Sonia SCARPANTE, Lettera al mio grande amico BARTOLOMEO SORGE: Ho saputo stamani che il mio grande amico padre Sorge è mancato… in sito lacuradise.it, NOVEMBRE 2020

Lettera ad un amico Al mio grande amico Bartolomeo Sorge  Ho saputo stamani che il mio grande amico padre Sorge è mancato alle ore 9 all’Aloisianum di Gallarate dove puntualmente, fino ad inizio Covid, andavo a trovarlo quasi ogni mese prendendo il treno da Milano.  La nostra amicizia è nata parecchi anni fa , dopo il 2003, anno in cui ho pubblicato il mio primo libro autobiografico di valenza terapeutica dal titolo” Lettere ad un interlocutore reale. Il mio senso” Un conoscente di zona aveva letto quella mia autobiografia stimandola molto e mi aveva suggerito di farla recapitare ai gesuiti perché lui conosceva quel mondo e valutava potessero apprezzare quel mio primo testo. Mi aveva consigliato di far ricevere il testo direttamente al padre Bartolomeo Sorge che era allora Direttore di Aggiornamenti Sociali. Continua >> Al mio grande amico [641 Kb]

vai a:

{la cura di se}

LEGGI IN: http://www.lacuradise.it/1/upload/al_mio_grande_amico_bartolomeo_sorge_2.pdf

Bartolomeo Sorge (1929-2020). Gesuita. Teologo e politologo. Ordinato prete a 27 anni, dal 1973 all’85 diresse La Civiltà Cattolica, autorevole rivista le cui bozze passavano al vaglio delle autorità vaticane. Dall’85 al 1996 diresse il Centro studi sociali dei gesuiti di Palermo, con l’annessa scuola di politica. Dal 1998 al 2004 responsabile del Centro San Fedele, di cui è stato responsabile da giugno 1998 a settembre 2004. Ha diretto le riviste Popoli (1999-2005) e Aggiornamenti Sociali (1997–2009, attualmente direttore emerito). Nel 1996, alla vigilia delle elezioni, su Famiglia Cristiana diede ai cattolici il precetto di votare Ulivo. «È stato soprattutto uno dei padri della “Primavera” di Palermo. La sua ultima battaglia, contro le politiche anti-immigrazione. L’anno scorso, aveva scritto senza mezzi termini: “La mafia e Salvini comandano entrambi con la paura e l’odio, fingendosi religiosi». L’ex ministro dell’Interno l’aveva attaccato duramente: “Neanche l’età avanzata giustifica certe idiozie, vergogna”» [Palazzolo, Rep]. Morto a Milano, dove viveva dal 1997.

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.