IMMIGRAZIONE E POLITICHE MIGRATORIE

Il Censis ha presentato al Cnel il contributo al rapporto Ocse ”International Migration Outlook – Prospettive sulle migrazioni internazionali” 2013

Il Censis ha presentato al Cnel il contributo al rapporto Ocse ”International Migration Outlook – Prospettive sulle migrazioni internazionali” 2013.
Il primo dato evidenziato è che nel 2012 sono diminuiti i permessi di soggiorno rilasciati dall’Italia a cittadini non comunitari. Sono oltre 4 milioni (4.387.721) gli stranieri legalmente residenti sul territorio nazionale, pari al 7,3% della popolazione complessiva, secondo i dati dell’ultimo bilancio demografico.
Se ogni anno, tra il 2008 e il 2010, il loro numero superava quota 500 mila, nel 2012 si sono fermati a 246.760, con una flessione del 25% rispetto al 2011 (331.083) e del 58% rispetto al 2010.
La contrazione è da attribuire in massima parte alla forte diminuzione dei permessi rilasciati per motivi di lavoro.
Piu’ numerosi invece i permessi rilasciati per ricongiungimento familiare: 119.745, pari al 48,5% del totale (43% nel 2011; 30% nel 2010). Il Paese che piu’ ha beneficiato dei permessi di soggiorno nel 2012 e’ la Cina, con 25 mila nuovi permessi pari al 10,1% del totale.
In generale, nel 2012 e’ cresciuto fino al 13,8% (15,6% per le donne, 1,5 punti percentuali in piu’ rispetto al 2011) il tasso di disoccupazione tra i lavoratori nati all’estero (11,6% nel 2011), anche se in valori assoluti il numero di occupati stranieri e’ salito, ”seppure a ritmi piu’ contenuti rispetto al passato”: +2,9%, sfiorando i 3 milioni. A meta’ 2013 gli stranieri che svolgono un’attivita’ imprenditoriale in Italia sono 399.093: +3,6%.
Il numero degli stranieri, negli ultimi 10 anni, e’ cresciuto in media dell’11% all’anno, con un incremento complessivo di quasi 3 milioni di persone.
Dai dati emerge che quasi due terzi degli stranieri vivono nell’Italia settentrionale, soprattutto in Lombardia, dove si concentra il 23,4% dei migranti e l’incidenza della popolazione con cittadinanza non italiana raggiunge il 10,5%. Al contrario, nel Mezzogiorno la presenza di migranti resta su livelli modesti, con circa 615mila stranieri e un’incidenza inferiore al 3% della popolazione.
In coincidenza con l’inizio delle rivolte nei Paesi del Nord Africa, i flussi irregolari verso l’Italia sono cresciuti in maniera considerevole. Sono 62.692 le persone giunte nel corso del 2011, in massima parte provenendo da Libia e Tunisia e sbarcando nell’isola di Lampedusa. Nell’anno precedente lungo le coste italiane erano stati intercettati dalle autorita’ di frontiera soltanto 4.406 migranti.
Il tasso di disoccupazione in Italia cresce anche tra i lavoratori nati all’estero anche se aumenta, in valori assoluti, il numero di occupati. Gli stranieri rappresentano ormai il 13% dell’occupazione nazionale complessiva, con un’incidenza particolarmente elevata nel settore delle costruzioni (21,7%) e in agricoltura (15,9%). Per il 2013 le imprese italiane prevedevano di assumere con contratti non stagionali soltanto 42.960 lavoratori stranieri, il 29% in meno rispetto al 2012 e il 59% in meno rispetto al 2010.

Sempre piu’ imprenditori stranieri. Dai dati elaborati dal Censis sulla situazione italiana a supporto del Rapporto Ocse sull’immigrazione emerge che sono quasi 400 mila (399.093) i cittadini nati all’estero che svolgono un’attivita’ imprenditoriale in Italia alla meta’ del 2013 (+3,6% rispetto all’anno precedente). Si tratta del 12,1% di tutti i titolari d’impresa, quota che raggiunge il 21% nel settore delle costruzioni, il 15,7% nel commercio e il 13,7% nelle attivita’ manifatturiere.

da  newsletter – Regioni.it.

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.