“padre” di 71 anni, “madre” di 59 anni. FECONDAZIONE ASSISTITA e ADOZIONE: ” la bambina rappresenta la realizzazione di un processo narcisistico che limita la possibilità di percepirla come un oggetto reale di investimento affettivo”, Corte di Appello di Torino, in La Stampa 25 ottobre 2012

Lo ha stabilito la Corte d’Appello di Torino, che ha confermato la scelta del Tribunale dei Minori, dopo una perizia sulla capacità genitoriale della coppia. Le 32 pagine della sentenza pronunciata dalla Corte presieduta da Rosalia Rinaldi, raccontano una verità giudiziaria diversa da quella vissuta dalla coppia. Il caso è delicato, la storia complessa. Ci sono in ballo emozioni personali ma anche pareri di psichiatri e valutazioni di giudici che da anni si occupano di minorenni. Secondo la perizia consegnata dagli psichiatri Mirella Rostagno e Maurizio Desana alla corte d’appello, la bambina «ha evidenziato un importante livello di sofferenza» per la situazione che si è venuta a creare. Per i genitori «Viola rappresenta la realizzazione di un processo narcisistico che limita la possibilità di percepirla come un oggetto reale di investimento affettivo». «Noi l’amiamo veramente – replica la mamma -, non c’entrano nulla i tanti tentativi di fecondazione assistita». 

….

La Stampa – Padre di 71 anni, madre di 59 “Non possono essere genitori”.

Un commento

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.