The day after

Daddysitter

Il giorno dopo il turno di daddysitteraggio mi sento sempre piuttosto malconcia. E però stavolta è andata bene. Anzi, benissimo.

Papà mi ha stupito con effetti speciali.

Domenica mattina siamo usciti per la spesa, come facciamo sempre. Di solito andiamo nel supermercato semi-scrauso, stavolta invece abbiamo optato per quello, diciamo così, di lusso. “Ti aspetto qua, mi leggo il giornale”, mi ha detto indicandomi i tavolini del bar chiuso per turno settimanale. Va bene, papà, faccio presto.

Alla cassa me lo sono trovato dietro che armeggiava con il carrello per aiutarmi, come ai vecchi tempi.

Torniamo in macchina. Sto per mettere in moto quand’ecco che lo vedo distendere il giornale sul volante.

“Leggi qua”. “Ah, c’è un concerto in teatro? Bello. Ci vuoi andare? Sei sicuro? Ma a che ora è?”.

“Ehh, nn l sacce a che ora è, ma scine, ci voglio andare, perché è bell, per una volta…

View original post 1.234 altre parole

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.