Animazione sociale n. 249, 2010

Nell’ultimo numero

Copertina Animazione Sociale Gennaio 2011

intervista
Quei falsi discorsi sul welfare
Perché siamo diventati un Paese scoraggiato davanti alle diseguaglianze
Intervista a Chiara Saraceno a cura di Roberto Camarlinghi e Francesco d’Angella

studi
In nome di che cosa agire per l’altro?
Come la relazione d’aiuto si declina tra logica liberista e logica comunitaria
Michel Autès

prospettive
Con quali parole dire oggi educazione?
Appunti per una ricerca dell’«educarsi» tra generazioni
Franco Floris


Inchiesta del mese

Ci si può affezionare al lavoro sociale?
Il lavoro sociale tra affezioni e passioni
Diritti calpestati e organizzazioni auto-centrate
Il riconoscimento degli operatori nel lavoro
Quali legami tra personale e professionale?
Quale motore di speranza per il futuro?
A cura di Gianni Garena

metodo
Se il minore infrange l’ordine in comunità
Suggestioni per attraversare il «dramma sociale» generandosi al riconoscimento
David Passerini


luoghi&professioni
Luoghi vitali nelle città che cambiano
Nuovi modi per vivere e valorizzare i giardini pubblici
Loris Trevisiol

bazar
punto Guicciardini
discussione
Praticare la grammatica della fantasia Andrea Marchesi
diari Ho visto zingari felici Pino Di Leone
libri Il dialogo come scommessa di cambiamento Mariachiara Giorda
locande Se le strade del gusto portano nel Canavese Alessandro Forneris

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.