il ministro Maria Elena Boschi: Governeremo fino al 2018, poi gli italiani scelgano tra noi e quelli che urlano, corriere della sera sette 31 luglio 2015


il ministro Maria Elena Boschi: Governeremo fino al 2018, poi gli italiani scelgano tra noi e quelli che urlano, corriere della sera sette 31 luglio 2015

vai a:

Boschi 31 luglio 2015

Famiglie e investimenti: come si è arrivati fino a questo punto Troppo risparmio e poche opportunità di impiego dei capitali alla base della crisi che sta travolgendo i mercati finanziari di Francesco Daveri


Famiglie e investimenti: come si è arrivati fino a questo punto

Troppo risparmio e poche opportunità di impiego dei capitali alla base della crisi che sta travolgendo i mercati finanziari

di Francesco Daveri

via: Famiglie e investimenti: come si è arrivati fino a questo punto – Corriere.it.

Perché le liste dei servizi segreti fanno acqua con il terrorismo islamico, Il Foglietto quotidiano del 25-08-2015


Perché le liste dei servizi segreti fanno acqua con il terrorismo islamico

di Daniele Raineri

In Europa i servizi segreti non riescono a controllare i potenziali terroristi islamici perché il loro numero è troppo alto (questa situazione non ha precedenti storici) e allestire un servizio di sorveglianza stretta per tutti è impossibile

Lei, senatore Giorgio Tonini del Pd, è un cattolico. Però è impegnato a condurre in porto il disegno di legge Cirinnà sulle unioni civili. Non si trova in difficoltà dopo le dichiarazioni del cardinal Angelo Bagnasco ? «Sinceramente no. | stefanoceccanti


Lei, senatore Giorgio Tonini del Pd, è un cattolico. Però è impegnato a condurre in porto il disegno di legge Cirinnà sulle unioni civili. Non si trova in difficoltà dopo le dichiarazioni del cardinal Angelo Bagnasco ?

«Sinceramente no.

vai a

Dal Corsera di oggi | stefanoceccanti.

Italia: tra il 22 e il 23 agosto nel Mediterraneo sono stati tratti in salvo oltre 4.400 migranti – BBC News


Italia: tra il 22 e il 23 agosto nel Mediterraneo sono stati tratti in salvo oltre 4.400 migranti. Viaggiavano su 22 imbarcazioni e sono stati recuperati a circa 40 chilometri dalle coste libiche. Si tratta della più grande operazione di salvataggio mai eseguita, a cui hanno partecipato la Marina militare italiana, la Guardia costiera, l’ong Medici senza frontiere e diverse navi impegnate nella missione europea Triton.

Migrants crisis: More than 4,000 people rescued near Libya coast – BBC News.

Siria: l’Isis ha distrutto l’antico tempio di Baalshamin nel sito archeologico di Palmyra, patrimonio dell’umanità dell’Unesco che si trova nella Siria centrale. Il tempio risaliva a 2.000 anni fa


Siria: l’Isis ha distrutto l’antico tempio di Baalshamin nel sito archeologico di Palmyra, patrimonio dell’umanità dell’Unesco che si trova nella Siria centrale. Il tempio risaliva a 2.000 anni fa. Il direttore dell’antiquariato e dei musei in Siria, Maamoin Abdelkarim, ha riferito all’agenzia giornalistica Afp che l’opera sarebbe stata distrutta il 23 agosto, mentre secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani l’Isis avrebbe attaccato il tempio già dallo scorso luglio.

ISIL destroys ancient temple in Syria’s Palmyra – Al Jazeera English.

Corbellini, Gilberto, Storia e teorie della salute e della malattia, Roma, Carocci, 2014, pp. 255, euro 16, ISBN 978-88-430-7415-0


Corbellini, Gilberto, Storia e teorie della salute e della malattia

Roma, Carocci, 2014, pp. 255, euro 16, ISBN 978-88-430-7415-0

Recensione di Enzo Ferrara – 02/05/2015

vai a

Corbellini, Gilberto, Storia e teorie della salute e della malattia.

Edward Luttwak: “Il concetto italiano di immigrazione, che tutti vengono indiscriminatamente e senza controlli, riflette la politica della Chiesa cattolica. Ma gli interessi del Vaticano non sono quelli della Repubblica italiana” – da Affaritaliani.it


“Il concetto italiano di immigrazione, che tutti vengono indiscriminatamente e senza controlli, riflette la politica della Chiesa cattolica. Ma gli interessi del Vaticano non sono quelli della Repubblica italiana. Nello scontro tra la Chiesa e la Lega un cittadino italiano può essere solo con Salvini. Se invece qualcuno si identifica come puro cattolico è contro Salvini perché la Chiesa dice di aprire le porte a tutti. Secondo la Santa Sede quello che pensa lo Stato italiano non conta e il governo di Roma non ha il diritto di proteggere il proprio territorio. La Chiesa potrebbe anche decidere di accogliere 50 milioni di musulmani perché in Italia, per ragioni sue e misteriose, questa è la sua politica. Ma non sono gli interessi dello Stato italiano

tutto l’intervento qui:

Immigrazione, Luttwak: Italia succube della Chiesa e del Papa – Affaritaliani.it.

Grecia: in un appello alla nazione trasmesso dalla televisione statale greca, il premier Alexis Tsipras ha annunciato le sue dimissioni


Grecia: in un appello alla nazione trasmesso dalla televisione statale greca, il premier Alexis Tsipras ha annunciato le sue dimissioni, dicendo di avere il dovere morale di convocare nuove elezioni per dare al popolo il diritto di giudicare il suo operato. L’11 agosto Tsipras ha finalizzato un accordo con i creditori internazionali, per ottenere un prestito pari a 86 miliardi nei prossimi tre anni, in cambio di una serie di riforme economiche.

La guida in stato di ebbrezza. Guida legale con raccolta di articoli e sentenze


vai a

La guida in stato di ebbrezza. Guida legale con raccolta di articoli e sentenze.

La Cgil, il più grande sindacato del paese, ha 700 mila tesserati in meno rispetto all’anno scorso


La Cgil, il più grande sindacato del paese, ha 700 mila tesserati in meno rispetto all’anno scorso, un calo del 13 per cento

vai a

Insoddisfatti e non tesserati.

temi trattati alla Web Radio S.O.S., agosto 2015


Web Radio S.O.S..

Augusto Barbera sul Quotidiano Nazionale


Paolo Ferrario:

L’obiettivo è l’Italicum
Augusto Barbera

Originally posted on stefanoceccanti:

L’obiettivo è l’Italicum

View original 437 altre parole

Riforma costituzionale: avanti tutta


Paolo Ferrario:

Riforma costituzionale: avanti tutta
di Carlo Fusaro dal Corriere Fiorentino

Originally posted on stefanoceccanti:

di Carlo Fusaro dal Corriere Fiorentino

In Senato la riforma costituzionale annaspa. I ribelli Pd guidati dal pistoiese Vannino Chiti, già dirigente comunista rispettoso di ogni gerarchia, si son messi di traverso all’insegna di una seconda camera da eleggere direttamente, facendo propria la campagna del populismo becero contro i presunti nominati; il M5S è sempre stato contro; Forza Italia si è unita (dopo aver votato a favore 9 mesi fa); la Lega pure (dopo che Calderoli, caricaturale produttore al computer dei cinquecentomila emendamenti  era stato correlatore del testo); briciole di partitini vari si sono accodate. Così i numeri ballano al di là delle certezze del presidente del consiglio, promotore con la  ministra Boschi della riforma: ed ecco il rinvio a settembre, sebbene con tutta la sua autorevolezza si sia schierato a favore, a ripetizione, l’ex presidente Napolitano, con Renzi il vero padre di questo tentativo di rinnovare le nostre zoppicanti…

View original 395 altre parole

Le politich per la sostenibilità: implicazioni bioetiche di Camillo Barbisan Presidente del Comitato di Bioetica della Regione Veneto | SocialNews


Le politich per la sostenibilità: implicazioni bioetiche
di Camillo Barbisan

Presidente del Comitato di Bioetica della Regione Veneto

vai a:

Le politiche per la sostenibilità del sistema socio-sanitario: implicazioni bioetiche | SocialNews.

