Biorcio, R. La rivincita del Nord. La Lega dalla contestazione al governo, Editori Laterza

Biorcio, R.
La rivincita del Nord
La Lega dalla contestazione al governo
Argomento: Politica, Sociologia, Storia

Negli ultimi venti anni la Lega si è affermata e consolidata andando ben al di là di un semplice movimento di protesta contro la partitocrazia. Ha mantenuto una sostanziale coerenza con la propria identità originaria, unita a una grande capacità di trasformarsi, cogliendo spesso in anticipo i cambiamenti e i nuovi fenomeni emergenti in Italia o nel contesto internazionale. È riuscita a far avanzare il progetto di accrescere l’autonomia delle regioni del Nord assumendone la rappresentanza politica e a stabilire con le comunità territoriali di riferimento un rapporto ‘vero’, quale gli altri partiti non sono più in grado di avere. Ha avuto la capacità di far diventare patrimonio del centrodestra molti dei suoi temi privilegiati e in molte situazioni di sostituire i partiti di sinistra nella rappresentanza politica dell’elettorato popolare, in particolare degli operai. Se fino a qualche anno fa i leghisti erano stig matizzati perché accusati di orientamenti razzisti, oggi il Carroccio è non solo legittimato ma per molti un modello da imitare. Partendo da una ricostruzione delle ragioni dei suoi successi elettorali, Roberto Biorcio affronta i molti interrogativi aperti dalla parabola politica leghista e dalla capacità del partito di Bossi di anticipare e condizionare le trasformazioni della politica italiana.

2 commenti

  1. …Interessante anche se nella Lega non vedo la rappresentanza di idee da condividere, con tutto il rispetto per chi, invece si identifica…… parlavamo di regole venerdì… Leggi e le regole che compongono le leggi. Ma davvero queste regole vengono rispettate? cioè in un panorama politico come quello di questo periodo, fatto da scontri, polemiche, colpe. si rispettano le regole? Colui che dovrebbe rappresentare gli italiani, è impigolato in processi, menzogne e atti sconosciuti che negano il rispetto delle regole; guardiamo le proteste dei lavoratorei in questo periodo… davvero si rispettano le regole dell’operaio? di colui, che insomma, è stato pioniere del mondo del lavoro, ha iniziato ad assicurarsi da solo con le società di mutuo socccorso e piano piano sono arrivate le leggi, ma ora si manifesta.. e quindi? le regole sono ignorate?

    Mi piace

    1. non ho ancora letto il libro di biorcio (è però un rigoroso sociologo che lavora sui dati e quindi meritevole di ascolto).
      per quanto mi riguarda sono troppo lontano dalla violenza e della lega non riesco a sopportare la violenza linguistica.
      tuttavia, relativamente all’oggetto del nostro corso, questo ormai vecchio partito ha saputo mettere in agenda la questione del localismo che è cruciale anche per i servizi sociali
      non potremo parlarne in aula perchè il tema è troppo esposto sulla politica intesa come “partiti politici” e non sulle politiche intese come azioni orientate alla polis
      magari riusciremo a mettere a tema il federalismo fiscale analizzato come “regole in divenire”
      grazie ancora
      e a presto
      paolo ferrario

      Mi piace

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.