infermieri professionali

Professione infermiere: alle soglie del XXI secolo, Maggioli editore, 2017

 Caterina Galletti Infermiere e pedagogista, corso di laurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma.
Loredana Gamberoni Infermiere, coordinatore del corso di laurea specialistica/magistrale dal 2004 al 2012 presso l’Università di Ferrara, sociologo dirigente della formazione aziendale dell’Aou di Ferrara fino al 2010. Attualmente professore a contratto di Sociologia delle reti di comunità all’Università di Ferrara.

Giuseppe Marmo Infermiere, coordinatore didattico del corso di laurea specialistica/magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede formativa Ospedale Cottolengo di Torino fino al 2016.

Emma Martellotti Giornalista, capo Ufficio stampa e comunicazione della Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi dal 1992 al 2014.

Nuovo Manuale che ripercorre il processo di evoluzione della professione infermieristica dal 1990 al 2010, periodo contraddistinto da uno sviluppo dinamico, complesso e a volte contraddittorio, con l’intento di offrire ai lettori materiali di facile lettura, che permettano loro di avvicinarsi al clima di quegli anni attraverso la voce dei protagonisti.

1990-2010: diario di un cambiamento

La maggior parte dei libri di storia infermieristica si ferma alla prima metà del ventesimo secolo, trascurando di fatto situazioni, avvenimenti ed episodi accaduti in tempi a noi più vicini; si tratta di una lacuna da colmare perché proprio nel passaggio al nuovo millennio la professione infermieristica italiana ha vissuto una fase cruciale della sua evoluzione, documentata da un’intensa produzione normativa.

Infatti, l’evoluzione storica dell’infermieristica in Italia ha subìto un’improvvisa e importante accelerazione a partire dagli anni 90: il passaggio dell’istruzione all’università, l’approvazione del profilo professionale e l’abolizione del mansionario sono soltanto alcuni dei processi e degli avvenimenti che hanno rapidamente cambiato il volto della professione.

Ma come si è arrivati a tali risultati? Gli autori sono convinti che per capire la storia non basta interpretare leggi e ordinamenti e per questa ragione hanno voluto esplorare le esperienze di coloro che hanno avuto un ruolo significativo per lo sviluppo della professione infermieristica nel periodo esaminato: rappresentanti di organismi istituzionali e di associazioni, formatori, studiosi di storia della professione, infermieri manager.

Il filo conduttore del libro è lo sviluppo del processo di professionalizzazione dell’infermiere.

Alcune domande importanti sono gli stessi autori a sollevarle nelle conclusioni. Tra queste, spicca il problema dell’autonomia professionale: essa è sancita sul terreno giuridico dalle norme emanate nel periodo considerato, ma in che misura e in quali forme si realizza nei luoghi di lavoro, nella pratica dei professionisti? E, inoltre, come si riflettono i cambiamenti, di cui gli infermieri sono stati protagonisti, sul sistema sanitario del Paese? Il libro testimonia che la professione è cambiata ed è cresciuta, ma che c’è ancora molto lavoro da fare. Coltivare questa crescita è una responsabilità delle nuove generazioni.

Il processo di professionalizzazione. Una guida alla lettura
1. L’evoluzione normativa: strategie professionali alla prova
Le interviste
Aprirsi al nuovo: non più “ausiliario” ma professionista della salute
Addio al mansionario! La stagione della responsabilità
Visioni strategiche
Il ruolo dei Collegi nello sviluppo della professione infermieristica
La Federazione nazionale Ipasvi: una cabina di regia
2. Arcipelago università: la sfida degli infermieri
Le interviste
L’esperienza del Campus Bio-Medico: primi passi in università
Investire sulla professione infermieristica: i perché di una scelta
Gli infermieri e l’università: una storia di piccoli passi
La sfida dell’università: integrazione o specificità disciplinare?
Puntare sui contenuti disciplinari!
3. I fondamenti dell’identità: l’elaborazione dei saperi nell’infermieristica italiana
Le interviste
Dalle teorie prescrittive alla filosofia dell’assistenza infermieristica
La via italiana all’infermieristica
L’approccio italiano al confronto sulle teorie: una testimonianza
Percorsi di valorizzazione della cultura infermieristica
4. Infermieri, deontologia e percorsi di responsabilità
Le interviste
Il Codice deontologico dell’infermiere tra rinnovamento e continuità
Come abbiamo lavorato alla revisione del Codice deontologico dell’infermiere del 1999
Dal dovere alla responsabilizzazione: le nuove frontiere del Codice deontologico dell’infermiere
Le implicazioni giuridiche della responsabilità
La sfida della comunicazione e il Patto infermiere cittadino
Infermieri-cittadino: le ragioni di un’alleanza
5. Le voci degli infermieri: il ruolo dell’associazionismo
Le interviste
Cnai: la storia la fanno le persone!
Il contributo dell’Aniarti all’evoluzione culturale della professione
Caposala: una storia difficile
6. La risorsa negata: gli infermieri e il mercato del lavoro
Le interviste
Com’è cambiato l’infermiere
Enpapi e libera professione
Cesena: con la negoziazione si ottiene di più!
Firenze: dalla gestione dell’emergenza alla progettualità infermieristica
La professione infermieristica nel Mezzogiorno
Negoziazioni sindacali e strategie professionali
Conclusioni
Letture consigliate
Caterina Galletti Infermiere e pedagogista, corso di laurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma.
Loredana Gamberoni Infermiere, coordinatore del corso di laurea specialistica/magistrale dal 2004 al 2012 presso l’Università di Ferrara, sociologo dirigente della formazione aziendale dell’Aou di Ferrara fino al 2010. Attualmente professore a contratto di Sociologia delle reti di comunità all’Università di Ferrara.
Giuseppe Marmo Infermiere, coordinatore didattico del corso di laurea specialistica/magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede formativa Ospedale Cottolengo di Torino fino al 2016.
Emma Martellotti Giornalista, capo Ufficio stampa e comunicazione della Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi dal 1992 al 2014.

Febbraio 2017 – Pagine 328 – Formato 17×24 – Codice 88-916-2157-3

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...