Malati cronici

Luciana Quaia, Quando l’anziano diventa fragile | in Muoversi Insieme

Con il termine disabilità si definiscono gravi difficoltà nelle dimensioni del movimento, delle funzioni quotidiane e della comunicazione. Può quindi trattarsi di una persona adulta con handicap fisico, psichico, sensoriale, oppure riguardare un individuo anziano non autosufficiente o affetto da una malattia cronica, la cui ridotta autonomia personale è tale da rendersi necessario l’intervento assistenziale continuativo di altre persone.
Nel soggetto che invecchia si manifestano perdite che in qualche modo, pur essendo temute, sono attese: a livello fisico risultano meno efficienti il movimento, la forza, il recupero; a livello mentale rallentano la memoria, la velocità di elaborazione del pensiero, l’apprendimento; a livello psicologico possono esservi difficoltà nell’accettazione delle trasformazioni avvenute e una caduta della progettualità.
Lo scrittore americano Malcolm Cowley, nella sua opera The view from 80, traduce i “sintomi” del diventare vecchi con queste descrizioni:

vai all’intero articolo qui: Quando l’anziano diventa fragile | Muoversi Insieme.

1 risposta »

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.