Giorgio Napolitano ha affidato all’Avvocato Generale dello Stato l’incarico di rappresentare la Presidenza della Repubblica nel giudizio per conflitto di attribuzione da sollevare dinanzi alla Corte Costituzionale nei confronti della Procura della Repubblica di Palermo per le decisioni che questa ha assunto su intercettazioni di conversazioni telefoniche del Capo dello Stato

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha affidato all’Avvocato Generale dello Stato l’incarico di rappresentare la Presidenza della Repubblica nel giudizio per conflitto di attribuzione da sollevare dinanzi alla Corte Costituzionale nei confronti della Procura della Repubblica di Palermo per le decisioni che questa ha assunto su intercettazioni di conversazioni telefoniche del Capo dello Stato; decisioni che il Presidente ha considerato, anche se riferite a intercettazioni indirette, lesive di prerogative attribuitegli dalla Costituzione.

Alla determinazione di sollevare il conflitto, il Presidente Napolitano è pervenuto ritenendo “dovere del Presidente della Repubblica”, secondo l’insegnamento di Luigi Einaudi, “evitare si pongano, nel suo silenzio o nella inammissibile sua ignoranza dell’occorso, precedenti, grazie ai quali accada o sembri accadere che egli non trasmetta al suo successore immuni da qualsiasi incrinatura le facoltà che la Costituzione gli attribuisce”.

DA Notizia.

 

“Ho trovato indecenti alcune affermazioni nei confronti del presidente Napolitano perché tutti sanno che il Capo dello Stato non ha nessunissima ragione per difendersi personalmente; il presidente Napolitano sta ponendo un quesito alla Corte Costituzionale su un tema delicatissimo che riguarda il rapporto tra potere dello Stato e istituzioni. Credo che tutti quanti abbiamo interesse a vedere applicata la nostra Costituzione e quando c’è un dubbio è giusto che la Corte si esprima. Questo è il senso dell’iniziativa del Presidente, assolutamente da condividere. Voglio credere che il governo rifletta sulla proposta di abolire le festività civili perché è molto opinabile che il problema della produttività e della produzione possa essere affrontato in quei termini. Va ricordato inoltre che alcune festività sono il senso stesso di un Paese: è già un Paese demoralizzato, il nostro, sarà meglio non togliergli qualche tratto della sua fondamentale identità. Stiamo lavorando agli emendamenti s…

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.