Pietro Pacciani, 20 anni dalla condanna del mostro di Firenze – Corriere.it


Tra il 1968 e il 1985 otto duplici omicidi avvenuti nei dintorni di Firenze sconvolgono l’Italia. I crimini ripetevano quasi tutti lo stesso rituale: coppie di amanti sorprese nell’intimità in luoghi isolati, uccise a colpi di pistola, poi l’assassino infieriva sul corpo della donna colpendolo con un coltello e mutilandolo. Molte le ipotesi avanzate: riti satanici, omicidi su commissione di natura esoterica, un gruppo di maniaci assassini, un serial killer mosso da delirio religioso. L’inchiesta della Procura di Firenze ha portato alla condanna nel 1994 del maggiore indiziato Pietro Pacciani e nel 1998 dei suoi “compagni di merende” Mario Vanni e Giancarlo Lotti. L’arma utilizzata in tutti i delitti, una Beretta calibro 22, non è mai stata ritrovata. Nella foto Pietro Pacciani agli arresti. (Archivio RCS)

da Pietro Pacciani, 20 anni dalla condanna del mostro di Firenze – Corriere.it.

Il mercato del lavoro 2013 – 2014 – Documenti – CNEL – Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro


Cnel – Rapporto sul mercato del lavoro 2013/2014

Nel consueto studio curato dal Cnel viene fornita una valutazione di bilancio degli anni della crisi e le possibili linee di intervento e di policy per stimolare la crescita e l’occupazione.

Il panorama economico del Paese mostra ancora i segni della crisi che, iniziata nel 2007, è la più pesante per intensità e durata a partire dagli anni del dopoguerra. A livello territoriale la situazione mostra dati comunque differenti in base allediverse aree: la caduta del Pil al Sud è quasi il doppio di quella delle regioni del centro-Nord; la contrazione in termini di input di lavoro è di quasi 600mila occupati nelle regioni meridionali e poco più di 400mila nel resto d’Italia.

Il mercato del lavoro, naturalmente, è stato condizionato dall’evoluzione del quadro economico generale. La domanda di lavoro ha continuato a ristagnare nella maggior parte dei settori produttivi. Sul fronte giovanile allo status di disoccupati, si accompagna una parte di ragazzi che rinunciano alla ricerca di nuove opportunità per scoraggiamento; sta anche aumentando rapidamente il numero di quanti decidono di emigrare all’estero, soprattutto fra i più scolarizzati.

Tutto questo si ripercuote anche nello stile di vita delle famiglie. Sta aumentando la parte della popolazione che sperimenta condizioni di povertà. Se tradizionalmente le difficoltà erano associate prevalentemente allo stato di disoccupato, adesso anche fra gli occupati sono frequenti i casi di privazione materiale derivanti da condizioni di sottoccupazione o di precarietà del lavoro.

Le necessarie riforme che il Paese dovrà affrontare devono tener conto dell’ambito europeo e degli impegni assunti per centrare gli obiettivi di Europa 2020. In questo contesto le Raccomandazioni specifiche per il 2013 della Commissione, il Piano Nazionale di Riforme italiano del 2014, le Raccomandazioni specifiche per il 2014 tracciano i contorni della sfida che attende il nostro sistema.

da Il mercato del lavoro 2013 – 2014 – Documenti – CNEL – Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro.

Il benessere, un percorso multidisciplinare, di Riccardo Bonato e Marianna Nobile, Ledizioni, 2014


per_il_sito

Il benessere, un percorso multidisciplinare

€2.99€12.00

Formato Scegli un opzione…
Cartaceo
eBook in ePub
 Annulla selezione
€12.00

Acquista

COD: 9788867052592. Categoria: . Etichette.

Descrizione prodotto

Il “benessere” è un concetto che riveste un ruolo centrale nelle riflessioni di molteplici discipline: dalla matematica alla sociologia, dal diritto tributario alla filosofia del diritto. I saggi di questo volume traggono spunto dalle relazioni presentate da giovani studiosi in occasione di seminari svoltisi durante l’anno accademico 2013/2014 presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, e forniscono uno sguardo d’insieme su alcune tra le più significative prospettive dalle quali il tema del benessere si presta a essere affrontato.

Riccardo Bonato nasce nel 1986, è laureato in Economia e in Giurisprudenza, si occupa di Diritto del Lavoro e di Sociologia del Diritto. Attualmente è dottorando di Filosofia e Sociologia del Diritto presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, ed è il giuslavorista di riferimento di un giovane studio legale milanese. Referente di numerosi progetti formativi, dirige la collana editoriale Hórisma.

Marianna Nobile è laureata in Filosofia all’Università Vita-Salute San Raffaele. Attualmente è dottoranda di ricerca in Scienze Giuridiche, nell’ambito del curriculum in Filosofia e Sociologia del Diritto, presso il Dipartimento dei Sistemi Giuridici dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dove è cultore della materia per le cattedre di Filosofia del diritto e di Bioetica.
Collabora con il CEF (comitato per l’Etica di Fine Vita) e fa parte dell’Advisory Board della collana editoriale Hórisma.

