (cd. milleproroghe);
    — la L. 23 dicembre 2014, n. 190, legge di stabilità per l’anno 2015;
    — il D.L. 12 settembre 2014, n. 133, conv. con modif. in L. 11 novembre 2014, n. 164 (cd. Sblocca Italia);
    — il D.L. 24 giugno 2014, n. 90, conv. con modif. in L. 11 agosto 2014, n. 114, sulla semplificazione e trasparenza amministrativa;
    — il D.Lgs. 10 agosto 2014, n. 126 sull’armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio di Regioni ed enti locali.
    Il testo, esaustivo ma agile al contempo, costituisce un valido strumento di preparazione e di aggiornamento in vista del superamento di esami universitari e pubblici concorsi.

Compendio di Diritto degli Enti Locali 25/2 – Edizioni Simone.

dibattito sul libro: ICHINO PIETRO, Il lavoro ritrovato, Mondadori, 2015


unnamed

Newsletter S.O.S. Servizi Sociali On Line Anno VI, n° 19 del 15.6.15


vai a:

Newsletter S.O.S. Servizi Sociali On Line Anno VI, n° 19 del 15.6.15.

ESPANOLI LETIZIA, De – mente? No! Sente – mente, Maggioli editore, 2015


2015-06-14_185705

Storie di Fragilità, a cura di Persona e danno e Nunca Mas-servizio sociale professionale


vai a:

Storie di Fragilità.

2015-06-14_184000

Classificazione dei temi

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti agli altri 2.552 follower

Follow POLITICHE SOCIALI e SERVIZI on WordPress.com

COOKIES E PRIVACY

Diritti d’autore e cookies

Questo blog raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge
Ricordo che questo blog non contiene informazioni aggiornate con cadenza periodica regolare, non può quindi essere considerato giornale o periodico ai sensi della legge 62/2001 e non memorizza in alcun modo i dati comunicati dagli utenti tramite e-mail e gli stessi non vengono in alcun modo comunicati a terze parti. L’autore del blog non tratta in alcun modo i dati degli utenti. Gli utenti sono liberi di commentare gli articoli sotto la loro più completa responsabilità. Le immagini pubblicate, così come i testi, sono da intendersi come materiale di propaganda; qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore del blog, che provvederà alla loro pronta rimozione.

Privacy:

Si informa che i dati, eventualmente ricavati dall’uso dei cookie, non sono in possesso dell’autore dei contenuti di questo blog. Il titolare di questi dati, come dei dati connessi alla privacy degli utenti e lettori è wordpress.com

Cookies:

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma di blogging WordPress.com .

Utilizzando questa piattaforma, noi Autori e Tu lettore siamo soggetti alle condizioni espresse dai Termini di Servizio e alla Privacy Policy di Automattic

La piattaforma fa uso di cookie erogati per fini statistici e di miglioramento del servizio. I dati raccolti sono a noi visibili solo in forma anonima e aggregata secondo quanto stabilito da WordPress.com, e non abbiamo conoscenza di alcuno dei dettagli specifici di accesso (IP di provenienza, o altro) dei visitatori, ad eccezione dell’email necessaria per lasciare un commento o contattarci.

Ricordo che è una tua libertà / scelta / compito bloccare tutti i cookie (di qualunque sito web) che non desideri tramite opportuna configurazione del tuo browser

Vi informiamo quindi che navigando in questo sito accettate automaticamente l’uso dei cookie.

SE NON VUOI I COOKIES ABBANDONA QUESTO BLOG E NON CONSULTARLO.

Ovviamente è sempre possibile impostare il proprio browser per la NON memorizzazione dei cookie stessi.

Statistiche del Blog

  • 1,192,698 visite

Archivio cronologico

Benvenuti e bentornati, Paolo Ferrario

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.552 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: