Il voto nelle (ex) regioni rosse dell’Italia di mezzo, in la rivista IL MULINO, 14 marzo 2018

In Emilia, in Umbria e nelle Marche, alla Camera, la coalizione di centrodestra supera quella di centrosinistra. Quest’ultima mantiene il primato solo in Toscana, ma con appena due punti di margine. La Lega guadagna oltre un milione di voti, raggiungendo il 18,4%, mentre il Movimento 5 Stelle – che pure avanza di poco rispetto al 2013 (+2%) – è il primo partito in Emilia-Romagna (27,5%), nell’Umbria (27,5) e nelle Marche (35,6%). Per converso, l’arretramento del Pd è di grande entità: nelle 4 regioni, considerate complessivamente, perde l’8,8% contro il 6,7% della media italiana. In ben 4 province dell’Emilia (Bologna, Parma, Ravenna, Reggio nell’Emilia) e in una della Toscana (Pisa) il calo si colloca tra il 10 e il 13%. Anche la sponda di Liberi e Uguali ha funzionato davvero poco, ottenendo – in quelle che venivano immaginate come delle “praterie elettorali” – un misero 4,2%.

segue

vai a

La rivista il Mulino: Il voto nelle (ex) regioni rosse dell’Italia di mezzo

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.