Newsletter Sportelli sociali – n. 30 , settembre 2014 Utenti, cittadini, persone a cura di Redazione sportelli sociali, Ufficio di Piano, Dipartimento Benessere di comunità, p.zza Liber Paradisus 6, torre C, 40129 Bologna

Newsletter Sportelli sociali – n. 30 , settembre 2014
Utenti, cittadini, persone

 

a cura di Redazione sportelli sociali, Ufficio di Piano, Dipartimento Benessere di comunità, p.zza Liber Paradisus 6,  torre C, 40129 Bologna,
telefono 051/2193772
Per ricevere la newsletter scrivere a: redazionesportellosociale@comune.bologna.it
oppure iscriversi al sito: www.comune.bologna.it/sportellosociale 


Gli utenti di questo servizio sono 1819 e le notizie inviate sono state 1040

Chi dovesse avere problemi di visualizzazione può scaricare la newsletter in formato pdf sul sito degli Sportelli Sociali

 Sommario

Nel numero di settembre della newsletter Sportelli Sociali…
I laboratori dello Sportello Lavoro, bonus acqua, contributi per i libri scolastici, fondo regionale per la non autosufficienza. E ancora: pubblico impiego per i cittadini stranieri, rapporto minori rifugiati, essere genitori in carcere, social card sperimentale. Tutte le ultime notizie su: nuovi
cittadini, famiglie e minori, vecchie e nuove povertà e politiche sociali. Infine le nostre rubriche: un welfare solo per i padri?, Nuovi stili di vita e la sezione dedicata all’informazione e comunicazione sociale.

 A Bologna

 

 

   

985/14 – Al via il secondo bando per contributi promozionali a sostegno del lavoro di cura delle assistenti famigliari
A partire dal 29 settembre e fino al 31 dicembre compreso sarà possibile presentare nuovamente domanda per accedere a contributi economici
promozionali. I contributi sono rivolti a cittadini ultrasessantacinquenni residenti nel Comune di Bologna che hanno attivato autonomamente, o tramite agenzia di somministrazione di lavoro, un regolare contratto con Assistente Familiare. Sono richiesti un ISEE del nucleo famigliare non superiore ad euro 22.300 e la presenza di un contratto di non meno di 25h settimanali.
Leggi tutto


986/14 – Riparte il bonus acqua

Dopo la sospensione del 2013 e l’emanazione del nuovo regolamento da parte di Atersir, l’Agenzia regionale che si occupa di servizi idrici e rifiuti, ripartono le agevolazioni tariffarie relative al servizio idrico. Leggi tutto

987/14 – Libri scolastici: bando per contributi agli gli studenti delle medie e superiori (2014)
Come ogni anno riportiamo tutte le informazioni per risparmiare sull’acquisto dei testi scolastici (libererie e grandi catene di distribuzione) o avere parziale rimborso delle spese sostenute per gli alunni di medie e superiori (bando entro il 12 novembre). Leggi tutto

988/14 – Cercare meglio il lavoro. I laboratori dello Sportello lavoro a Sala Borsa
Ad Ottobre inizieranno in sala Borsa a Bologna, i consueti Laboratori mensili gratuiti di “Orientamento al lavoro e ricerca attiva su web”, organizzati dallo Sportello Lavoro del Comune in collaborazione con Sala Borsa e i suoi operatori e l’Associazione  Bibliobologna.Leggi tutto

989/14 – Gioco d’azzardo, a Bologna i Sert pronti all’accoglienza
Tutti i SerT (servizi per le tossicodipendenze) dell’area metropolitana bolognese potranno assistere i giocatori d’azzardo patologici. All’inizio, solo al cuni di essi erano in grado di farlo, da qualche settimana l’offerta si è decisamente ampliata: 9 ambulatori idonei (di cui 3 a Bologna) e 25 operatori appositamente formati lo scorso anno (tra i 130 totali) in grado di fornire risposte personalizzate per ogni paziente. Si fissa un appuntamento per un primo contatto, al quale segue un periodo di osservazione, per decidere come intervenire, di circa 60 giorni, per acquisire tutti gli elementi necessari, capire la persone e il contesto, valutare le sue risorse. Leggi tutto

990/14 – Bus gratuito anche quest’anno per i bambini delle elementari

Anche quest’anno la Giunta comunale rinnova l’abbonamento gratuito al trasporto pubblico urbano per tutti i  bambini residenti a Bologna nati tra il 2004 e il 2010. L’iniziativa, per cui il Comun e di Bologna, ha fatto da apripista ricevendo un forte apprezzamento da famiglie e scuole, coinvolge 20.879 bambini, ed è resa possibile grazie ad uno stanziamento di 110.000 euro del Settore Mobilità sostenibile, inserito nel bilancio comunale 2014. Il nuovo abbonamento segue l’anno scolastico e sarà pertanto valido dal 1° settembre 2014 al 31 agosto 2015.
Leggi tutto nel sito del Comune di Bologna

