L’Islam può essere riformato?: La storia e la natura umana dicono che è possibile, di Daniel Pipes

Al presente, l’Islam rappresenta una forza arretrata, aggressiva e violenta. Esso deve rimanere tale o può essere riformato e diventare moderato, moderno e bonario? Le autorità islamiche possono formulare un’interpretazione della loro religione che garantisca pieni diritti alle donne e ai non musulmani, e la libertà di coscienza ai musulmani; che accetti i principi fondamentali della finanza e della giurisprudenza moderne; e che non cerchi di imporre la sharia, la legge islamica, né di stabilire un califfato?

Un numero crescente di analisti crede che ciò non sia possibile, che la fede musulmana non può fare queste cose, che questi tratti sono tipici dell’Islam e che facciano immutabilmente parte della sua struttura. Alla domanda se lei fosse d’accordo con la mia formulazione che “l’Islam radicale è il problema, ma quello moderato è la soluzione”, la scrittrice Ayaan Hirsi Ali ha risposto: “Mi spiace, ma è sbagliato”. La Hirsi Ali ed io siamo nella stessa trincea, combattiamo per gli stessi obiettivi e contro gli stessi avversari, ma siamo in disaccordo su questo punto fondamentale.

La mia tesi si divide in due parti. In primo luogo, la posizione essenzialista di molti analisti è sbagliata; e, in secondo luogo, può emergere un Islam riformato.

tutto l’articolo qui   L’Islam può essere riformato?: La storia e la natura umana dicono che è possibile :: Daniel Pipes.

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.