è pubblicato il Ricorso per conflitto di attribuzione 26 settembre 2012 n. 4:Ricorso per conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato

Conflitto attribuzione tra poteri dello Stato

In G.U. n. 39 del 3-10-2012 è pubblicato il Ricorso per conflitto di attribuzione 26 settembre 2012 n. 4:Ricorso per conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato (merito) depositato in cancelleria il 26 settembre 2012 (del Presidente della Repubblica). Presidente della Repubblica – Immunita’ – “Attivita’ di intercettazione telefonica, svolta nell’ambito di un procedimento penale pendente dinanzi alla Procura della Repubblica di Palermo, effettuata su utenza di altra persona nell’ambito della quale sono state captate conversazioni del Presidente della Repubblica” – Ricorso per conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato promosso dal Presidente della Repubblica…..


Le funzioni del Presidente  della  Repubblica  sono  strettamente connesse e vanno interpretate con il ruolo, che la  Costituzione  gli attribuisce,  di  Capo  dello   Stato,   rappresentante   dell'unita' nazionale.  La  sottrazione  del  Presidente  della  Repubblica  alla responsabilita' anche politica e' stabilita in funzione di tale ruolo e non certo per escludere la «politicita'» della sua  azione  diretta
ad assicurare in  modo  imparziale,  insieme  agli  altri  organi  di
garanzia, il corretto funzionamento del sistema  istituzionale  e  la
tutela degli interessi permanenti della Nazione  . 
    Deve, in conclusione, ribadirsi che la sfera di immunita' che  la
Costituzione  riserva  al  Capo  dello  Stato  non   costituisce   un
inammissibile privilegio, legato ad esperienze ormai  definitivamente
superate.  Al  contrario,  le   prerogative   che   la   Costituzione
attribuisce al Capo dello Stato  sono  strettamente  funzionali  agli
altissimi compiti che e' chiamato a sostenere nell'espletamento della
citata funzione di garanzia complessiva del  corretto  andamento  del
sistema  che  egli  esercita,  mantenendo,  appunto,  l'unita'  della
Nazione. E' del  tutto  evidente  che,  nell'espletamento  di  questi
compiti, al Presidente della Repubblica  deve  essere  assicurato  il
massimo di liberta' di azione  e  di  riservatezza,  appunto  perche'
alcune attivita' che egli pone  in  essere,  e  certamente  non  poco

significative, non hanno un carattere formalizzato. 

tutta la sentenza qui   Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.