Appunti sulle politiche sociali, n. 2/2020, a cura di Grusol

Appunti sulle politiche sociali, n. 2/2020
IL SOMMARIO

Sostienici con l’abbonamento.  La rivista per poter continuare la pubblicazione ha bisogno di nuovi abbonamenti. Agli abbonati chiediamo un sollecito rinnovo anche con quote “sostenitore”. A chi ci conosce e ci legge di sostenerci con la sottoscrizione di un nuovo abbonamento

 

– Nerina Dirindin, Appunti e riflessioni per il dopo
La pandemia ci dovrebbe indurre a ripensare in modo sostanziale il nostro modo di vivere, le priorità da assegnare al bene salute e il ruolo del sistema di welfare. Ho usato espressamente il termine ripensareperché credo che non possiamo auspicare il semplice ritorno alla normalità: perché “la normalità era il problema” (intervista a cura di Fabio Ragaini). Vedi anche gli approfondimenti nel dossier Speciale Coronavirus. Norme, documenti, analisi.

– R. Medeghini,  F. Bocci,  A.D. Marra, G. Vadalà, Uscire dall’istituzionalizzazione della disabilità e ripensare i servizi, radicati negli ambienti di vita
I diritti umani enunciati dalla Convenzione ONU sono espressione di un paradigma (inclusivo, sociale e relazionale) che non è riservato alle persone disabili, ma riguarda tutti. Disabili e non (ancora) disabili. Si è visto, lo sapevamo, ma la cronaca drammatica lo rammenta, che tutti sono, siamo, a rischio fragilità in quanto essere umani.

– Cecilia M. Marchisio, Natascia Curto, Il diritto al lavoro delle persone con disabilità tra pratiche e significati
Ripulito dalla dimensione sociale, politica, psicologica e, in definitiva, emancipatoria che il lavoro ha rispetto alla possibilità di essere cittadini, il “lavoro” (tra virgolette) per le persone con disabilità spesso viene ridotto alla dimensione meramente addestrativa, con una valenza terapeutica o socializzante che attiene a tutt’altra area concettuale rispetto al diritto di cittadinanza. Delle stesse autrici, Cittadinanza e reti per praticare il diritto alla vita indipendente.

– Andrea Canevaro, Vittorio Severi, Far posto agli altri. Spunti di riflessione per ripensare i servizi
La crisi del coronavirus ha messo a nudo alcune carenze nelle organizzazioni che dovrebbero garantire servizi. Che le strutture carcerarie fossero gravemente carenti era noto. La crisi lo ha evidenziato drammaticamente. Come vanno le cose per le persone con disabilità? È il momento di ripensare un’organizzazione che il coronavirus ha rivelato nei suoi limiti. Di Andrea Canevaro, tra gli altri contributi segnaliamo: Raccontiamo noi l’inclusione. Spunti di riflessioneAlunni con disabilità. Alleanze virtuose per una prospettiva inclusivaEducatori. Siamo prigionieri … .

  • Gruppo Solidarietà, PERSONE CON DISABILITA’. Politiche, sostegni, interventi, servizi
    L’introduzione del nuovo libro del Gruppo Solidarietà La pubblicazione si divide un due parti. Nella prima si riflette su come sia possibile arrivare compiutamente ad un superamento del modello assistenziale, nella direzione di un modello dei diritti; nella seconda viene invece ripreso ed approfondito il tema dell’inclusione scolastica. Vedi le altre pubblicazioni del Gruppo Solidarietà sugli stessi temi.

– Segnalazioni librarie

Vedi gli altri numeri

Sostienici con l’abbonamento

Tutte le pubblicazioni del Gruppo Solidarietà

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.