DATI BIBLIOGRAFICI

Autori: a cura di Riccardo Bonato e Marianna Nobile
Editore: Ledizioni
Collana: Hórisma
Formato: Brossura
Pubblicato in: Ottobre 2014
ISBN: 9788867052592

Prezzo: 12 €

da Il benessere, un percorso multidisciplinare -.

Dati e propaganda: E’ impossibile mettere 1 milione di persone in Piazza San Giovanni, da Blog | Pagella politica


E’ impossibile mettere 1 milione di persone in Piazza San Giovanni

Ci sono vari metodi per misurare le dimensioni di una folla (in questo articolo di Popular Mechanics un ottimo resoconto). Una delle regole più basilari ma anche più frequentemente usate è quella concepita da Herbert Jacobs, professore di giornalismo all’Università di Berkeley negli anni ’60, per cui in una folla ogni metro quadro era coperto da circa 2,4 persone. Con i moderni mezzi della tecnologia (nemmeno tanto, basta usare Google Earth Pro) scopriamo che Piazza San Giovanni occupa un’area, in giallo nella mappa qui sotto, di circa 47 mila metri quadri. Attraverso una semplice moltiplicazione si può vedere che San Giovanni si riempirebbe con meno di 150 mila persone. Anche prendendo una densità di 4 persone per metro quadro, definita da “pogo” dai Professori Ray Watson (Matematica e Statistica all’Università di Melbourne) e Paul Yip (Amministrazione Sociale all’Università di Hong Kong), non arriviamo al milione, fermandoci sotto ai 200 mila.

Blog | Pagella politica.

Quanti sono gli stranieri residenti in Italia?, da Blog | Pagella politica, 31 ottobre 2014


Quanti sono gli stranieri residenti in Italia?
Nello scorso decennio c’è stato un vero boom dell’immigrazione nel nostro Paese, che però partiva da livelli molto bassi. La componente di residenti stranieri in Italia è cresciuta dal 2,7 al 7,4% della popolazione, secondo 
l’Istat.

In numeri assoluti, vuol dire da 1,5 a 4,4 milioni di persone. Sicuramente una crescita rapida, benché ci posizioni ancora al di sotto degli altri grandi Paesi UE come la Germania o la Francia (dove gli stranieri compongono circa il 12% della popolazione) o la Spagna (11%)

I numeri escludono gli stranieri presenti sul suolo italiano irregolarmente, i cui numeri sono per definizione delle stime. Non sono comunque totali che modificano radicalmente il totale, dal momento che la Fondazione Ismu (Iniziative e Studi sulla Multietnicità) stimava che al 1° gennaio 2013 erano 300 mila gli stranieri senza permesso di soggiorno.

tutto l’articolo qui: Blog | Pagella politica.

“Jobs Act e futuro del mercato del lavoro in Italia”, 15-16 novembre 2014, Associazione LIBERTA’eguale


1000 giorni di riforme
XV Assemblea annuale di LIBERTA’eguale
Orvieto 15-16 novembre 2014
Palazzo del Capitano del Popolo

Programma di massima

Sabato 15 novembre, ore 10,30
Focus tematico “Jobs Act e futuro del mercato del lavoro in Italia”
Introduce:
Tommaso Nannicini
Previsti gli interventi di:
Giuliano Poletti
Elsa Fornero
Pietro Ichino
Filippo Taddei
Tito Boeri
Marco Leonardi
Michele Faioli

Sabato 15 novembre, ore 15,30
Dibattito “1000 giorni di riforme: l’Italia e l’occasione del cambiamento”
Introduce:
Stefano Ceccanti
Previsti gli interventi di:
Michele Salvati
Andrea Romano
Giorgio Armillei
Giacomo Leonelli

Domenica 16 novembre, ore 9,30
Seguito del dibattito “1000 giorni di riforme: l’Italia e l’occasione del cambiamento”

Previsti gli interventi di:
Pier Carlo Padoan
Lorenzo Guerini
Giorgio Tonini
Lia Quartapelle
Dario Parrini
Luigi Covatta
Alessandro Maran
Gennaro Migliore

Conclude:
Enrico Morando

per informazioni 0668809455 – 3462139283
http://www.libertaeguale.com


versione stampabile

 

da Associazione LIBERTA’eguale.

Accordo Ebri-Sapienza per la nascita a Roma del ‘Montalcini Institute’, 31 ottobre 2014


Roma, 31 ott. (Adnkronos Salute) – : Firmato l’accordo Ebri-Sapienza per la nascita a Roma del ‘Montalcini Institute'; Il ministro della Salute, buona la risposta di Asl e ospedali agli ‘stress test’ sull’Ebola; Lo studio, il picco dell’attività cellulare è all’alba e al tramonto

Scorri la rete analitica dei temi

Archivio cronologico

Follow POLITICHE SOCIALI e SERVIZI on WordPress.com

Statistiche del Blog

  • 1,088,365 visite

Benvenuti e bentornati, Paolo Ferrario

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.819 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: