Flussi migratori tra il 2010 e il 2020, in News dal CeSPI, 21 ott 2020

Flussi migratori tra il 2010 e il 2020

Testo alternativo

 La figura mostra flussi migratori superiori a 200 mila persone tra il 2010 e il 2020. Lo spessore dei tracciati (circolari nel caso di flussi intra-regionali, lineari nel caso di flussi inter-regionali) è proporzionale al numero di migranti.

Al di là di un aumento regolare nel tempo dei flussi migratori, i percorsi migratori sono irregolari e in evoluzione. Tra il 2010 e il 2020, i flussi si registrano soprattutto all’interno dell’Asia centrale e dell’Europa, dove le barriere geografiche e quelle culturali incidono meno. Ci sono anche tre grandi corridoi migratori inter-regionali: quello dall’America latina e caraibica verso l’America del Nord, quello dall’Asia meridionale verso il Medio Oriente e quello dal Nord Africa verso l’Europa.

in

News dal CeSPI

Ottobre 2020

Image

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.