991/14 – Via libera al Fondo regionale per la non autosufficienza: a disposizione 430 milioni
E’ stato dato il via libera al Fondo regionale per la non autosufficienza che, nel 2014, ha a disposizione 430 milioni e 600 mila euro. I fondi sono destinati a finanziare i servizi per le persone anziane e disabili non autosufficienti e le risorse del Fondo regionale si conferma no superiori al totale del Fondo nazionale. Contemporaneamente il Governo ha provveduto al riparto del fondo nazionale per la non autosufficienza che per il 2014 assomma complessivamente a 340milioni di cui poco più di 26 destinati all’E.Romagna.
Leggi tutto
(fonte newsletter Regione E.Romagna e newsletter regioni.it)

992/14 – Il nuovo sistema di servizi integrati a sostegno della domiciliarità

Al via la nuova organizzazione del sistema di servizi integrati a sostegno della domiciliarità: assistenza domiciliare, servizio pasti, centro diurno e ricovero temporaneo di sollievo. Lo scopo è quello di assicurare adeguatezza di servizi, dignità e sicurezza alle persone che, pur restando al proprio domicilio, necessitano di assistenza, è inol tre un modo concreto e veloce per dare aiuto e supporto ai loro caregiver. Leggi tutto

 Nuovi cittadini

 


993/14 – Cittadini stranieri, le linee guida per l’accesso al pubblico impiego in Italia

I cittadini stranieri possono partecipare ai bandi di concorso pubblici della Pubblica Amministrazione? Presentate a Firenze nell’ambito di un seminario indetto dall’Università degli Studi di Firenze, in collaborazione con ASGI e Regione Toscana le linee guida realizzate dall’ASGI all’interno del progetto “Antenne antidiscriminazione” promosso con il sostegno della Open Society Foundation. Attraverso questa pubblicazione l’ASGI vuole offrire uno strumento di d’informazione e di dibattito su una tematica di grande attualità ed importanza per l’effettiva integrazione sociale degli immigrati nel nostro Paese. 
Leggi tutto su asgi.it
994/14 – Seconde generazioni, ecco l’aggiornamento della Guida “18 anni in… Comune”
Tutte le novita’ normative sull’acquisizione della cittadinanza italiana, per le seconde generazioni, disponibili in un unico compendio e su tutti i siti internet di ANCI, Save the children e Rete G2: e’ l’aggiornamento della Guida ‘’18 anni… in COMUNE! – I tuoi passi verso la cittadinanza italiana’’, che corona un percorso di proficua collaborazione con Save the Children e Rete G2, iniziato nell’ottobre del 2011, per la promozione della Campagna ‘‘18 anni in Comune’‘. Si tratta, ricorda il delegato ANCI all’Immigrazione, Giorgio Pighi, di ‘’una campagna che intendeva sollecitare i Sindaci ad informare tempestivamente le seconde generazioni, cioè’ i minori nati in Italia da genitori stranieri, sulle modalità’ di acquisizione della cittadinanza al compimento dei 18 anni’‘.
Leggi sutto su anci.it
Scarica la Guida
(fonte newsletter anci)

 Disabilità


995/14 – Permessi per la “104” a parenti di terzo grado. Precisazioni dal Ministero

I tre giorni al mese di permesso retribuito per assistere familiari con gravi handicap possono essere chiesti anche per parenti o affini entro il terzo grado se costoro non hanno coniuge o genitori che possono assisterli. Rispondendo con l’interpello 19 del 26 giugno al quesito posto dalle associazioni Anquap e Cida, il Ministero del Lavoro chiarisce che questa è l’unica condizione e non rileva che vi siano altri parenti o affini, di grado inferiore che potrebbero assistere la persona disabile. Perché il lavoratore possa chiedere i tre giorni di permesso per assistere un parente o un affine di terzo grado è sufficiente, quindi, che i genitori o il coniuge della persona che necessita dell’assistenza si trovino in una delle seguenti condizioni: abbiano compiuto i sessantacinque anni di età; siano anche essi affetti da patologie invalidanti; siano deceduti o mancanti. Leggi tutto

996/14 – Disabilità, arrivano le “misure di semplificazione”

E’ tempo di “semplificazioni” per  la disabilità in Italia. O, almeno, così pare: nel giro di pochi giorni, vanno infatti in questa direzione la campagna lanciata dal responsabile Welfare del Pd Davide Faraone, mirata proprio all’alleggerimento degli oneri burocratici che gravano sulle persone disabili e sulle loro famiglie; a seguire, la circolare dell’Inps, che esonera dalle visite di accertamento i minori con autismo “non lieve” e, da ultimo, l’approvazione in Consiglio dei ministri, nei giorni scorsi, del decreto-legge sulla semplificazione e trasparenza amministrativa. Leggi tutto sul sito del Comune di Bologna