La Cardiologia del futuro, di Gianfranco Sinagra Direttore Dipartimento Cardiovascolare e Scuola di Specializzazione in Cardiologia, Università di Trieste


vai a:

La Cardiologia del futuro.

Siria: Khaled Asaad, l’archeologo responsabile del sito archeologico di Palmyra, è stato decapitato dall’Isis


Siria: Khaled Asaad, l’archeologo responsabile del sito archeologico di Palmyra, è stato decapitato dall’Isis, secondo quanto riporta la Bbc. Asaad era stato preso in ostaggio lo scorso maggio, quando i militanti dell’Isis avevano conquistato l’antica città siriana di Palmyra, patrimonio dell’umanità dell’Unesco. L’archeologo aveva 82 anni e lavorava a Palmyra da oltre 50 anni.

da

http://www.bbc.com/news/world-middle-east-33984006

Legge regionale 11.8.2015 n. 23, Evoluzione del sistema sociosanitario lombardo. Modifiche al titolo I e al titolo della legge regionale n. 33 (testo unico delle leggi regionali in materia di servizi sanitari)


Legge regionale 11.8.2015 n. 23,

Evoluzione del sistema sociosanitario lombardo. Modifiche al titolo I e al titolo della legge regionale n. 33 (testo unico delle leggi regionali in materia di servizi sanitari)

scarica da qui:

SUP_n_33_14_08_2015

Domicilio di soccorso e diritto agli alimenti


Originally posted on storiememorie:

Tra gli ultimi, nella nostra società, si trovano coloro che, per varie condizioni di marginalità, non hanno la possibilità economica di mantenersi e, allo stesso tempo, necessitano di accoglienza e sostegno in maniera così intensa da dover essere ricoverati in un Istituto (per anziani, per disabili, ecc.).

Ripescando tra le cose socio-giuridiche di cui mi sono occupato da neo laureato, trovo un quesito proposto da un Comune riguardo al rapporto tra il vecchio istituto del domicilio di soccorso e la disciplina del diritto agli alimenti, stabilita dal Codice Civile, con l’intervento recente operato dalla Legge Quadro sui servizi alla persona.

View original 493 altre parole

Gerardo Monizza, ”2 Agosto 1980. Bologna Como” Diario doloroso, Nodo Libri, Como 2015


Immagine News Nodo

Gerardo Monizza, ”2 Agosto 1980. Bologna Como”
Diario doloroso

Sabato 2 agosto 1980, alle ore 10 e 25, una bomba esplose nella sala d’aspetto della Stazione centrale delle Ferrovie dello Stato a Bologna.
Ottantacinque furono le vittime, centinaia i feriti. L’atto terroristico fu l’ultimo di una serie che insanguinò l’Italia, ma non l’ultimo nel mondo. Tra le vittime di Bologna fu annientata una famiglia comasca: Carlo il padre, Anna la madre e Luca il figlio di sei anni. La città di Como immediatamente si raccolse attorno alle famiglie colpite. Il dolore di tutti fu immenso. Questo libro è il racconto di quei giorni

Bonus bebè 2015: domande al via, come si fa e requisiti


Bonus bebè 2015: via alle domande, come fare e i requisiti

Bonus bebè 2015: domande al via, come si fa e requisiti.

Pensione 2014, tutte le modifiche su anzianità, contributi, minima


vai a

Pensione 2014, tutte le modifiche su anzianità, contributi, minima.

fascicolo n.3/2015 della rivista Welfare oggi – Maggioli Editore


Di seguito trova l’indice dei contenuti di questo numero:
– 2 MINUTI – a cura di Alice Melzi
– SECONDO ME
— 2020 O 1970: DOVE ANDRÀ IL WELFARE SOCIALE? – a cura di Sonia Guarino
– POLITICHE
— LE DISEGUAGLIANZE NELLA SALUTE – Viviana Monastero
— GIOVANI IN PANCHINA – Anna Lucia Colleo, Alessandro Daraio
— LA QUALITÀ DELL’OCCUPAZIONE NEI SERVIZI SOCIALI – Annalisa Turchini, Francesca Spi tilli
– ESPERIENZE
— HOUSING FIRST – Monica Brandoli, Francesca Barbieri, Viviana Bussadori, Rossana Di Renzo
— VIVERE DA ANZIANI IN UNA STRUTTURA LEGGERA – Giuliana Costa
— POVERTÀ ALIMENTARE: IL WELFARE SI AGGIORNA – Daniele Albanese
— WELFARE LOCALE E DISTRETTO DEL BENESSERE – Elisa Chiaf
— CAFFÈ ALZHEIMER – Anna Paola Fabri
— INVESTIRE SULL’INFANZIA E L’ADOLESCENZA – Andrea Morniroli e Matteo Rebesani
— LA SALUTE SENZA ESCLUSIONI: ACCOGLIERE E CURARE – Salvatore Brugaletta
– STRUMENTI
— CAMBIARE PROSPETTIVA NEI SERVIZI PER LA DISABILITÀ – Carlo Francescutti, Mauro Leoni, Marco Faini
— LINEE GUIDA PER IL RIORDINO DEL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE – Francesca Ragazzini
— SCLEROSI MULTIPLA: DALL’ACCERTAMENTO E VALUTAZIONE DELLA DISABILITÀ ALLA PRESA IN CARICO – Paolo Bandiera, Mario Alberto Battaglia, Antonella Borgese
— L’ACCOGLIENZA CAPACITANTE NELLE CASE PER ANZIANI – Pietro Vigorelli
— TRASFERIMENTI MONETARI O POTENZIAMENTO DEI SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA? – Marco Noli
— PERCHÉ MI PIACE E NON MI PIACE FARE L’OPERATORE – Graziella Dal Santo

Le novità del sito del Gruppo Solidarietà al 20/7/2015


Le novità del sito del Gruppo Solidarietà al 20/7/2015

Gruppo Solidarietà, Via Fornace, 23 – 60030 Moie di Maiolati S. (AN) – Tel. e Fax 0731 703327 – e-mail: grusol@grusol.it

Non rispondere a questo messaggio. Per comunicazioni utilizzare solo grusol@grusol.it

PER SOSTENERE LE NOSTRE ATTIVITA’
IL 5 PER MILLE AL GRUPPO SOLIDARIETA’
Codice fiscale 91004430426


Informazioni
– Lombardia. Servizi domiciliari e diurni
– Marche. Recepimento standard assistenza ospedaliera
– Marche. Standard ospedalieri. Accordo Regione Case di cura
– Inps, pensioni e povertà in Italia
– Chiudere gli OPG, per aprire spazi ai diritti e alla cittadinanza
– Alunni con disabilità. Il dibattito sulla proposta di riforma
– Riforma terzo settore. La posizione del MoVI
– La differenza fra il paradigma inclusivo e quello integrativo
– Istat. La povertà in Italia (2014)
– Nuovo Isee. Sui dati del primo trimestre di applicazione
– Le politiche ed i servizi. Persone al centro
– Piemonte. Riordino residenzialità psichiatrica
– Il rapporto sul lavoro di cura in Lombardia
– Sui nuovi standard ospedalieri
– Discorso del Papa al II incontro mondiale dei movimenti popolari
– Il welfare nei conti degli enti locali
– Istat. La spesa per consumi delle famiglie
– Pagare il giusto. Ledha scrive ai sindaci lombardi


Voce sul sociale
– Marche. Centri diurni disabili. Il necessario cambiamento
– Delibera Fondo solidarietà. Le richieste di modifica
– Boldrini incontra Ceriscioli. La lettera di Trasparenza e diritti
– Alcune riflessioni sui “nuovi” Centri diurni disabili della regione Marche
– La nuova convenzione sulle RP anziani e le ineludibili scelte regionali


Altro in Home page
– 
– Le politiche ed i servizi. Persone al centro
– I nuovi servizi sociosanitari nella regione Marche
– 
– Raccontiamo noi l’inclusione. Le interviste integrali
– Guida ai diritti e alle prestazioni sanitarie e sociosanitarie


– Aggiornamento legislativo nazionale e regionaleleggi sociali al 22/10/2014


– Rassegna bibliografica al 09/06/2015


– Ultime acquisizioni librarie al 09/06/2015


– Ultimo numero di Appunti 2/aprile-giugno; numero 212


– Le banche dati del Centro Documentazione Gruppo Solidarietà aggiornate al 20/07/15 ( accesso libero)


– Libro del mese: Lo schiaffo di don Milani (luglio 2015)


– Rivista del mese: L’integrazione scolastica e sociale (luglio 2015)


– Sito del mese: Sos sanità (luglio 2015)


– Editore del mese: M a r o t t a & C a f i e r o (luglio 2015)

 – 

Siamo su Facebook


Tutte le nostre attività sono autofinanziate. Per sostenerle segnaliamo la possibilità di abbonarsi alla nostra rivista bimestrale APPUNTI sulle politiche sociali. Per indicazioni: Rivista Appunti

 

Fondo nazionale politiche sociali 2015: ripartizione in Gazzetta – da Regioni.it


Il Decreto ministero del lavoro e delle politiche sociali del 4 maggio 2015 relativo alla ripartizione delle risorse finanziarie afferenti il Fondo nazionale per le politiche sociali, per l’anno 2015 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 18 luglio 2015 (Serie generale – n.165)

“Le risorse complessivamente afferenti al Fondo nazionale per le politiche sociali per l’anno 2015” si legge nell’articolo del provvedimento ammontano a 312.992.666 di euro.

segue qui

Regioni.it – n. 2768 del 21-07-2015 – Fondo nazionale politiche sociali 2015: ripartizione in Gazzetta – Regioni.it.

Impresa sociale, la riforma tra narrazioni ed evidenze empiriche


Impresa sociale, la riforma tra narrazioni ed evidenze empiriche

Nel corso delle ultime settimane si sono susseguiti appelli ed esortazioni che invitano il Parlamento “a fare presto” e approvare in tempi brevi la riforma del Terzo Settore, evitando di “perdere ulteriore tempo” perché “il non profit non può aspettare”. Quali sono i motivi di tale urgenza? Quali sono i principali contenuti della riforma? E soprattutto quale idea di Terzo Settore e modello di impresa sociale la riforma intende realizzare? Cerchiamo di rispondere ad alcune di queste domande, concentrando la nostra attenzione sulla parte della riforma che interessa l’impresa sociale.

vai a

Impresa sociale, la riforma tra narrazioni ed evidenze empiriche.

ALESSANDRO MARAN, Una lunga fedeltà (DOSSIER SULLE POLITICHE RIFORMISTE), da PDF to Flipbook


vai a

Una lunga fedeltà 4 | PDF to Flipbook.

Dossier politiche sociali: aggiornamenti dopo la legge di stabilità – da Regioni.it


La Segreteria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome (Settore Salute e politiche sociali) ha aggiornato il II e il II volume del “dossier politiche sociali”, pubblicato sul sito http://www.regioni.it (nella sezione politiche sociali).

Le modifiche sono legate alle norme introdotte dalla Legge di stabilità e alle ultime intese siglate sui Fondi per le politiche sociali per l’anno 2015. Riguardano in particolare:

vai a

Regioni.it – n. 2778 del 04-08-2015 – Dossier politiche sociali: aggiornamenti dopo la legge di stabilità – Regioni.it.

Le novità del sito del Gruppo Solidarietà al 5/8/2015


Le novità del sito del Gruppo Solidarietà

Gruppo Solidarietà, Via Fornace, 23 – 60030 Moie di Maiolati S. (AN) – Tel. e Fax 0731 703327 – e-mail:grusol@grusol.it  –

www.grusol.it

Non rispondere a questo messaggio. Per comunicazioni utilizzare solo grusol@grusol.it

PER SOSTENERE LE NOSTRE ATTIVITA’
IL 5 PER MILLE AL GRUPPO SOLIDARIETA’
Codice fiscale 91004430426


Le novità del sito del Gruppo Solidarietà al 5/8/2015

Gruppo Solidarietà, Via Fornace, 23 – 60030 Moie di Maiolati S. (AN) – Tel. e Fax 0731 703327 – e-mail:grusol@grusol.it

Non rispondere a questo messaggio. Per comunicazioni utilizzare solo grusol@grusol.it

