A. Sicora, ERRORE E APPRENDIMENTO NELLE PROFESSIONI DI AIUTO, Maggioli Editore – Novità aprile 2010 Pagine 218

“Sbagliando s’impara”: perché il noto proverbio non abbia solo valore consolatorio sono necessarie adeguate strategie di stimolo alla trasformazione dell’evento negativo in occasione di miglioramento della qualità delle prestazioni rese.

Collegando la teoria della riflessività alla pratica della riflessività, questo nuovo libro fornisce sia un inquadramento di carattere teorico – arricchito dai risultati di un’indagine condotta nei servizi di nove regioni italiane – sia una serie di strategie utilizzabili individualmente o nell’ambito dell’equipe di lavoro.

Completato dall’appendice giuridica – curata da R. De Piero, Magistrato  sul tema delicatissimo dell’errore e della responsabilità legale dell’operatore, e da tredici tabelle riepilogative, il volume si presenta così organizzato:

1.
L’errore nei servizi alla persona
– Che cos’è l’errore?
– Verso la costruzione di una geografia dell’errore nei servizi alla persona.
– Le conseguenze degli errori degli operatori.

2.
Errori che generano apprendimento, errori che generano danno
– “Scoprire l’America per sbaglio”: perché talvolta serve sbagliare.
– Chi è un “bravo” operatore?
– Gli errori del signor Spock e di Charlie Brown: quando intuito e razionalità traggono in inganno.
– Un “sesto senso” necessario o d’ostacolo alle professioni d’aiuto?
– Utilizzare la totalità di sè stessi nella pratica professionale.

3.
Alla ricerca di strategie di apprendimento dagli errori
– Riflettere per imparare, ma come?
– Narrare i propri errori per scoprirne il significato.
– L’arte di sapersi interrogare: il ciclo della riflessività di Gibbs.
– Scrittura riflessiva e apprendimento dagli errori.
– Strategie di scrittura riflessiva tra analisi e creatività.
– Il giornale di bordo per imparare a navigare tra le bonacce e le tempeste della pratica professionale.

4.
L’apprendimento organizzativo dall’errore
– Se a sbagliare è il collega.
– Le critiche come occasione di apprendimento dall’errore.
– Tecniche assertive per raccogliere critiche utili alla crescita professionale.
– Esprimere valutazioni informali sugli errori dei colleghi per costruire una learning organization.
– Gestione delle “non conformità”, risk management e miglioramento della qualità dei servizi.

5.
Conclusioni
– La “manutenzione” continua degli strumenti professionali nel lavoro d’aiuto tra esigenze tecniche e questioni etiche.

6.
Appendice giuridica
– L’errore nel diritto e la responsabilità degli operatori.


A. Sicora, Assistente sociale, docente universitario di Servizio sociale.

Per ricevere subito
ERRORE E APPRENDIMENTO NELLE PROFESSIONI DI AIUTO
Maggioli Editore – Novità aprile 2010
Pagine 218 – F.to cm. 17×24 – ISBN 5617.1

Blogged with the Flock Browser

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.