Recensione a “Il dolore dell’analista. Dolore psichico e metodo psicoanalitico”, di Maria Pia Fontana, anobii.com, 19 febbraio 2016

RASSEGNA FLP: materiali da testate generaliste su Freud, Lacan, la psicoanalisi

Per riflettere sul sovraccarico emotivo e cognitivo di chi esercita un lavoro di aiuto

di Maria Pia Fontana, anobii.com, 19 febbraio 2016

Il testo, che raccoglie in forma armonica e integrata diversi contributi e presenta interessanti casi clinici, evidenzia l’impatto che la sofferenza del paziente esercita sull’analista dandoci la possibilità di conoscere il terapeuta sotto un profilo diverso, meno asettico ed imperturbabile e più vicino all’umanità di chi ricorre al suo aiuto. L’analista, infatti, come ogni persona, fronteggia le sfide e le criticità della vita, e si fa carico di un lavoro di cura che lo espone continuamente al bombardamento emozionale di tante storie segnate da traumi, abbandoni, violenze ed esperienze al limite.
Il Inibizione, sintomo e angoscia (1925) Freud definisce il dolore come “la reazione propria della perdita dell’oggetto, l’angoscia la reazione al pericolo che tale perdita implica”. Quindi, il dolore nasce da un legame e da un investimento psichico…

View original post 751 altre parole

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.