PER SOSTENERE LE NOSTRE ATTIVITA’
IL 5 PER MILLE AL GRUPPO SOLIDARIETA’
Codice fiscale 91004430426


Informazioni
– Dossier politiche sociali: aggiornamenti dopo la legge di stabilità
– L’inganno del lavoro e la vita dignitosa
– Disabilità. Dal paradigma funzionale a quello esistenziale
– Centri diurni disabili e profilo educatore professionale
– Educatori professionali e centri diurni disabili: un’opinione differente
– Sanità. I diritti dei cittadini prima dell’equilibrio di bilancio
– Tagliare la sanità per ridurre le tasse, a chi conviene ?
– Le politiche ed i servizi. Persone al centro
– La differenza fra il paradigma inclusivo e quello integrativo
– Discorso del Papa al II incontro mondiale dei movimenti popolari
– I nuovi servizi sociosanitari nella regione Marche
– Raccontiamo noi l’inclusione. Le interviste integrali


Voce sul sociale
– Servizi sociosanitari nelle Marche. Una rubrica di “Trasparenza e diritti”
– Marche. Il ripristino del Fondo sociale in Consiglio regionale
– Su convenzionamento CD disabili e RP anziani
– Marche. Centri diurni disabili. Il necessario cambiamento
– Delibera Fondo solidarietà. Le richieste di modifica
– Boldrini incontra Ceriscioli. La lettera di Trasparenza e diritti
– Jesi. Tagli servizi sociali. La lettera delle famiglie
– Interrogazione su assistenza tutelare e centri diurni disabili. Le inesatte risposte regionali
– Contribuzione utenti. Le richieste alla regione Marche
– Rsa Anziani. La regione Marche conferma l’aumento del 30% delle rette


Altro in Home page
– 
– Le politiche ed i servizi. Persone al centro
– I nuovi servizi sociosanitari nella regione Marche
– 
– Raccontiamo noi l’inclusione. Le interviste integrali
– “Quaderni Marche”. Dossier sulle politiche regionali
– Trasparenza e diritti
– Per sostenere il Gruppo Solidarietà
– Guida ai diritti e alle prestazioni sanitarie e sociosanitarie
– Petizione sulle prestazioni domiciliari per le persone non autosufficienti



– Rassegna bibliografica al 09/06/2015


– Ultime acquisizioni librarie al 09/06/2015


– Ultimo numero di Appunti 2/aprile-giugno; numero 212


– Le banche dati del Centro Documentazione Gruppo Solidarietà aggiornate al 31/07/15 ( accesso libero)





  • Editore del mese: Adelphi (agosto 2015)

 – 

Siamo su Facebook


 

Tutte le nostre attività sono autofinanziate. Per sostenerle segnaliamo la possibilità di abbonarsi alla nostra rivista bimestrale APPUNTI sulle politiche sociali. Per indicazioni: Rivista Appunti

il mio articolo su “L’Unità” di oggi


Paolo Ferrario:

La concentrazione di potere immaginaria

di Stefano Ceccanti

Originally posted on stefanoceccanti:

La concentrazione di potere immaginaria

di Stefano Ceccanti

Man mano che ci avviciniamo ai passaggi finali della riforma costituzionale ritorna l’incubo della concentrazione di poteri. L’errore di fondo consiste nell’isolare il sistema nazionale dagli ulteriori livelli di governo con cui esso condivide la sovranità. Anzitutto il piano europeo, dove è dominante la dinamica intergovernativa e dove Merkel governa dal 2005 avendo già visto in successione in Italia Berlusconi, Prodi, Berlusconi, Monti, Letta e Renzi. La gran parte dei governi, soprattutto quelli delle grandi democrazie, con cui co-decidiamo la gran parte delle questioni che vincolano anche noi, hanno un’aspettativa di durata di almeno una legislatura. Non è il prodotto solo di una cultura politica, ma anche di precisi meccanismi: sistemi elettorali anche più selettivi dell’Italicum come quelli inglese, francese e greco, ostacoli a sfiduciare i Governi, rapporto fiduciario solo relativo ad una Camera (nessuno pensa che l’altra vada costruita primariamente come…

View original 578 altre parole

Classificazione dei temi

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti agli altri 2.719 follower

Follow POLITICHE SOCIALI e SERVIZI on WordPress.com

Statistiche del Blog

  • 1,204,486 visite

Archivio cronologico

Benvenuti e bentornati, Paolo Ferrario

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.719 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: