Riflessioni sulle dinamiche psicologiche e sulla comunicazione in tempi di coronavirus. Un utile contrIbuto dalla rivista Limes

Da tempo le guerre non si dichiarano più, si fanno. Per questo, forse, i nostri capi la dichiarano ora che non la facciamo. Già, ma a chi? A un microbo potenzialmente letale, che contagiando milioni di persone sta mettendo in crisi perfino le massime potenze. E con il quale dovremo abituarci a convivere per un tempo indefinito. Con calma consapevole, reciproco aiuto nelle comunità e quando possibile fra loro, informazione sobria, credibile, tempestiva. L’esatto opposto della guerra.

Leggi su Limes

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.