Matteo Renzi sul Partito Democratico, La mia sinistra non ha bisogno di esami del sangue


Ho sempre rivendicato, con fierezza ed orgoglio, l’appartenenza del Partito democratico alla sinistra, alla sua storia, la sua identità plurale, le sue culture, le sue radici. Per questo ho spinto al massimo perché il Pd, dopo armi e annidi dibattito, fosse collocato in Europa dove è adesso, dentro la famiglia socialista della quale oggi, grazie al risultato delle ultime elezioni, è il primo partito con oltre 11 milioni di voti. Questo per dire che nei comportamenti concreti, nelle scelte strategiche, il Pd sa da che parte stare.

Dalla parte dei più deboli, dalla parte della speranza e della fiducia in un futuro che va costruito insieme. Non credo sia il caso qui e ora di discutere di pantheon e di storie, ognuno ha i suoi riferimenti, le persone che ci hanno ispirato nella azione politica. Dico solo che nel Partito democratico hanno tutti cittadinanza alla pari, così come le tradizioni, le esperienze, le parole che ognuno di noi porta dentro questo progetto che è collettivo e anche personale perché riguarda nel profondo ognuno di noi, e non perché come vorrebbe chi ci vuole male c’è un uomo solo al comando. Quella del Pd è una sfida plurale, un progetto condiviso da milioni di persone, non la tigna di un individuo.

Ed è per questo, però, che non possiamo permetterci di restare fermi a un passato glorioso, ma rivitalizzarlo ogni giorno cambiando, trovando soluzioni concrete ed efficaci a problemi che si trasformano e che riguardano da vicino la vita delle persone

tutto l’articolo qui

La mia sinistra non ha bisogno di esami del sangue | Partito Democratico.

I Dati sulle europee 2014, Pd 40.8% dei votanti, 22.63% degli aventi diritto, 18.38% degli italiani


Originally posted on Intoccabili:

screenshot-elezioni.interno.it 2014-11-21 12-41-49

Fonte Ministero degli Interni

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Intoccabili -@GliIntoccabili

View original 241 altre parole

L’ufficio legislativo Pd Senato spiega testo attuale JOB ACT, 22 novembre 2014


Originally posted on stefanoceccanti:

SENATO DELLA REPUBBLICA
Gruppo Partito Democratico
Ufficio Legislativo
_____________________________
1
JOBS ACT
IL DISEGNO DI LEGGE SULLA RIFORMA DEL LAVORO
Approvato dalla Commissione lavoro della Camera dei Deputati
Nota n. 4
a cura di Stefania Lanzone e Silvia Di Gennaro
Novembre 2014
SENATO DELLA REPUBBLICA
Gruppo Partito Democratico
Ufficio Legislativo
_____________________________
2
INDICE
Premessa pag. 3
Disciplina degli ammortizzatori sociali pag. 3
Servizi per il lavoro e politiche attive pag. 10
Semplificazione delle procedure e degli adempimenti pag. 19
Riordino delle forme contrattuali pag. 24
Maternità e conciliazione dei tempi di vita e di lavoro pag. 31
SENATO DELLA REPUBBLICA
Gruppo Partito Democratico
Ufficio Legislativo
_____________________________
3
Linee generali. Il disegno di legge si pone l’obiettivo di realizzare riforme di grande portata innovativa, attraverso l’esercizio di apposite deleghe conferite al Governo, quali:
1) il riordino della disciplina degli ammortizzatori sociali;
2) la riforma dei servizi per il lavoro e delle…

View original 11.942 altre parole

MARC AUGE’, Il tempo senza età. La vecchiaia non esiste, Raffaello Cortina, 2014


auge1623 auge1624 auge1625

Napoli, sciopero Fiom. Maurizio Landini: “Renzi non ha il consenso delle persone oneste”. L’energumeno non tascabile ragiona così: il 42 % dei voti al pd a direzione renzi è composto dal 42% di persone non oneste. interessante visione. come sarebbe la società e la politica italiana diretta da uno così?


l’energumeno non tascabile ragiona così: il 42 % dei voti al pd a direzione renzi è composto dal 42% di persone non oneste. interessante visione. come sarebbe la società e la politica italiana diretta da uno così?

(l’energumeno tascabile è brunetto, il suo doppio in minore)

Napoli, sciopero Fiom. Maurizio Landini: “Renzi non ha il consenso delle persone oneste”. Poi si scusa (DIRETTA).

CRISI. Istat: condizioni economiche in miglioramento per il 52,1% delle famiglie


CRISI. Istat: condizioni economiche in miglioramento per il 52,1% delle famiglie

I nuclei che, rispetto al 2013, ritengono che la propria condizione economica sia migliorata o sono passati dal 41 al 52,1 per cento.

- Leggi tutto»

Il settore “Salute e Politiche sociali” della Segreteria della Conferenza dalle Regioni ha aggiornato il “Dossier” – composto di tre volumi – dedicato alle “Risorse finanziarie per le politiche sociali”


Aggiornato Dossier su politiche sociali

3 volumi di documentazione, curati dalla Segreteria della Conferenza delle Regioni

(Regioni.it 2610 - 20/11/2014) Il settore “Salute e Politiche sociali” della Segreteria della Conferenza dalle Regioni ha aggiornato il “Dossier” - composto di tre volumi - dedicato alle “Risorse finanziarie per le politiche sociali”.
In particolare sono stati riportati in modo cronologico tutti gli aspetti normativi relativi alle politiche sociali, al fine di avere un quadro d’insieme negli ultimi dieci anni.
E’ stato anche integrato il lavoro di monitoraggio. 
In tal senso è stato aggiornato il terzo volume del Dossier di documentazione che riporta gli ultimi finanziamenti relativi alle politiche sociali relativi agli anni 2007-2014.
L’intero dossier è stato pubblicato nella sezione “politiche sociali” del sito http://www.regioni.it .
Si riporta il link all’intera documentazione:

( gs / 20.11.14 )

da

newsletter – Regioni.it.

Scorri la rete analitica dei temi

Archivio cronologico

Follow POLITICHE SOCIALI e SERVIZI on WordPress.com

Statistiche del Blog

  • 1,097,096 visite

Benvenuti e bentornati, Paolo Ferrario

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.856 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: