gli islamisti nigeriani uccidono Franco Lamolinara, dopo un anno di infame prigionia

occorre immaginarsi la vita di Franco Lamolinara, per quasi un anno prigioniero degli spietatissimi aguzzini islamisti.

occorre immaginarsi la sua speranza di sopravvivere giorno dietro giorno, nonostante le paure, i tormenti, le mostruose costrizioni (ben raccontate nel film Non desiderare la donna d’altri (Titolo originale Brodre/Brothers), di Susanne Bier, 2004)

Occorre immaginarselo quando viene ucciso dagli islamisti terroristi.

Occorre immaginare i cattocomunisti multiculturalisti, che se ne sbattono di questi poveracci che crepano nelle carceri musulmane, perchè sono più portati a comprendere le LORO ragioni piuttosto che quelle di chi, senza essere colpevole di nulla, muore solo per fare un lavoro nei luoghi dell’ESTREMO PERICOLO.

Occorre immaginare tutto questo

Paolo Ferrario, 8 marzo 2012

——————————————-

l’ ostaggio italiano Franco Lamolinara è morto durante un blitz delle teste di cuoio britanniche. Con lui è rimasto ucciso anche un altro ostaggio britannico, Cristopher McManus. È successo a Sokoto, nel nord-ovest della Nigeria, non lontano dal luogo in cui l’ingegnere italiano era stato sequestrato il 12 maggio 2011. Lamolinara e il collega britannico sono stati trovati già privi di vita quando le forze speciali inglesi e nigeriane sono riuscite a entrare nell’abitazione dove erano tenuti in ostaggio, secondo quando riferiscono servizi segreti del paese africano.

da Blitz delle teste di cuoio, i rapitori sparano Uccisi Lamolinara e un altro ostaggio – Corriere.it.

Franco Lamolinara è l’ultima vittima della cecità con cui l’Italia, l’Europa e l’Occidente favoriscono il propriosuicidio sostenendo la crescita del radicalismo islamico sia dentro sia fuori casa nostra.

Immaginavamo che l’11 settembre del 2001 fosse l’apice della capacità offensiva di Al Qaida. Oggi dobbiamo ricrederci assistendo alla rapida ascesa e diffusione della più micidiale rete del terrorismo islamico globalizzato in Nigeria, Yemen, Iraq, Siria, Libia, Algeria, Territori palestinesi, Pakistan, Afghanistan, Indonesia, Somalia, Sudan. Altre forze radicali islamiche legate ai Fratelli Musulmani o alla galassia dei Salafiti hanno preso il potere in Egitto, Marocco, Tunisia, Libano.

E in casa nostra, ovunque in Occidente, la presenza del radicalismo islamico cresce giorno dopo giorno tramite la fitta rete di moschee, scuole coraniche, enti assistenziali e finanziari islamici, tribunali sharaitici.

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.