 Famiglie e minori

 

 


997/14 – Save The Children: rapporto minori rifugiati

Quasi tutti i minori accompagnati prima soccorsi e poi sbarcati in Italia dal 1 gennaio al 31 maggio 2014, 1.542 su 2.124, sono bambini siriani, con un’età media di 5 anni ma anche molto piccoli, in fuga dal conflitto iniziato 3 anni fa insieme alle loro famiglie o a una parte di esse, perché
qualcuno non è potuto partire. Un viaggio terribile iniziato nella maggior parte dei casi 1 o 2 anni fa per sottrarsi a combattimenti che non risparmiano città e villaggi in tutta la Siria, che colpiscono la popolazione civile e soprattutto i bambini, uccisi, torturati o armati, esposti ad amputazioni o malattie gravi per mancanza di cure, spesso senza cibo sufficiente e senza acqua. A loro è dedicato “L’Ultima Spiaggia. Dalla Siria all’Europa, in fuga dalla guerra”, il rapporto presentato da Save the Children

998/14 – L’appropriatezza degli allontanamenti dei minori dalle famiglie nei casi di inadeguatezza genitoriale, una ricerca qualitativa
L’indagine sul tema dell’appropriatezza degli allontanamenti dei minori si colloca nell’ambito di un progetto promosso dal Garante Regionale dell’Infanzia e Adolescenza in collaborazione con il Cismai dell’Emilia Romagna, che ha voluto coinvolgere gli operatori dei Servizi Sociali e Socio-Sanitari della Regione Emilia Romagna in una riflessione intorno agli strumenti presenti sul territorio atti a contrastare il fenomeno del maltrattamento su i minori. L’indagine, che ha coinvolto Assistenti Sociali e Responsabili di Comunità familiari e residenziali,si è posta l’obiettivo di promuovere una riflessione critica intorno a questo tema e all’insieme di strumenti che possono essere messi in campo nell’ambito della Tutela dei Minori ed in particolare della prevenzione al maltrattamento. Consulta il documento

999/14 – Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza
È stato ricostituito l’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza, di cui fanno parte rappresentanti di pubbliche amministrazioni nazionali e locali, di enti e associazioni, di organizzazioni del volontariato e del terzo settore ed esperti in materia di infanzia e adolescenza. I nuovi membri sono stati nominati con decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti del 17 giugno 2014, in corso di registrazione, e hanno un incarico biennale.
Leggi tutto su lavoro.gov.it

1000/14 – Una legge per i genitori separati
La Lombardia ha varato un legge per la tutela dei coniugi separati, in condizione di disagio economico e sociale. Il tema, annunciato sin dalla campagna elettorale, diventa norma.
Leggi tutto su lombardiasociale.it

 Carcere

1001/14 – Essere genitori in carcere: tra i diritti degli adulti e i diritti dei minori di età 
Il 16 giugno si è svolto a Venezia il convegno promosso dal Pubblico Tutore dei minori del Veneto,in collaborazione con il Garante dei diritti dei detenuti del Comune di Venezia e con l’Associazione La Gabbianella e altri animali, sulla questione del mantenimento e della qualità  dei legami affettivi tra i genitori detenuti e i loro figli.
Leggi tutto nel sito del Centro diritti umani dell’Università di Padova


1002/14 – L’affidamento al servizio sociale secondo gli operatori 

È stato presentato a Roma, nell’ambito di un convegno nazionale organizzato dalla Conferenza nazionale per la garanzia dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il report conclusivo della ricerca “L’affidamento al servizio sociale” voluta dai Garanti di Emilia-Romagna, Lazio, Veneto e
Toscana. L’istituto dell’affidamento dei minori al Servizio sociale, normativamente poco definito nei contenuti e nella sua applicazione operativa e suscettibile di interpretazioni anche significativamente difformi, emerge dalla ricerca in tutta la sua complessità sia in termini applicativi che di relazione tra gli attori coinvolti in primis sistema dei servizi e sistema giudiziarioLeggi tutto su assemblea.emr.it

 Dipendenze 

 

1003/14 – Alcol, Scafato (Sia): Ogni anno 5.000 nuovi dipendenti 
L’Alcoldipendenza è un problema negletto in Italia. “Ogni anno abbiamo 5.000 nuovi dipendenti che si aggiungono al milione di soggetti alcolisti e agli 8 milioni di connazionali con livelli di consumo a rischio. Inoltre, i costi complessivi che l’alcol genera nel Paese rappresentano l’1,3% del Pil
(secondo le ultime stime dell’Organizzazione mondiale della Sanità), esprimendosi su una scala di miliardi di euro e non di milioni di euro come un investimento in prevenzione comporterebbe”. Lo dice Emanuele Scafato, presidente della Società italiana di Alcologia (Sia), al convegno promosso dalla Fondazione Charta alla Camera su ‘Dalla prevenzione alla terapia: un approccio integrato per combattere il fenomeno dell’alcoldipendenza’.
Leggi tutto su Dire sanità

1004/14 – Droga. Aumenta il consumo di cannabis tra i giovani: ne fa uso quasi 1 su 4 
Aumenta in Italia il consumo di spinelli tra i giovani: nella fascia di età tra 15 e 19 anni coloro che li hanno fumati durante gli ultimi dodici mesi sono passati dal 21,56% (2013) al 23,46% (2014). E’ quanto emerge dalla Relazione al Parlamento sulle tossicodipendenze 2014. I dati evidenziano, inoltre, che la concentrazione di cannabis nelle acque reflue è cresciuta del 10,96%, mentre diminuisce dello 0,75% quella di cocaina. Stabili eroina, stimolanti e allucinogeni.
(fonte newsletter quotidiano sanità)

 Anziani

 

 

1005/14 – Invecchiamento (c)attivo
La popolazione del mondo è sempre più vecchia (l’età media è oggi circa 30 anni, da 22 che era nel 1975), soprattutto nei paesi sviluppati (41 anni), e in particolare in alcuni di questi, tra cui Italia (45 anni) e Germania (46). Si possono guardare anche altri indicatori, naturalmente, ma il risultato non cambia molto: ad esempio, la quota di anziani (65+ anni) sugli adulti (15-64 anni) è oggi del 13% nel mondo, del 26% nei paesi più sviluppati e del 33/34% in Italia e Germania, ed è ovunque in crescita. E l’invecchiamento è normalmente percepito come una cosa cattiva: maggior peso degli improduttivi, dei malati, dei non autosufficienti, dei consumatori di medicinali.
L’articolo di Gustavo De Santis su neodemos.it

 Casa


1006/14 – Rifinanziato il fondo regionale per l’accesso alle abitazioni in locazione

Di fronte al perdurare della crisi economica ed occupazionale e al crescere delle manifestazioni di disagio abitativo lo Stato ha deciso di rifinanziare il fondo per l’accesso alle abitazioni in locazione dotandolo di 100 milioni di euro da ripartire fra tutte le Regioni. Alla nostra  sono stati destinati 8,5 milioni di euro ai quali si aggiungono 2,2 milioni di euro a carico del bilancio regionale.
Leggi tutto 
(fonte newsletter Regione E.Romagna)

 Senza fissa dimora


1007/14 – La ricerca nazionale ISTAT sulle persone senza dimora

E’ stato pubblicato a cura di ISTAT il volume “La ricerca nazionale sulla condizione delle persone senza dimora in Italia”. “Sulla scia delle iniziative dell’anno europeo della lotta alla povertà e all’esclusione sociale, la ricerca nazionale sulla condizione delle persone senza dimora – realizzata grazie a una convenzione con Ministero della Salute, Lavoro e Politiche sociali, fio.PSD (Federazione italiana organismi persone senza dimora) e Caritas Italiana – testimonia l’impegno dell’Istituto nazionale di statistica nello sforzo di approfondire la conoscenza di fenomeni scarsamente indagati, ma per questo non meno rilevanti, di fornire un’adeguata rappresentazione della complessa realtà del nostro Paese, di dare visibilità a soggetti trascurati dalle statistiche, spesso invisibili nella società”.
Scarica il volume in pdf
(fonte newsletter Fiopsd)

 Welfare aziendale


1008/14 – Responsabilità sociale: più aziende impegnate, ma calano gli investimenti

Oggi, il 73 per cento delle imprese italiane dichiara di essere impegnata nella responsabilità sociale (Csr), dato in sensibile crescita se rapportato al 2011: 64 per cento. Certo si spende meno, ma con interventi mirati e misurabili. Sono questi alcuni dei dati emersi dal ‘VI rapporto di indagine sull’impegno sociale delle aziende in Italia’, realizzato dall’Osservatorio Socialis di Errepi Comunicazione. Secondo il rapporto, i settori più attivi nella Csr sono finance, commercio, farmaceutico e manifatturiero.
Leggi tutto su coopservizioumbria.it

1009/14 – L’estate senza welfare per i figli
Scuole chiuse per tre mesi. E sempre meno servizi pubblici d’estate per i ragazzi, centri privati
cari e senza garanzie. Mentre le aziende riscoprono le colonie.
L’inchiesta di Roberta Carlini per l’Espresso

 Non autosufficienza

 


1010/14 – Non autosufficienza, è nato il tavolo interministeriale

E’ nato ufficialmente il tavolo interministeriale sulla non autosufficienza: dopo un primo incontro a Roma cui hanno preso parte i sottosegretari  Biondelli (Lavoro e Politiche sociali), Zanetti (Economia), Di Filippo (Salute), accanto a rappresentanti dell’Anci, della conferenza Stato-Regioni e delle federazioni Fish e Fand.
Leggi tutto su superabile.it

1011/14 – Forum Non Autosufficienza 2014: Strumenti, idee e soluzioni per l’innovazione sociale e il welfare di cura

L’abituale appuntamento con il Forum sulla non autosufficienza si svolgerò a Bologna il 19 e 20 novembre 2014. Mai come oggi la crisi pone degli interrogativi rispetto alla reale esigibilità dei diritti sociali e interroga quindi il nostro modello di welfare, soprattutto in relazione all’esponenziale aumento delle grandi fragilità. È questo il tema al centro del prossimo Forum NA durante il quale verrà proposta anche una valutazione prospettica di quella che potenzialmente rappresenta una risposta ed una alternativa di sostenibilità economica dell’attuale sistema.
Leggi tutto su retecaad.it

Vecchie e nuove povertà

 

 

 

1012/14 – In un anno oltre 1,2 milioni di persone scivolate nella povertà assoluta. I dati dell’Istat
Nel 2013 sono oltre 2 milioni le famiglie in condizioni di povertà assoluta (per un totale di oltre 6 milioni di persone) e oltre 3 milioni in povertà relativa. L’incidenza aumenta al Mezzogiorno, in generale peggiora la condizione di coppie con figli.
Leggi tutto su redattoresociale
Leggi nel sito di ISTAT

1013/14 – Se la politica economica non aiuta i più poveri

I dati Istat certificano l’aumento della povertà in Italia. E la politica come risponde? L’analisi delle conseguenze di alcune scelte dei Governi Letta e Renzi mostra che la capacità del sistema di tax-benefit di sostenere i redditi nei momenti di crisi è bassa. Il reddito di inclusione sociale.
Leggi tutto su lavoce.info

1014/ – Alcune mappe in tema di povertà e distribuzione della ricchezza
La crisi economica non ha lasciato scampo quasi a nessuna fascia di età o regione, anche se le differenze tra Nord e Sud sono ancora molto forti. E il tracollo del potere d’acquisto degli under 30 ha dell’incredibile. Ecco i graf ici per capire come è cambiato, in peggio, il Paese, nell’inchiesta di Davide Mancino per l’Espresso.

1015/14 – Genitori separati, quando arrivano disagio e povertà. Uomini nei media, donne nella realtà
Padri separati in difficoltà, costretti a rivolgersi ad enti caritativi o nei casi più gravi a dormire in macchina, ma non solo. Sono diverse e sempre più frequenti le notizie che negli ultimi periodi hanno riguardato il tema dei genitori separati legato alla povertà e all’esclusione sociale.
Ed è proprio da questa riflessione che la Caritas, nel Rapporto 2014 sulla povertà e l’esclusione sociale in Italia dal titolo “False partenze”,  pone un’attenzione particolare verso questa tematica con una sintesi dei pri ncipali risultati della prima indagine nazionale sulla condizione di vita dei genitori separati. Leggi tutto

 Servizi e politiche sociali 

 

1016/14 – Verso il nuovo Isee. Contenuti e problematiche applicative
A breve dovrebbe entrare in vigore la nuova normativa sull’indicatore della situazione economica equivalente (Isee). L’impressione è che dopo una prima fase in cui le modifiche sono state salutate con soddisfazione da molti soggetti, in particolare enti locali, sembra ora allargarsi il fronte dei perplessi. Massimiliano Gioncada fa il punto riguardo i contenuti, anche rispetto alla precedente normativa e problematiche applicative.
Leggi tutto su grusol.it

1017/14 – Verso un Osservatorio regionale sull’economia sociale 
La Giunta regionale ha approvato, all’unanimità e con voto palese, la proposta dell’assessore alle Politiche sociali, Teresa Marzocchi, di costituire, insieme a Unioncamere regionale e Forum del Terzo settore dell’Emilia-Romagna, un Osservatorio regionale dell’economia sociale. Obiettivo? Dare evidenza all’apporto dell’economia sociale ai processi di sviluppo del territorio e all’economia del Paese in generale. Leggi tutto su sociale emilia romagna

1018/14 – La Camera dà l’ok: ecco la legge sull’Agricoltura sociale. “Ora filiera e marchio”
Primo sì alla legge sulle attività di agricoltura sociale in Italia. Per il vice ministro alle Politiche agricole, Andrea Olivero, sarà legge entro l’autunno. Positivo il giudizio del Forum nazionale agricoltura sociale: “Ora nasca una filiera e un marchio a carattere nazionale”
Leggi tutto su redattoresociale

1019/14 – Voucher universale per i servizi sociali: le opinioni in rete
Riorganizzare il sistema dei servizi alla persona e alla famiglia, introducendo il meccanismo del “voucher universale”: è questo l’obiettivo della proposta di legge “Istituzione del Voucher universale per i servizi alla persona e alla famiglia”, presentata contemporaneamente alla Camera e al Senato da PD e NCD. La proposta è stata presentata e discusso in diverse sedi.Segnaliamo alcuni contributi

1020/14 – Social card sperimentale. Il Ministero pubblica un report con i primi dati del sostegno all’inclusione attiva nei grandi comuni
Non solo sostegno economico alle famiglie beneficiarie, ma un progetto ben più ampio di inclusione sociale attiva: lavorativa per gli adulti, scolastica per i bambini, sociale e sanitaria per tutta la famiglia. Nel 2013, con l’adozione del Decreto Ministeriale del 10 gennaio 2013 del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministro dell’Economia e delle Finanze, ha preso il via la sperimentazione della nuova social card, un progetto sperimentale di lotta alla povertà costruito con la partecipazione diretta dei beneficiari. La sperimentazione ha coinvolto le 12 città più grandi del paese – Bari, Bologna, Cat ania, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia, Verona – durerà un anno e impegnerà un ammontare complessivo di risorse pari a 50 milioni di euro. Leggi tutto
(fonte sito Ministero welfare)

 Sanità e salute

 


1021/14 – Sanità e assistenza, frena la spesa privata: welfare familiare in crisi 

Nell’ultimo anno la spesa sanitaria privata ha registrato un -5,7%, il valore pro-capite si è ridotto da 491 a 458 euro all’anno, le famiglie italiane hanno dovuto rinunciare complessivamente a 6,9 milioni di prestazioni mediche private e per la prima volta è diminuito anche il numero delle badanti che lavorano nelle case degli anziani bisognosi: 4mila in meno. Sono i segnali di una inversione di tendenza rispetto a un fenomeno consolidato nel lungo periodo per cui le risorse familiari hanno compensato una offerta del welfare pubblico che si restringeva.
Leggi tutto e scarica il documento (previa registrazione al sito)

1022/14 – Salute e invecchiamento attivo in Emilia-Romagna: il ruolo della sorveglianza Passi di Argento
Il 2 luglio, a Bologna, si è svolto il seminario di presentazione dei risultati PdA dell’indagine 2012-2013 realizzata in Regione. In totale sono state effettuate 2136 interviste, con un tasso di risposta del 83%. Leggi tutto e scarica il testo degli interventi
(fonte newsletter epicentro)

1023/14 – Istat: tutela della salute e accesso alle cure
Quella italiana è una popolazione che invecchia, in cui le patologie croniche sono sempre più diffuse. Rispetto al 2005, diminuiscono malattie respiratorie croniche e artrosi – la popolazione che invecchia proviene da esperienze di vita sempre più s ane – mentre aumentano tumori maligni, Alzheimer e demenze senili anche perché c’è maggiore capacità di riconoscere le malattie. Migliora lo stato di salute fisico, peggiora quello mentale rispetto al 2005: quest’ultimo controllato per età), in particolare tra i giovani fino ai 34 anni (-2,7 punti), soprattutto maschi, e tra gli adulti di 45-54 anni (-2,6). Un calo ancora più rilevante si registra nell’indice di salute mentale delle persone straniere residenti in Italia; l’indice si riduce in media di 4,7 punti, ma tra le donne straniere la diminuzione è di 5,4 punti. Leggi nel sito dell’ISTAT

 Un welfare solo per i padri? e i figli?

1024/14 – CENSIS, in esubero prepensionati, esodati, staffettati: i precari a fine carriera
C’è un conflitto latente fra le generazioni sul mercato del lavoro. In sofferenza anche gli over 50: +146% di disoccupati negli ultimi sei anni. E sono un milione quelli spinti dalla crisi dei redditi a cercare un impiego.
Leggi tutto su censis.it: 

1025/14 – Primi dati sulle adesioni alla Garanzia giovani
I primi dati sulle adesioni alla Garanzia giovani segnalano un alto numero di iscrizioni interregionali. I motivi possono essere i più svariati. Ma rimandano una richiesta di scelte politiche coraggiose. Il confronto tra Regioni “preferite” e incidenza dei giovani che non lavorano e non studiano. Leggi tutto su lavoce.info

1026/14 – Giovani in dissolvenza: un caso di “neocidio”?
L’ultimo Rapporto annuale dell’Istat (2014) stima per il 2013 la nascita di appena 515 mila bambini, 12 mila in meno del 1995, l’anno in cui si ebbe lo storico pavimento minimo della natalità. Il tasso di fecondità totale è uguale a 1,42 figli per donna, un dato sensibilmente inferiore alla media dell’Unione Europea (1,58 con la Francia che sfiora il 2.00). Un’emorragia demografica difficile da contrastare. Leggi tutto su neodemos

1027/14 – Se la Garanzia giovani diventa un servizio civile

Forse perché la Garanzia giovani si profila come un insuccesso annunciato, il Governo sembra volerla trasformare in una forma di servizio civile per giovani disoccupati. Le esperienze internazionali non sono però incoraggianti. Centri per l’impiego e necessità di servizi diversi per target diversi. Leggi tutto su lavoce.info

1028/14 – I g iovani italiani bocciati in educazione finanziaria
Un’indagine dell’Ocse sull’educazione finanziaria dice che i giovani italiani non hanno le conoscenze sufficienti per compiere le scelte rilevanti per il loro benessere economico. Che diventano sempre più complesse e importanti. Cosa fare per avvicinarci agli standard internazionali? Leggi tutto su lavoce.info

1029/14 – Scegliere bene oggi per lavorare domani
La disoccupazione giovanile in Italia è su livelli altissimi. Se la politica non riesce a trovare soluzioni strutturali, i singoli possono cercare di dotarsi dei requisiti considerati desiderabili sul mercato del lavoro. Ma come? Un aiuto dalle proiezioni sui lavori più richiesti tra dieci anni.
(fonte lavoce.info)

1030/14 – Decreto semplificazione. Ricadute sociali e sanitarie. Ricette più facili per le malattie croniche
“Conversione in legge del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90,recante misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari”, pubblicato il 24 giugno scorso in Gazzetta ufficiale, il decreto legge n. 90/2014. Tra le ricadute sanitarie di particolare importanza è il tema relativo alle ricette mediche per i malati cronici. Leggi tutto
(fonte newsletter salute informa, newsletter quotidiano sanità, re dazione sportello sociale)

 Non di solo PIL

 

1031/14 – Bes 2014: Rapporto sul benessere equo e sostenibile in Italia
Il secondo rapporto sul Benessere equo e sostenibile, realizzato da un’iniziativa congiunta del Cnel e dell’Istat, si pone l’obiettivo di rappresentare una guida utile per policy maker, arti sociali e mondo della ricerca per identificare le priorità da affrontare nel breve e nel lungo periodo al fine di garantire un benessere equo e sostenibile alle generazioni presenti e future.
Approfondisci sul sito ISTAT

1032/14 – Ocse, lanciato sito per misurare benessere a livello regioni 
L’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico ha lanciato oggi un sito interattivo (www.oecdregionalwellbeing.org) che permette di visualizzare il grado di benessere su base regionale nei Paesi Ocse, tra cui l’Italia. A ogni regione, sono assegnati voti su una scala da 1 a 10, che misurano il grado di benessere sulla base di otto diversi parametri: salute, sicurezza, accesso ai servizi, impegno civico e partecipazione alla vita pubblica, educazione, lavoro, ambiente, reddito. Leggi tutto su sociale.emilia romagna

 Nuovi stili di vita – Spm3*


1033/14 – Una Food Policy per Milano

Comune di Milano e Fondazione Cariplo hanno siglato un accordo che mira alla realizzazione di una Food Policy cittadina, uno strumento di supporto al governo locale che permetterà di mettere a sistema le diverse politiche che incrociano il temadell’alimentazione: territorio, educazione, ambiente, relazioni internazionali e welfare. L’intesa darà vita a iniziative sperimentali nel campo della ricerca per quanto riguarda il ciclo alimentare, in modo da individuare misure innovative per affrontare le grandi sfide che attualmente lo caratterizzano.
Leggi tutto su secondowelfare.it

*SpM3, che sta per spendere meno, spendere mai, spendere meglio, è l’acronimo che la Redazione Sportello sociale usa per indicare quelle notizie che, nel tempo della crisi, vogliono mettere l’accento non solo sulle risorse (contributi, card, bonus…) per, appunto, spendere meno o non spendere, ma anche sulla esigenza di riflettere sui nostri stili di vita e vedere anche se possiamo spendere meglio avendo attenzione, dentro la nostra personale economia (oikonomia=amministrazione delle cose domestiche), ai temi del riciclo, del riuso, dello spreco alimentare, delle fonti energetiche…

 Informarsi e documentarsi 

 


1034/14 – “Volontariato e nuovo welfare. Cittadinanza attiva e amministrazioni pubbliche”

Per assolvere la loro missione, le attuali organizzazioni di volontariato si confrontano con una complessità di ruoli e di funzioni, e costituiscono un universo eterogeneo per dimensione, settore di intervento e approccio con le amministrazioni pubbliche. Per operare al meglio, esse devono rendere più fecondo e fattivo di quanto non lo sia oggi il rapporto con le istituzioni pubbliche ed il sistema di welfare, devono incrementare la collaborazione con le altre organizzazioni del territorio e rendere più visibili i valori e gli obiettivi della loro azione fungendo da scuole di
partecipazione. La scheda del libro

1035/14 – Newsletter InfoDoc degli sportelli sociali, disponibile il numero di settembre
Dall’autunno dell’anno scorso la redazione degli Sportelli sociali del Comune di Bologna produce una newsletter dedicata al tema delle funzioni di informazione, comunicazione e documentazione nell’ambito sociale. Le notizie pubblicate trattano di temi specificatamente sociali, ma anche di come il dibattito sul/nel giornalismo o sulle tecnologie o i media costituisca uno sfondo imprescindibile su cui avere alcune conoscenze per sviluppare coerentemente queste funzioni nell’ambito dei servizi sociali. Un invito a leggere, a documentarsi, a scrivere, ad essere curiosi. Nel numero di settembre 2014 la newsletter propone una cinquantina di notizie apparse negli ultimi mesi. Leggi tutto 

1036/14 – Stranieri e disuguali. Le disuguaglianze nei diritti e nelle condizioni di vita degli immigrati
“Stranieri e disuguali” è un libro – a cura di Chiara Saraceno, Nicola Sartor e Giuseppe Sciortino (Il Mulino, 2013) che analizza le disuguaglianze pervasive e sistematiche tra la popolazione straniera e quella italiana in tutti i settori: il reddito da lavoro e la collocazione nel mercato del lavoro, l’esposizione al rischio di povertà, le condizioni abitative, la formazione scolastica e la prevenzione nella salute.  I saggi  mostrano che esse derivano in larga parte dal modo in cui una domanda di lavoro a bassa qualificazione seleziona le caratteristiche degli immigrati, che vanno così ad ingrossare il segmento più vulnerabile della popolazione. Ciononostante, soprattutto nella prima generazione, essi contribuiscono al bilancio pubblico più di quanto ricevano sotto forma di trasferimenti e ser vizi. La scheda del libro

1037/14 – Politiche di inclusione di bambini e ragazzi rom e sinti in Italia
E’ disponibile on-line il nuovo Supplemento alla rivista Rassegna bibliografica 2/2013 dedicato alla riflessione sulle politiche di inclusione di bambini e ragazzi rom e sinti in Italia.
Leggi tutto su minori.it

1038/14 – “Non per profitto. Perché le democrazie hanno bisogno della cultura umanistica”
E’ un libro di Martha C. Nussbaum (Bologna, Il Mulino, 2014). Premuti dalla crisi economica molti paesi infliggono pesanti tagli agli studi umanistici e artistici a favore di abilità tecniche e conoscenze pratico-scientifiche. E così mentre il mondo si fa più grande e complesso, gli strumenti per capirlo si fanno più poveri e rudimentali. Mentre l’innovazione chiede intelligenze flessibili, aperte e creative, l’istruzione si ripiega su poche nozioni stereotipate. Non si tratta di difendere una presunta superiorità della cultura classica su quella scientifica, bensì di mantenere l’accesso a quella conoscenza che nutre la libertà di pensiero e di parola, l’autonomia del giudizio, la forza dell’immaginazione. La scheda

1039/14 – Informazione e diritti sociali. Il contributo del segretariato sociale come Lea 
(a cura di Lorenza Anfossi, 2011 Fondazione Zancan)
L’interesse per il segretariato non è di oggi visto che da almeno cinquant’anni rappresenta una questione centrale nel dibattito. Le ragioni sono identificabili nel suo ruolo strategico. È momento di accoglienza, ascolto, comprensione, orientamento, aiuto. Leggi tutto 

1040/14 – La “trappola della diseguaglianza” per Piketty
Il “Capitale nel XXI secolo” di Thomas Piketty è stato pubblicato in francese nel 2013 e, subito dopo, in inglese negli USA. Numerosi quotidiani e settimanali, soprattutto americani, hanno ospitato recensioni, quasi sempre molto positive. Alle poche critiche e contestazioni, l’autore ha successivamente replicato in modo convincente.  Molti sono gli aspetti interessanti ed innovativi di questa ampia e documentata analisi dal punto di vista dell’indagin e empirica, all’interpretazione storica, ma anche da quello analitico. Leggi tutto su nelmerito.com

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.