LUCIANA QUAIA: biografia professionale aggiornata al 14 dicembre 2020

Formato europeo per il curriculum vitae
Informazioni personali
Nome
Luciana Quaia
Indirizzo
Telefono
Fax

E-mail
l.quaia@gmail.com sito web: www.segnalo.it
Nazionalità
Italiana
Data di nascita
1 gennaio 1959
Esperienza lavorativa
• Date (da Aprile 1998 al dicembre 2019)
– dall’aprile 1998 collaborazione per una ricerca-intervento in campo psicologico rivolta agli operatori del Nucleo Alzheimer della struttura e ai familiari care-giver di malati di Alzheimer ospiti della struttura – dal gennaio 1999 incarico professionale di consulenza psicologica : valutazione neuropsicologica e stesura piani terapeutici individuali rivolti agli ospiti del Nucleo; supervisione degli operatori (ausiliari, infermieri, animatori, terapisti della riabilitazione) formazione relativa al lavoro di gruppo e al lavoro per obiettivi rivolta agli operatori della struttura dal gennaio 2000 incarico professionale di consulenza psicologica presso il Nucleo Alzheimer e il Centro Diurno Integrato; avvio processo di miglioramento della qualità finalizzato alla costituzione della Carta dei servizi corso residenziale presso l’IPAB Servizi Assistenziali di Vicenza di formazione e di trasmissione dell’esperienza di Gestione di un Nucleo Alzheimer (aspetti assistenziali e aspetti riabilitativi) con la collaborazione degli operatori delNucleo Alzheimer della Casa di riposo Bellaria – gennaio/febbraio/marzo 2000 – dal gennaio 2001 incarico professionale di consulenza psicologica presso il Nucleo Alzheimer e il Centro Diurno Integrato e coordinamento delle commissioni “Progetto Qualità Insieme” attivate con la Carta dei Servizi (gruppi di miglioramento qualità e qualità percepita) – progettazione e attività formativa di un corso rivolto ad infermieri professionali con compiti di coordinamento “Il coordinatore di nucleo e il lavoro per progetti” – 7 giornate (50 ore) di cui tre residenziali sui temi della vecchiaia, della gestione delle risorse umane, della conduzione di gruppo, del lavoro per progetti (2001) formazione agli operatori sociali sul tema della qualità (2002) – dal gennaio 2002 incarico professionale di consulenza psicologica presso il Nucleo Alzheimer e il Centro Diurno Integrato e coordinamento delle commissioni “Progetto Qualità Insieme” attivate con la Carta dei Servizi (gruppi di miglioramento qualità e qualità percepita) – dal gennaio 2003 incarico professionale di consulenza psicologica presso il Nucleo Alzheimer e il Centro Diurno Integrato e coordinamento delle commissioni “Progetto Qualità Insieme” attivate con la Carta dei Servizi (gruppi di miglioramento qualità e qualità percepita): Intervento formativo nel progetto “Qualità Insieme” finalizzato agli impegni di miglioramento comunicati nella Carta dei Servizi formazione all’interno delle diverse Commissioni istituite dal progetto (individuazione delle aree problematiche, analisi, implementazione, scelta degli indicatori, misurazione e valutazione, comunicazione all’esterno), nonché supervisione nei gruppi di lavoro; formazione rivolta agli operatori secondo le indicazioni contenute nel Piano Formativo triennale Conduzione gruppi di discussione con i volontari dell’Associazione ABEV Il Sorriso Consulenza progettuale nell’ambito dei nuovi servizi da attivare – dal gennaio 2004 incarico di consulenza psicologica: presso il Nucleo Alzheimer presso il centro Diurno Integrato coordinamento delle Commissioni istituite nel “Progetto Qualità Insieme” attivato con la Carta dei Servizi (operatori, famiglie, volontari, consiglieri d’amministrazione) formazione rivolta agli operatori secondo le indicazioni contenute nel Piano Formativo triennale coordinamento del progetto “Sostenere la domiciliarità”, progetto sperimentale a sostegno delle famiglie che curano a casa un malato di Alzheimer dal febbraio 2005 al dicembre 2006 incarico di consulenza psicologica: consulenza tecnica nell’ambito del progetto “Sostenere la domiciliarità” (supervisione predisposizione piani assistenziali e attività operatori domiciliari; colloqui verifica con i familiari) supervisione periodica operatori professionali servizio assistenza domiciliare (SAD) e servizio assistenza domiciliare integrata (ADI) attività di formazione agli operatori assistenziali e sanitari: corso di 4 pomeriggi “Vicino alla morte”; corso di 4 pomeriggi “Animare la quotidianità” gruppo di miglioramento finalizzato alla ricerca degli indicatori di qualità nel servizio domiciliare
– dal gennaio 2007 al dicembre 2015: Attività di consulenza tecnica nell’ambito del servizio di assistenza domiciliare Alzheimer (supervisione alle attività di coordinamento e predisposizione piani assistenziali curati dalla coordinatrice servizi domiciliari;supervisione all’attività degli operatori domiciliari e supporto nell’espletamento degli interventi educativi;colloqui periodici di verifica con le famiglie ed i malati assistiti) Supervisione ogni due mesi agli assistenti domiciliari assistenziali e sanitari (servizio assistenza domiciliare SAD e servizio assistenza domiciliare integrata ADI) e supervisione semestrale operatori fisioterapisti Intervento di attività cognitiva a cadenza bimensile presso il Centro Diurno Integrato Colloqui su appuntamento per i familiari del Nucleo Alzheimer Laboratorio di memoria autobiografica con gruppi di ospiti Conduzione di Focus Group con ospiti e operatori nell’ambito del progetto di miglioramento della qualità Attività di formazione rivolta agli operatori interessati secondo il piano formativo per il biennio 2006-2007: corso di 4 pomeriggi “La comunicazione come strumento imprescindibile dei rapporti umani. Modalità relazionali con l’utente, i familiari, i colleghi”; corso di 4 pomeriggi “L’assistenza al malato demente: un modello di cura tra struttura e territorio”. Nel 2009 “La sofferenza nella terminalità”, corso rivolto al personale infermieristico e medico con accreditamento ECM. Nel 2010 “La relazione con il malato di Parkinson”:corso di formazione accreditato ECM – Dal gennaio 2016 Supervisione ogni tre mesi agli assistenti domiciliari assistenziali e sanitari (servizio assistenza domiciliare SAD – RSA aperta) Primavera 2018 Attività di formazione rivolta agli operatori del Nucleo Alzheimer “Prendersi cura della persona con demenza” per un totale di 12 ore e corso organizzato per gli operatori del reparto Sagra “Quando l’invecchiamento diventa patologico” per un totale di 12 ore




• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Fondazione Bellaria, Via Monte Carmelo, Appiano Gentile (CO
• Tipo di azienda o settore
Residenza sanitaria assistenziale per anziani
• Tipo di impiego
Rapporto libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Consulenza psicologica a familiari e operatori; collaborazione con la direzione sociale e sanitaria
• Date (da Aprile 1998 – al 2020 e in corso)
– stesura di un progetto di formazione, in ambito psicologico, rivolto agli operatori socio-sanitari della struttura e relatrice durante 10 incontri suddivisi in due cicli: il primo centrato sugli aspetti psicologici della vecchiaia; la filosofia assistenziale e il problema etico nell’approccio all’anziano; la centralità dell’ospite e i rapporti con la famiglia; il secondo centrato sulla malattia di Alzheimer e le tecniche relazionali nella gestione dei disturbi del comportamento (aprile – novembre 1998) – n. 4 incontri di informazione sui problemi della vecchiaia rivolti ai familiari e volontari inseriti nella struttura – dal marzo 1999 incarico professionale di consulenza psicologica (centro di ascolto per i familiari; supervisione e formazione agli operatori; collaborazione nel Nucleo Alzheimer) – dal gennaio 2000 incarico professionale di consulenza psicologica: sostegno ai familiari; avvio delle équipes di lavoro nei reparti della struttura finalizzate all’uso del Piano di Assistenza Individuale; supervisione attività riabilitative ed animative nel Nucleo Alzheimer
gennaio 2001/gennaio 2002/gennaio 2003/gennaio 2004 incarico professionale di consulenza psicologica presso il Nucleo Alzheimer e il Centro Diurno Integrato; coordinamento del servizio animazione; partecipazione alle équipes professionali della RSA

dal gennaio 2005 incarico professionale di consulenza psicologica all’interno della Residenza Sanitaria Assistenziale e del Centro Diurno Integrato. Referente del progetto di ricerca “Quando la malattia si chiama demenzaRicerca per il miglioramento della qualità della vita del malato e della sua famiglia “(Fondazione Provinciale della Comunità Comasca). Attività di formazione sui temi: “La demenza” e “L’etica professionale”
dal gennaio 2006 al dicembre 2020 incarico professionale di consulenza psicologica all’interno della Residenza Sanitaria Assistenziale, Centro Diurno Integrato e Hospice. Supervisione progetti animativi-educativi per il Nucleo Alzheimer. Collaboratrice nel progetto “Sostegno, cura e integrazione del malato Parkinsoniano”. Aggiornamento e formazione permanente rivolta agli operatori del Nucleo Alzheimer sui temi “Umanizzazione dei servizi”; “Prevenzione burn-out”, “Accompagnamento nell’ultima fase della vita”
– 2009 – 2020 presso il Centro diurno per malati di Alzheimer Riunioni mensili con staff educativo per supervisione attività e problematiche inerenti alla gestione degli ospiti; colloqui con i familiari con finalità di sostegno e di indicazioni operative per la relazione con i congiunti malati; colloqui preliminari, ove richiesti, di valutazione per l’inserimento del malato nel centro diurno; incontri trimestrali col personale curante e il gruppo famiglie per verifica situazione assistenziale familiare
– 2015: progetto “Spazio Alzheimer: Curare la memoria, curare la relazione” Formazione ai caregiver di persone con demenza – 6 incontri di 2 ore ciascuno. Formazione agli operatori sul tema “Umanizzazione delle cure” ; “Relazione con utente psichiatrico”; “Essere anziani, essere malati”
– 2016 Formazione agli operatori dei singoli nuclei della RSA sul tema “Operatore e persona con demenza: la diversità dello sguardo” e “Come comunicare con l’utente psichiatrico”. Secondo ciclo Formazione caregiver nel Progetto Spazio Alzheimer
– 2017 formazione permanente con approfondimento “Vivere la morte in RSA”; “Le critiche costruttive”; Riunioni di reparto su argomenti tematici
– 2018 formazione permanente con approfondimento “La valorizzazione dell’anziano in RSA”; “Il familiare in RSA: vissuti ed emozioni”
– 2019 formazione permanente con approfondimento “Conosciamo le nostre emozioni”; “Le critiche costruttive”;
– dal 2006 – 2020  presso l’Hospice Il Gelso: partecipazione alle riunioni d’equipe; colloqui di sostegno ai familiari dei malati ricoverati; colloqui con i malati terminali; formazione e supervisione volontari; formazione operatori sociali e sanitari su argomenti tematici

• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Fondazione Giuseppina Prina, Piazza Prina , Erba (CO)
• Tipo di azienda o settore
Residenza sanitaria assistenziale per anziani
• Tipo di impiego
Rapporto libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Consulenza psicologica a familiari e operatori; collaborazione con la direzione sociale e sanitaria
• Date (dal maggio 2002 – al 2020)
– stesura di un progetto di formazione rivolto agli operatori delle sede di Cantù e Capiago articolato in tre incontri centrati sui temi: “La relazione operatore/utente”; “Il lavoro di équipe”, “La strada verso il cambiamento” (marzo/ maggio 2000) dal maggio 2001 attività di sostegno psicologico settimanale rivolto a due gruppi di anziani residenti nella sede di Cantù dal 2002 incarico professionale di consulenza psicologica rinnovato ogni anno per: attività di sostegno psicologico ad anziani residenti nella struttura, attività di attivazione cognitiva rivolta ad anziani ospiti con problemi di decadimento cognitivo; attività di formazione ad animatori e terapisti della riabilitazione 2017: Intervento formativo orientato al miglioramento della comunicazione e del lavoro di gruppo nel Reparto Alzheimer per un totale di 10 ore
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Fondazione Garibaldi e Pogliani, Via Galimberti 4, Cantù (CO)
• Tipo di azienda o settore
Residenza sanitaria assistenziale per anziani
• Tipo di impiego
Rapporto libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Gruppi di memoria con pazienti aventi problemi cognitivi; formazione al personale di animazione e riabilitazione
• Date (dal 2000 al 2003)
-stesura di un progetto di formazione e docenza rivolta agli operatori delle tre sedi della Ca’ D’Industria (Como, Rebbio, Albese) in tre incontri centrati sui temi: “L’anziano entra in casa di riposo”; “Lavoro di cura e qualità della cura”, “Il gruppo di lavoro” marzo-maggio 2000 – progettazione e docenza sui temi “Ospitalità, Alimentazione e Cura di sé” – corso finalizzato al miglioramento della qualità assistenziale, tre incontri nelle tre sedi della Ca’ D’Industria – autunno 2000 – relatrice al convegno “Approccio non farmacologico al paziente demente” sul tema “Lo stress del care-giver”. Cà d’industria, Como, 8 novembre 2003
Date (dal 2014 al 20 20 e in corso)
consulenza all’interno del Nucleo protetto Alzheimer con attività di stimolazione cognitiva degli ospiti; supervisione e progettazione attività integrate fra le diverse figure professionali; counselling e colloqui con familiari; formazione ausiliari consulenza presso il Centro Diurno Integrato per supervisione e formazione operatori; attività di stimolazione cognitiva con ospiti; counselling ai familiari 2020: apertura nuovo Nucleo Alzheimer e formazione al gruppo di lavoro sul tema “Alzheimer. Comunicazione, relazione, ascolto” per un totale di 12 ore
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Casa di Riposo Ca’ d’Industria di Como (CO)
• Tipo di azienda o settore
Residenza sanitaria assistenziale per anziani
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Collaborazione tecnico-professionale e docenza
• Date (da settembre 2001 al 2020 e in corso)
settembre 2001/settembre 2004: incarico triennale per la formazione e la supervisione agli ausiliari socio-assistenziali operanti in servizi domiciliari convenzionati col Comune di Cantù. Incarico rinnovato ogni anno Maggio 2005: una giornata intera formativa: “La morte accanto” rivolta agli assistenti domiciliari. Gennaio 2008/dicembre 2015: formazione e la supervisione agli ausiliari socio-assistenziali operanti in servizi domiciliari e nell’area handicap Ottobre 2008: corso di formazione di n. 6 ore: “L’etica di chi cura” Marzo-maggio 2009: corso di formazione di n. 15 ore La relazione col malato di demenza Dal 2009: Incontri periodici con le famiglie di malati di Alzheimer frequentanti l’Alois Caffè (Caffè Alzheimer) e conduzione di laboratorio di resilienza autobiografica rivolto ai familiari curanti dei malatii di Alzheimer frequentanti l’Alois Caffè Maggio-dicembre 2012: incarico di consulenza all’interno del progetto “Domiciliamo” con attività di: relatrice al convegno in occasione della Giornata Mondiale Alzheimer incontri informativi rivolti ai familiari dei malati di Alzheimer gruppi di formazione e sostegno ai familiari di malati di Alzheimer serie di incontri in collaborazione con Auser sul tema della memoria rivolti alla cittadinanza interessata Novembre 2019: una giornata intera formativa sul metodo autobiografico “L’anziano, la memoria, i ricordi” rivolta agli educatori e assistenti domiciliari della cooperativa

• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Cooperativa Sociale Progetto Sociale, Via degli Arconi 73, Cantù (Como)
• Tipo di azienda o settore
Cooperativa sociale per la gestione di servizi domiciliari
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Incontri di supervisione professionale
• Date (2015)
Incarico di formazione finalizzata all’apertura di un reparto protetto Alzheimer; corso di primo livello n. 32 ore aperto a tutte le figure professionali della RSA + corso di secondo livello sulla gestione e lavoro di équipe di n. 16 ore rivolte alle figure professionali costituenti l’équipe del nuovo reparto


Nome e indirizzo del datore di lavoro
Istituto Nidasio Galetti – Via San Giovanni Bosco 13 – Arosio (CO)
Tipo di azienda o settore
Residenza sanitaria assistenziale per anziani
Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
Principali mansioni e responsabilità
Formazione operatori
• Date (da ottobre 2005 – a marzo 2006)
stesura e realizzazione di un progetto di formazione rivolto all’équipe socio-sanitaria dei nuovi servizi “Nucleo Alzheimer” e “Centro diurno Alzheimer” della Casa dell’Anziano Massimo Lagostina di Omegna (VB): “L’anziano con demenza: come accoglierlo e custodirlo nei diversi luoghi della cura”. Cinque pomeriggi nel periodo ottobre/dicembre 2005 stesura e realizzazione di un percorso di supporto formativo e supervisione psicologica rivolto ad operatori e volontari impegnati nell’assistenza domiciliare “Vicino a chi cura”. Quattro pomeriggi nel periodo gennaio-marzo 2006
Nome e indirizzo del datore di lavoro
Fondazione Vita Vitalis – Gravellona Toce (VB)
Tipo di azienda o settore
Fondazione Non Profit per la promozione di iniziative di carattere innovativo a favore della popolazione anziana
Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
Principali mansioni e responsabilità
Consulenza e formazione
• Date (dal 1997 – al 2004)
dall’aprile 1997: formazione e supervisione di tre gruppi di ausiliari socio-assistenziali operanti in servizi domiciliari convenzionati col Comune di Milano e col Comune di Bollate – collaborazione all’interno di un progetto di formazione in base alla ex L. 236/93 “Interventi di formazione continua” della Regione Lombardia finalizzato all’apertura di un Centro Diurno Integrato per malati dementi (aspetti psicologici nella relazione col malato demente; trattamento e cura dei disturbi del comportamento; interventi riabilitativi; relazione con le famiglie) dal settembre 1998 al gennaio 1999 – intervento formativo rivolto ad assistenti domiciliari sulla tematica “Il Centro Diurno Integrato e tematiche assistenziali connesse” per complessive 12 ore –gennaio/marzo 2001
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Cooperativa Sociale Simone De Beauvoir di Milano
• Tipo di azienda o settore
Cooperativa sociale per la gestione di servizi domiciliari
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Incontri di supervisione professionale
• Date (dal 2002 – al 2007)
corso rivolto ad ausiliari socio-assistenziali “Le tipologie relazionali e comunicative in psicogeriatria” , in co-conduzione con lo psicogeriatra Dr. Carlo Cristini. Intervento formativo sulle dinamiche familiari nei diversi contesti della cura. Tre edizioni dal novembre 2002 al febbraio 2003 corso di aggiornamento rivolto ad operatori socio-assistenziali “Le dinamiche di gruppo in psicogeriatria: modalità interattive nel personale di assistenza”, in co-conduzione con lo psicogeriatra Dr. Carlo Crisitini. Ottobre/novembre 2003 laboratorio di formazione e progettazione per operatori di case di riposo e centri diurni integrati “Interventi di attivazione psico-sociale rivolti a persone con decadimento cognitivo”. Quattro giornate intere da settembre a dicembre 2003 corso di aggiornamento rivolto ad ausiliari socio-assistenziali “Assistenza come intervento protesico” due edizioni presso il Piccolo Cottolengo Don Orione di Milano da febbraio ad aprile 2004 corso di aggiornamento rivolto ai ruoli tecnici e di coordinamento dei servizi per anziani dell’ASL Provincia di Milano 2 Melegnano “Gruppi che curano. Proposte operative per un aiuto alle persone che invecchiano e alle loro famiglie”. Quattro giornate intere da marzo a maggio 2004 laboratorio di formazione e progettazione per operatori di case di riposo e centri diurni integrati “Interventi di attivazione psico-sociale rivolti a persone con decadimento cognitivo”. Cinque giornate intere da settembre 2004 a febbraio 2005 corso di aggiornamento per il territorio dell’ASL Milano 2 Melegnano “La realizzazione di interventi di educazione alla salute rivolti al target degli over 65: strumenti e tecniche di comunicazione e conduzione di gruppi”. Due giornate intere 28 settembre e 9 novembre 2005 corso di aggiornamento per il territorio dell’ASL Milano 3 Monza “Il maltrattamento degli anziani: dalla definizione alla presa in carico” (svolto in due edizioni). Quattro giornate intere in funzione di tutoraggio e docente nel periodo ottobre-novembre 2005 corso di aggiornamento per operatori sociali e sanitari accreditato ECM “L’anziano e il rischio di maltrattamento. Aspetti psicologici e medico-legali. Sei pomeriggi nel periodo febbraio-marzo 2007

• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Provincia di Milano – Settore Politiche sociali – Unità operativa formazione, Via Piceno 60, Milano
• Tipo di azienda o settore
Ente locale
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (2007)
Relatrice sul tema “La relazione con il paziente affetto da demenza”. Tre edizioni in data 17-18-19 aprile 2007 di 5 ore ciascuna Corso di aggiornamento per le professioni della cura accreditato al programma nazionale ECM e svolto in occasione della 7^ fiera e congresso PTEExpo ’07 a Verona, Centro Congressi Fiere
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Gruppo di Ricerca Geriatrica GRG, Via Romanino, 1, Brescia
• Tipo di azienda o settore
Società scientifica
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (2008)
Docente del corso di formazione “Demenza e riabilitazione cognitiva. Laboratorio di scrittura, formazione e progettazione di programmi riabilitativi” Corso di aggiornamento per educatori ed animatori di RSA e Centri Diurni. N. 5 giornate di 7 ore ciascuna
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Provincia di Bergamo – Settore Politiche Sociali, Via Camozzi 95, 24100 Bergamo
• Tipo di azienda o settore
Ente locale
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (dal 2000 – al 2005)
– corso rivolto ad ausiliari socio-assistenziali con indirizzo Alzheimer: docenza di 72 ore nelle materie di psicologia, psicosociologia e psicopatologia novembre 1999/giugno 2000 – docenza di 8 ore nella materia di psicologia – maggio 2002 docenza di 16 ore sul tema delle demenze – settembre/ottobre 2002 (corso rivolto agli operatori socio-sanitari) docenza di 24 ore nella materia di psicologia – febbraio/maggio 2003 docenza di 12 ore nella materia di psicologia sul tema demenza – aprile 2004 (corso per operatori socio-sanitari) docenza di 12 ore nella materia di psicologia sul tema demenza – settembre 2005 (corso per operatori socio-sanitari)
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Fondazione Don Gnocchi – servizio sviluppo formazione professionale, Via Gozzadini 7 Milano
• Tipo di azienda o settore
Fondazione (formazione per le professioni sociali)
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (2001 – 2005)
corso rivolto ad ausiliari socio-assistenziali : docenza di 50 ore nella materia di psicologia –luglio/dicembre 2001 corso rivolto ad operatori socio-sanitari: docenza di 50 ore nella materia di psicologia – gennaio/luglio 2003 corso rivolto ad operatori socio-sanitari: docenza di 16 ore nella materia di psicologia sul tema demenza – 2004 corso rivolto ad ausiliari socio-assistenziali con indirizzo demenza: docenza di 16 ore nella materia di psicologia sul tema demenza – 2004 corso rivolto ad operatori socio-sanitari: docenza di 12 ore nella materia di psicologia sul tema demenza –maggio 2005 corso rivolto ad ausiliari socio-assistenziali con indirizzo demenza: docenza di 16 ore nella materia di psicologia sul tema demenza – marzo/maggio 2005
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Ceref (Centro regionale formazione), Milano
• Tipo di azienda o settore
Ente gestore di corsi di formazione
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
Data: dicembre 2004
Corso rivolto agli operatori del Servizio Anziani: “L’accoglienza: momento fondamentale per l’inserimento della persona fragile” All’interno del Percorso Formativo: “Valutazione dei bisogni assistenziali nelel Residenze”
Nome e indirizzo del datore di lavoro
Asl Provincia di Milano 1 – Dipartimento Assi – Servizio Anziani Legnano
Tipo di azienda o settore
ASL – Azienda sanitaria locale
Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (da l 1996– al 2013)
dall’ottobre 1996 attività di consulenza: – attività di counseling rivolta ai familiari di malati di Alzheimer – ciclo di 6 incontri di sostegno psicologico rivolto a un gruppo di familiari di malati dementi – gennaio – maggio 1997 – consulenza ai dirigenti dell’associazione per la progettazione di interventi presso le amministrazioni locali nel settore delle demenze – attività di counseling in occasione della giornata mondiale dell’Alzheimer – relatrice al convegno “Alzheimer” organizzato dall’Associazione Medici della Brianza in data 29 novembre 1997 presso il Castello di Monguzzo sul tema “Il familiare del malato di Alzheimer. Un’esperienza sul territorio” – ciclo di 4 incontri di informazioni rivolti ai familiari del gruppo di reciproco aiuto per la malattia di Alzheimer – febbraio/ maggio 1998 – progettazione e realizzazione di 10 incontri di riabilitazione cognitiva rivolti a malati dementi in primo stadio; supervisione agli operatori coinvolti nel progetto – ottobre/dicembre 1998 – ciclo di 5 incontri di informazione rivolti ai familiari del gruppo di reciproco aiuto – gennaio/maggio 1999 – progettazione e realizzazione di un ciclo formativo rivolto ad operatori addetti all’assistenza domiciliare di malati dementi -aprile/maggio 1999 Attività in corso ogni anno dal gennaio 2000 al 2013: ciclo di 10 incontri di informazioni rivolti ai familiari diversificati in base allo stadio della malattia del congiunto malato – linea di sostegno psicologico telefonico “Filo Diretto per l’Alzheimer” – conduzione laboratorio di n.10 incontri di riabilitazione cognitiva rivolti a un gruppo di malati dementi in primo stadio accompagnati dai propri familiari – conduzione di laboratori di resilienza autobiografica rivolto ai familiari curanti dei malati di Alzheimer

• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Centro Donatori del Tempo, Piazza Mazzini, Como:
• Tipo di azienda o settore
Associazione di volontariato
• Tipo di impiego
Collaborazione professionale alle attività della associazione
• Principali mansioni e responsabilità
Consulenza psicologica a familiari, formazione
• Date (dal 1996 – al 1999)
Dal settembre 1996 attività di consulenza: – progettazione e preparazione di un “Piano di intervento sulle demenze” rivolto a strutture residenziali (formazione operatori e progettazione rete di servizi territoriali) in collaborazione con il Dr. Alberto Spagnoli (Istituto Mario Negri), psicogeriatra, settembre/marzo 1996 – stesura di progetti di formazione rivolti a operatori socio-sanitari di strutture residenziali sul tema specifico della malattia di Alzheimer – progettazione e docente al seminario “La malattia di Alzheimer” tenuto a Padova in data 9 e 16 maggio 1997 – progettazione e docente al corso di formazione sulle demenze organizzato per la Fondazione Vita Vitalis di Omegna (5 giornate in materia di psicologia relazionale) – ottobre 1997/giugno 1998/ – progettazione e docente al corso di formazione sulla malattia di Alzheimer organizzato per la Residenza Anni Azzurri di Milano (3 giornate in materia di preparazione dei programmi terapeutici) – aprile/maggio/ottobre 1998 – progettazione e docente al corso di formazione sulle demenze organizzato per il Centro Servizi A.M. Bonora Camposampiero (PD) (3 giornate sui temi “Etica e filosofia assistenziale dell’operatore inserito nelle strutture residenziali”; “Il rapporto con il familiare della persona con sindrome di demenza”; relatrice al corso per informazione rivolto a familiari e volontari sul tema: “Sentimenti ed emozioni dei familiari che assistono un malato di Alzheimer”) – aprile/maggio 1998 – progettazione e docente al corso di formazione sulle demenze organizzato per la Fondazione Vita Vitalis di Omegna (3 giornate rivolte ad operatori di strutture residenziali e assistenti domiciliari) – novembre 1998/febbraio 1999 – progettazione e docente al corso di formazione sulle demenze per gli operatori di strutture residenziali e assistenti domiciliari del Comune di Zola Predosa (BO) – ottobre/novembre 1999
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Federazione Alzheimer Italia di Milano
• Tipo di azienda o settore
Associazione di volontariato
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Collaborazione per la formazione; docenza
• Date (2000)
Relatrice sul tema “Il rapporto con il malato demente e i familiari” a Cinisello, Cologno, Sesto S. Giovanni (novembre/dicembre 1999), Cesano Maderno, Giussano, Monza (autunno 2000) Progettazione e avvio della conduzione di due gruppi di reciproco aiuto di familiari di malati dementi (marzo/giugno 2000)
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Associazione Alzheimer Monza e Brianza di Monza
• Tipo di azienda o settore
Associazione di volontariato
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (dal 1997 – al 2001)
– progettazione e relatrice al corso “Prendersi cura del paziente demente e dei suoi familiari” (3 giorni – ottobre/ novembre 1997) presso Istituto De Pagave di Novara – progettazione e relatrice di un corso di aggiornamento sulla malattia di Alzheimer rivolto ai direttori e coordinatori di strutture residenziali, con la collaborazione di A.N.S.D.I.P.P. – Associazione Nazionale Segretari Direttori Dirigenti delle Istituzioni Pubbliche e Private di Assistenza e Beneficenza – Padova, 28 e 29 maggio 1998 – progettazione e relatrice di un corso formativo residenziale sulle demenze presso la Casa di riposo di Badia Polesine, 20, 21 e 22 gennaio 1999 – corso per l’attivazione dello Sportello Anziani IRIS Biella: relatrice sul tema “Rappresentazione sociale della vecchiaia. Aspetti psicologici dell’invecchiamento” 28 e 29 settembre 1999, 14 ore – progetto formativo commissionato dalla Fondazione Pia Opera Ciccarelli per il proprio personale dipendente sulle seguenti tematiche: “La capacità alla comunicazione interpersonale e all’ascolto”; “Il lavoro di équipe”; “Il progetto individuale di assistenza” – Verona, ottobre 1999/giugno 2000 – progettazione e relatrice di un ciclo di incontri rivolto ai familiari di ospiti di case di riposo del Comune di Torino “Famiglie con anziano istituzionalizzato” – novembre/marzo 2000 (4 edizioni) – progettazione e relatrice di un ciclo di incontri rivolti ai familiari con anziano al domicilio – Torino, novembre/marzo 2000 (4 edizioni) – intervento formativo presso la Pia Opera Uccelli di Cannobio (VB) rivolto ad operatori assistenziali sul tema “Il piano di assistenza individualizzato” – aprile 2001
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Cooperativa Sociale A.M. Maderna di Verbania
• Tipo di azienda o settore
Associazione di volontariato
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (dal 1999 – al 2001)
– corso di base per ausiliari socio-assistenziali (a.f. 99/00), docenza di 64 ore nelle materie di psicologia, psicosociologia e psicopatologia – n. 2 corsi per ausiliari socio-assistenziali in servizio (a.f. 2000/2001), docenza di 64 ore nelle materie di psicologia, psicosociologia e psicopatologia – corso di base per ausiliari socio-assistenziali (a.f. 98/99), docenza di 64 ore nelle materie di psicologia, psicosociologia e psicopatologia – corso di base per ausiliari socio-assistenziali (a.f. 97/98), docenza di 64 ore nelle materie di psicologia, psicosociologia e psicopatologia – corso di formazione per assistenti domiciliari per cittadini extracomunitari disoccupati (a.f. 97/98), docenza di 45 ore in materia di psicologia sul tema “psicologia e cicli di vita” – corso di aggiornamento per ausiliari socio-assistenziali (giugno-luglio 1997) “Relazione e comunicazione nelle realtà problematiche dell’assistenza” programmazione didattica e docenza di 64 ore – corso di base per ausiliari socio-assistenziali (a.f. 2000/01) docenza di 64 ore nelle materie di psicologia, psicosociologia e psicopatologia
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Centro Servizi Formativi ENAIP di Como:
• Tipo di azienda o settore
Ente di gestione di corso di formazione professionale
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (1999)
– due incontri con un gruppo di volontari per l’intervento al domicilio della persona anziana: “La condizione anziana: quali bisogni, quali risorse”; “Progettare la vecchiaia” – Maggio 1999
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Comune di Appiano Gentile (CO)
• Tipo di azienda o settore
Ente pubblico
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (dal 1999 – al 2001)
presso Comune di Como, Auser e Antea (organizzazioni sindacali dei pensionati): – “Una palestra per la memoria”: laboratorio di 10 incontri (20 ore) rivolto a un gruppo di venti persone anziane finalizzato alla presentazione di strumenti di sostegno alla memoria e alla loro applicazione – aprile /giugno 1999 – “La salute della memoria”: laboratorio di 6 incontri (12 ore) rivolto a un gruppo di venticinque persone anziane finalizzato alla presentazione di strumenti di sostegno alla memoria e alla loro applicazione –settembre/ottobre 2001

presso Auser Cantù (organizzazione sindacale dei pensionati): – “La salute della memoria”: laboratorio di 6 incontri (12 ore) rivolto a un gruppo di venticinque persone anziane finalizzato alla presentazione di strumenti di sostegno alla memoria e alla loro applicazione –marzo/ aprile 2001 – “Il volontariato in casa di riposo” rivolto a un gruppo di venti volontari per l’inserimento in attività da svolgere in casa di riposo. Corso di 6 incontri (18 ore) – febbraio/marzo 2006 – “La salute della memoria” laboratorio di 6 incontri (12 ore) rivolto a un gruppo di venticinque persone anziane finalizzato alla presentazione di strumenti di sostegno alla memoria e alla loro applicazione – novembre-dicembre 2006

presso Auser Erba (organizzazione sindacale dei pensionati): – “La salute della memoria”: laboratorio di 6 incontri (12 ore) rivolto a un gruppo di venticinque persone anziane finalizzato alla presentazione di strumenti di sostegno alla memoria e alla loro applicazione –aprile/maggio 2001
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Auser di Como, Cantù, Erba
• Tipo di azienda o settore
Associazione di volontariato
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (1999)
relazione sul tema “La relazione con l’ospite demente e il lavoro in équipe” 28 gennaio 1999 – relazione sul tema “Il coinvolgimento psicologico familiare nella cura del malato demente” 10 aprile 1999
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Casa di Riposo Agostoni di Lissone (MI)
• Tipo di azienda o settore
Residenza sanitaria assistenziale
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (1999)
– consulenza formativa all’interno di un progetto sulla qualità della relazione nelle strutture residenziali. Seminario rivolto a tutto il personale della casa di riposo “Come migliorare la qualità della nostra relazione” 13, 14 e 15 gennaio 1999
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Casa di Riposo di Sermide (MN
• Tipo di azienda o settore
Residenza sanitaria assistenziale
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (1998)
– giornata di formazione sul tema “La comunicazione nella relazione di aiuto. e lo stress del lavoro sociale” – 25 febbraio 1998
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Cooperativa Sociale Prometeo di Vignone (VB)
• Tipo di azienda o settore
Cooperativa Sociale
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (1997)
– programmazione didattica e docenza rivolti ad ausiliari socio-assistenziali dell’Istituto De Rodolfi sulle tematiche della comunicazione e del rapporto operatori/familiari (6 e 20 maggio 1997)

• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Comune di Vigevano
• Tipo di azienda o settore
Ente locale
• Tipo di impiego
Prestazione libero professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Docenza
• Date (dal 1991 al 1996)
dal settembre 1991 al settembre 1996 con ruolo di psicologa responsabile delle risorse umane e della selezione del personale e con ruolo di vice-presidente nel triennio 1993/1996
Riabilitazione psichiatrica – coordinamento di un progetto sperimentale “Borse di lavoro” finalizzato all’inserimento lavorativo di pazienti psichiatrici istituzionalizzati – partecipazione ad attività terapeutiche svolte in équipe col personale socio-sanitario dell’USSL n. 5 di Como nel settore psichiatria – attività di formazione interna ai soci non svantaggiati con finalità di conoscenza del disagio psicosociale e supporto psicologico nella gestione di problematiche relazionali – supervisione dall’aprile ‘95 all’aprile ‘96 di una psicologa tirocinante per l’ammissione all’esame di stato – coordinamento e supervisione di personale socio-educativo dal giugno ‘95 al luglio ‘96 per lo svolgimento di attività riabilitative presso il C.R.T. Centro Residenziale di Terapie Psichiatriche di Appiano Gentile, USSL n. 5 di Como – stesura di progetti per la richiesta di finanziamenti alla Regione Lombardia e al Fondo Sociale Europeo
Tossicodipendenza
– elaborazione di un progetto di inserimento lavorativo svolto con la collaborazione dell’équipe del Ser.T. di Como per soggetti tossicodipendenti in servizio presso la cooperativa – stesura e supervisione di progetti terapeutici individualizzati idonei all’inserimento lavorativo – stesura di progetti per la richiesta di finanziamenti alla Regione Lombardia e al Ministero della Sanità
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Cooperativa Sociale Futura di Como
• Tipo di azienda o settore
cooperativa di tipo B, finalizzata all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate
• Tipo di impiego
Rapporto di lavoro dipendente
• Principali mansioni e responsabilità
Dirigenza; coordinamento, supervisione
• Date (1991 – 1992)
– con incarico professionale dal settembre ‘91 al giugno ‘92: – collaborazione ad un progetto sperimentale di prevenzione della devianza ed emarginazione nelle scuole medie inferiori – somministrazione di tests per l’orientamento post-scolastico – consulenza ad insegnanti su casi problematici – integrazione tra servizi pubblici, direzioni scolastiche, insegnanti
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Cooperativa Arca di Como
• Tipo di azienda o settore
Cooperativa sociale
• Tipo di impiego
Prestazione professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Consulenza professionale
• Date (1991)
– con incarico professionale dal febbraio ‘91 al giugno ‘91: – realizzazione di un progetto finalizzato ad un inserimento lavorativo di un adolescente affetto da sindrome di Down – attività di sostegno nell’apprendimento delle mansioni – supporto nel mantenimento del processo di autonomizzazione – restituzione del risultato all’équipe professionale dell’ENAIP
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Centro Formazione Professionale ENAIP di Fino Mornasco (CO)
• Tipo di azienda o settore
Ente di formazione professionale
• Tipo di impiego
Prestazione professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Sostegno psicologico ed educativo
• Date (1989-1991)
– con incarico professionale dal novembre ‘89 al novembre ‘91: – presa in carico dei minori in difficoltà prevalentemente con diagnosi di autismo o gravi disturbi di personalità – attività ludico-terapeutiche – partecipazione alla supervisione effettuata dagli psicoterapeuti del Centro coordinamento delle attività svolte dai tirocinanti afferenti al Centro
• Nome e indirizzo del datore di lavoro
Centro Educativo e Terapeutico per la risocializzazione di bambini in difficoltà Stella Polare di Milano
• Tipo di azienda o settore
Ente privato
• Tipo di impiego
Prestazione professionale
• Principali mansioni e responsabilità
Sostegno psicologico ed educativo
Istruzione e formazione



• Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione
Laurea in Psicologia, conseguita nel marzo 1991 presso l’Università degli Studi di Padova. Tesi: Il malato terminale – La relazione medico/paziente e il contesto culturale di rifiuto della morte” (relatore: Prof. G. Harrison). Punteggio: 100/110. Esame di stato sostenuto nel gennaio 1994. Iscritta all’Albo degli Psicologi al n. 03.3719 Diploma di Perito aziendale e corrispondente in lingue estere, conseguito nel luglio 1977 presso il IX Istituto Tecnico Commerciale Statale di Milano.
• Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio
Competenze psicologiche finalizzate all’intervento ed alla formazione
• Qualifica conseguita
Laurea in psicologia. Accreditata “esperta in psicologia gerontologica” il 14.10.2004 dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia
Regione Lombardia – Assessorato Regionale al Coordinamento per i Servizi Sociali Assessorato Regionale Istruzione e Formazione Professionale Università degli Studi di Milano Istituto di Psicologia della Facoltà Medica Società Italiana di Psichiatria Sezione Regionale Lombardia PRIMO CORSO SULLA RIABILITAZIONE PSICHIATRICA Organizzato da Centro Medicina Comportamentale Attestato conseguito in data 29.10.1992
• Livello nella classificazione nazionale (se pertinente)

Pubblicazioni e convegni
Pubblicazioni
LIBRI




Quaia L. (cur.), “Corale – Alla scoperta del G.R.A.AL. Gruppo di Reciproco Aiuto per la Malattia di Alzheimer”, Centro Donatori del Tempo, ediz. Nodolibri, Como, 1998, pp. 109
Quaia L.,Mnemosine – Eserciziario per la memoria, versione per operatori” Centro Donatori del Tempo, ediz. Nodolibri, Como, 2001, pp. 66 (più schede) e Mnemosine – Eserciziario per la memoria, versione per familiari Centro Donatori del Tempo, ediz. Nodolibri, Como, 2001, pp. 66 (più schede)
Quaia L., Alzheimer e riabilitazione cognitiva. Esercizi, attività e progetti per stimolare la memoria, Carocci Faber, Roma, 2006, pp. 146
Quaia L., “Intime erranze. Il familiare curante, l’Alzheimer, la resilienza autobiografica”, Nodolibri Como, 2012, pp. 210
Quaia L., “Alzheimer e riabilitazione cognitiva. Esercizi, attività e progetti per stimolare la memoria”, Nuova edizione aggiornata, Carocci Faber, Roma, 2019, pp. 170
Quaia L., “L’autobiografia nei servizi residenziali. Condurre i laboratori di gruppo: Metodi, consigli pratici, strumenti”, Maggioli, Sant’Arcangelo di Romagna, 2019, pp. 146
ARTICOLI
Quaia L., “Il malato di Alzheimer, in Prospettive Sociali e Sanitarie, n. 3, febbraio 2001
Quaia L., “I diritti delle persone che curano; perché un’opportunità non diventi opportunismo”, in: La Rivista di Servizio Sociale, n. 4/2001, pp. 57-60
Quaia L., “Ilprocesso di miglioramento della qualità”, in Ferrario P., Bianchi M., Quaia L., “La qualità nei servizi socio-sanitari. Processi di costruzione della Carta dei Servizi in una RSA”, Carocci Faber, Roma, ottobre 2002, pp.199
Quaia L., “La palestra della mente”, in Salute e Benessere, Alzheimer e Parkinson, I Quaderni della Salute, n.1, 2003, pp. 37-41
Quaia L., “Volontariato e malattia di Alzheimer”, in Prospettive Sociali e Sanitarie, n. 9, maggio 2003
Quaia L., “Sostenere la domiciliarità: un progetto sperimentale per le famiglie che assistono un malato di Alzheimer” , in: I luoghi della cura, n. 1, marzo 2005, anno III
Quaia L., “Alzheimer e riabilitazione cognitiva. Esercizi, attività e progetti per stimolare la memoria”, Carocci Faber, Roma, 2006, pp. 146
Quaia L., “Vivere la vecchiaia”, in: La Balise – Quaderno di idee e pratiche sociali, “ANZIANI Le Pantere Grigie”, n. 4, 2007, pp. 2-4
Quaia L., et al. “Malato demente e caregiver: possibili interventi”, in: Prospettive Sociali e Sanitarie, n. 16, settembre 2007, pp. 5-9
Quaia L., “La riabilitazione in RSA”, in: Giornale di Gerontologia, Volume IV, N° 5, Ottobre 2007, pp. 365-367
Quaia L., “La persona con demenza in RSA”, in: Rivista Pro Terza Età, anno XIV, n. 40, Settembre 2008, pp. 20-25
Quaia L., “Hospice: vicino a chi cura”, in: I luoghi della cura, Rivista Online Network Non Autosufficienza, Novembre 2020
Quaia L., “Voci dal di dentro. Riflessioni su RSA, anziani e familiari al tempo del Coronavirus”, in: Scambi di Prospettive, rivista online, novembre 2020

2009-2012 n. 40 articoli a cadenza mensile sulla rubrica Magazine/Salute e Benessere del blog di Stannah Montascale “Muoversi insieme” sul tema di “Psicologia e vecchiaia”


Convegni
Relatrice al convegno “Alzheimer” organizzato dall’Associazione Medici della Brianza in data 29 novembre 1997 presso il Castello di Monguzzo sul tema “Il familiare del malato di Alzheimer.Un’esperienza sul territorio”
Relatrice al convegno “Approccio assistenziale e riabilitativo nella malattia di Alzheimer” organizzato da Riabilitazione Oggi in data 18 novembre 2000 presso il Novotel Milano Nord Cà Granda – Viale Suzzani 13 sul tema “Problematiche con gli operatori, con i familiari e modalità di comunicazione”
Relatrice al convegno “La malattia di Alzheimer. Così lontano, così vicini: relazioni che curano” organizzato dalla Casa di Riposo Giuseppina Prina in data 10 aprile 2002 presso la sede di Erba sul tema “Forme di identità. Riflessioni sulla cura”
Relatrice al convegno “Approccio non farmacologico al paziente demente” organizzato dalla Casa di Riposo Cà D’Industria in data 8 novembre 2003 presso la sede di Via Brambilla, Como, sul tema “Lo stress del care-giver
Relatrice al convegno “Alzheimer: l’importanza dell’accoglienza e della solidarietà sociale. Esperienze a confronto” organizzato dal Consultorio Disturbi Cognitivi di Fidenza in data 17 aprile 2004 presso l’Auditorium Multimediale San Michele di Fidenza sul tema “Il Caffè del Lunedì. Un’esperienza del Centro Donatori del Tempo di Como
Relatrice al convegno “I luoghi della cura: nuove risposte ai bisogni del malato di Alzheimer e della sua famiglia” organizzato dalla Casa dell’Anziano Massimo Lagostina e dalla Fondazione Vita Vitalis in data 27 maggio 2006 presso il Centro Polifunzionale Alzheimer, Via Risorgimento, 5, Omegna, sul tema “Il malato demente: lo spazio del fare
Relatrice al convegno Comobrain 2006, 1-6 ottobre 2006, organizzato dall’Ospedale Valduce e dall’Azienda Ospedaliera Sant’Anna di Como, presso Villa Olmo, Como, Sessione “Le demenze”, sul tema “I disturbi del comportamento nelle demenze” (2 ottobre 2006)
Relatrice al convegno “L’importanza del mantenimento della rete sociale dell’anziano per il suo benessere psico-fisico” organizzato dalla Casa di Riposo Maurizio Muller in data 25 novembre 2006 presso il Salone Polivalente della struttura in Via Rosa Franzi 42, Verbania Intra, sul tema “Prendersi cura dell’anziano in difficoltà: quale relazione
Relatrice al convegno “Alzheimer: l’importanza dell’accoglienza e della solidarietà sociale. Esperienze a confronto” organizzato dal Consultorio Disturbi Cognitivi di Fidenza in data 17 aprile 2004 presso l’Auditorium Multimediale San Michele di Fidenza sul tema “Il Caffè del Lunedì. Un’esperienza del Centro Donatori del Tempo di Como
Relatrice al convegno “Alzheimer e terapie psico-sociali: ancora una terra di frontiera?” organizzato dal Centro Donatori del Tempo Onlus di Como in data 14 aprile 2007 presso la Biblioteca Comunale di Como sul tema “Che cosa si può fare con la memoria della persona colpita da demenza” Relatrice al 6° Corso di Riabilitazione Cognitiva del 52° Congresso Nazionale della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, Firenze, 30 novembre 2007, “La riabilitazione in RSA”
Relatrice al convegno Caregiver Day – Il familiare e la narrazione autobiografica, Anziani e non solo, Carpi (Modena) 28 maggio 2016
Relatrice al Forum della Non Autosufficienza – L’anziano, la memoria, i ricordi, Bologna, 28 novembre 2019



Capacità e competenze personali Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali.
Prima lingua
italiana
Altre lingue


inglese e francese
• Capacità di lettura
buono
• Capacità di scrittura
buono
• Capacità di espressione orale
buono
Capacità e competenze relazionali .
svolgere funzioni di supporto psicologico a familiari e persone anziane

competenze comunicative finalizzate alla formazione professionale degli operatori


Capacità e competenze organizzative

competenze di carattere progettuale ed organizzativo per la gestione di servizi residenziali e domiciliari per le persone anziane

tali competenze sono state acquisite e sperimentate nelle esperienze di lavoro
Capacità e competenze tecniche

conoscenza elementare ma operativa di programmi per il computer (videoscrittura e tabelle di calcolo)
Capacità e competenze artistiche Musica, scrittura, disegno ecc.
Altre capacità e competenze Competenze non precedentemente indicate.
Patente o patenti
no

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.