Antisemitismo

Uomini che odiano le donne, La ragazza che giocava con il fuoco, La regina dei castelli di carta, dai thriller nordici di Stieg Larsson, 2009

Uomini che odiano le donneMän som hatar kvinnorSve.Dan.Germ. 2009GENERE: Thrill. DURATA: 152′ VISIONE CONSIGLIATA: GCRITICA: PUBBLICO: 3REGIA: Niels Arden OplevATTORI: Michael Nyqvist, Noomi Rapace, Lena Endre, Sven-Bertil Taube, Peter Haber
Condannato ingiustamente per aver fatto la guerra a grosso uomo d’affari, Mikael Blomkvist è assunto da Henrik Vanger, vecchio patriarca dell’industria ossessionato dalla scomparsa di una adorata nipote 40 anni prima. La sua strada si incrocia con quella di Lisbeth Salander, abilissima hacker, dark dalla scorza dura, vittima di un passato – e un presente – di abusi e violenza. È l’adattamento del 1° libro della trilogia Millennium dello svedese Stieg Larsson, fenomeno editoriale con oltre 65 milioni di copie vendute in 46 paesi del mondo. Seguito da 2 film diretti dallo svedese Daniel Alfredson. Rifatto in USA nel 2012 da David Fincher. Il danese Oplev riproduce (con molti fuori campo e tagli) la violenza del libro: stupri, perversioni d’ogni tipo, neonazismo, antisemitismo. Ne esce l’affresco spietato di una società borghese malata e corrotta, figlia delle politiche eugenetiche della Germania hitleriana. Volti nuovi di bravi attori sconosciuti in Italia. E la fotografia di Erik Kress (con Jens Fischer) rende i colori e l’atmosfera di Stoccolma e dintorni con gelida efficacia. V.M. 14 anni.
AUTORE LETTERARIO: Stieg Larsson

 

Luca Zingaretti presenta il Morandini 2014 a BOLOGNA, sabato 9 novembre, ore 16, Cinema Lumiere.

Questa sera, su La7d ore 23:00, il Morandini vi consiglia: La ragazza che giocava con il fuoco

Condividi in Facebook: Clicca qui se ti piace!

La recensione del film del giorno dal Morandini è disponibile all’indirizzo http://dizionari.zanichellipro.it/film-del-giorno/

La ragazza che giocava con il fuocoFlickan som lekte med eldenSve.Dan.Germ. 2009GENERE: Thrill. DURATA: 127′ VISIONE CONSIGLIATA: GCRITICA: 2,5 PUBBLICO: 3REGIA: Daniel AlfredsonATTORI: Michael Nyqvist, Noomi Rapace, Lena Endre, Per Oscarsson, Sofia Ledarp, Johan Kylén
2° film dalla trilogia Millennium di Stieg Larsson. 2 giornalisti della rivista Millennium di Stoccolma sono uccisi subito dopo aver consegnato un’inchiesta sul mercato svedese del sesso. Gravemente indiziata è la giovane Lisbeth Salander. Il giornalista Mikael Blomkvist, che le è amico, cerca di raggiungerla prima che sia arrestata. Nelle sue indagini deve affrontare diversi pericolosi criminali e scopre il tragico passato della ragazza, diventata un angelo vendicatore dopo essere stata vittima di abusi nell’infanzia e di un sistema corrotto. Scritto da Jonas Frykberg e Ulf Ryberg, il film – come l’omonimo romanzo – ha al centro il traffico di prostitute dai paesi ex socialisti dell’Est europeo, ma presto converge su Blomkvist e Lisbeth, trascurando la dimensione sociologica del precedente. Più che un racconto di investigazione, è un thriller di azione violenta con figure di contorno meno interessanti.
AUTORE LETTERARIO: Stieg Larsson

 

Luca Zingaretti presenta il Morandini 2014 a BOLOGNA, sabato 9 novembre, ore 16, Cinema Lumiere.

Questa notte, su La7d ore 1:20, il Morandini vi consiglia: La regina dei castelli di carta

Condividi in Facebook: Clicca qui se ti piace!

La recensione del film del giorno dal Morandini è disponibile all’indirizzo http://dizionari.zanichellipro.it/film-del-giorno/


La regina dei castelli di cartaLuftslottet som sprängdesSve.Dan.Germ. 2009GENERE: Thrill. DURATA: 148′ VISIONE CONSIGLIATA: GCRITICA: PUBBLICO: 3REGIA: Daniel AlfredsonATTORI: Michael Nyqvist, Noomi Rapace, Annika Hallin, Per Oscarsson, Lena Endre, Peter Andersson
Ricoverata in ospedale dopo il feroce scontro con il padre, Lisbeth Salander è tenuta in isolamento, sia per proteggerla che per impedirle di comunicare: sa troppe cose, è una mina vagante per la Sezione, ramo deviato e criminale della SÄPO (i servizi segreti svedesi), che si riunisce e organizza una tremenda rappresaglia. Mikael Blomkvist, con l’aiuto della sua redazione, di sua sorella avvocato che ha assunto la difesa di Lisbeth, e di un poliziotto non corrotto, trova e denuncia la verità. Terzo e ultimo capitolo della trilogia Millennium, clamoroso caso editoriale il cui autore, lo svedese Larsson, è morto d’infarto prima di poter scrivere gli altri 7 capitoli che aveva in mente. Non è un film che sta in piedi da solo: chi non ha visto i 2 precedenti fatica a seguire e capire la vicenda. Per molti è il più debole dei 3. Certamente è debole il finale, che finale non è. Ma visti i 3 film ci si è fatti un’idea un po’ più precisa della situazione sociale e politica della Svezia di oggi, ci si è goduti 2 buoni thriller e uno discreto. E resta il fatto che raramente si è vista un’attrice aderire con tale perfezione al personaggio di un libro: Noomi Rapace/Lisbeth sarà difficile da dimenticare.
AUTORE LETTERARIO: Stieg Larsson

 

La recensione del film è tratta da:
il Morandini 2013
a cura di Laura Morandini, Luisa Morandini, Morando Morandini
Zanichelli editore

Categorie:Antisemitismo, CINEMA

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...