PROFESSIONI SOCIALI e SANITARIE

Ariela Casartelli e Ugo De Ambrogio (a cura di), Riflessioni ed esperienze nel sociale, i Quid, collana di Prospettive sociali e sanitarie, 2014

In Italia, in questo periodo storico non è facile parlare di supervisione nel sociale, perché il sistema di welfare sta vivendo, a causa della crisi istituzionale e socio-economica in corso, una preoccupante fase nella quale si tendono a tagliare molte risorse e in primis quelle (come la supervisione) che, erroneamente sono considerate superflue. Pertanto una visione diffusa, utilitaristica e poco strategica, tende ad accantonare la supervisione privilegiando le risposte alle urgenze sociali. In disaccordo con questa visione abbiamo voluto dedicare un Quid alla supervisione, ritenendo che tale visione sia per certi versi ottusa, poiché è proprio in momenti così difficili per gli operatori che opportuno fare investimenti dotandosi di spazi di riflessione quali la formazione e la supervisione; ciò è infatti essenziale, per fronteggiare le difficoltà che la crisi comporta, valorizzare la riflessione e produrre empowerment e nuova motivazione negli operatori e porre argini di “resistenza” alle pericolose tendenze di smantellamento del welfare.

Scarica l’indice e la presentazione in PDF

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...