Assistenti sociali: testi utili per la preparazione dell’esame di stato, a cura del Corso in Servizio sociale della Università di Milano Bicocca, 2014

2014-10-09_124837

tratto da:   Esami di Stato corso in servizio sociale università di Milano Bicocca

 

 

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI MILANO BICOCCA
 
ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL’ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ASSISTENTE SOCIALE

temi estratti a cura del corso in servizio sociale della Università di Milano Bicocca

nel periodo 2001-2013

 
 
ANNO 2001
 
IIª Sessione 2001
 
“Il decadimento della solidarietà sociale rappresenta un grave rischio insito nell’evoluzione delle società postmoderne. Descriva il candidato alcuni aspetti rilevanti per lo sviluppo di azioni di promozione, partecipazione e sostegno anche in riferimento ai nuovi problemi posti dalle formazioni di comunità multietniche e multiculturali”.
ANNO 2002
 
Sessione 2002 Diplomati
 
“Nell’ambito del Welfare mix italiano acquista sempre più rilevanza  la  capacità  dell’assistente sociale di lavorare con gruppi di cittadini in particolare condizione di bisogno o in una fase critica del proprio ciclo di vita. Quale specificità rivestono i gruppi di auto mutuo aiuto? Quale il ruolo e le funzioni dell’assistente sociale?”
Iª Sessione 2002 Laureati
 
Iª Prova scritta
“Alla base del lavoro sociale si pone l’obiettivo di aiutare le persone, i gruppi e la comunità a prendere consapevolezza della loro situazione per attivare le proprie risorse. Descriva il candidato come l’assistente sociale persegua  tale  obiettivo  attraverso  una  specifica  metodologia professionale”.
IIª Prova scritta
La Riforma dell’assistenza tra innovazione e sviluppo dell’assistente sociale: potenziali stimoli alla progettazione e organizzazione di interventi professionali”.
IIª Sessione 2002 Diplomati
 
“Il candidato illustri  il nuovo impulso e la ridefinizione  che il segretariato sociale riceve  dalla recente normativa. Quali possibili implicazioni per l’organizzazione  e l’offerta di servizi sociali”.
IIª Sessione 2002 Laureati
 
“La valutazione degli eventi e dell’intero processo di aiuto è un capitolo rilevante della metodologia professionale dell’assistente sociale. Quali gli aspetti di cui tener conto e che consentono di correggere e recuperare eventuali errori?”
IIª Sessione 2002 Laurea sez. A
 
“La direzione e la gestione di servizi complessi in campo sociale richiede conoscenze e competenze oggi comprese nel profilo professionale dell’assistente sociale specialista. Quali sono – secondo la sua esperienza?”
ANNO 2003
 
Sessione 2003 Diplomati
 
“Il colloquio è uno dei principali strumenti della relazione di aiuto. Illustri il candidato le componenti che ritiene essenziali, facendo particolare riferimento a un settore di intervento in cui abbia avuto modo di sperimentare la propria crescita professionale”.
Iª Sessione 2003 Laureati
 
Iª Prova scritta
lavoro di rete” rappresenta forse il più alto livello di sintesi delle dimensioni che caratterizzano la professione dell’assistente sociale. Esponga il candidato le sue riflessioni sul rapporto fra questo approccio metodologico e l’evoluzione del sistema di offerta connessa alla affermazione del nuovo Welfare comunitario”.
IIª Prova scritta
“Il sostegno alle famiglie è al centro delle più recenti linee di politica sociale e di organizzazione dei servizi sociali.
Delinei  il  candidato  come   tale  affermazione  possa   tradursi   da   parte   del   Servizio  Sociale professionale nel contributo a progetti concreti e a interventi in ambito territoriale”.
IIª Sessione 2003 Diplomati
 
“La recente normativa ha dato nuovo impulso al SEGRETARIATO SOCIALE valorizzandone la funzione dall’interno del sistema di offerta dei servizi.
Il candidato ne analizzi le finalità e la collocazione operatore mediante la formazione di un progetto organizzativo da realizzarsi all0interno di un ente territoriale”.
IIª Sessione 2003 Laureati
 
Iª Prova scritta
“La visita domiciliare, la documentazione finalizzata, la partecipazione a riunioni di servizio  o d’equipe sono alcuni degli strumenti a disposizione dell’Assistente sociale nel trattamento delle situazioni di disagio.
Illustri il candidato, per ciascuno di tali strumenti, gli obiettivi e la collocazione che ciascuno di essi può assumere nella progettazione degli interventi”.
IIª Prova scritta
“In attuazione del principio di sussidiarietà i Comuni sono titolari delle funzioni amministrative concernenti gli interventi sociali e concorrono alle programmazione regionale.
Illustri il candidato il ruolo dell’Assistente Sociale nella programmazione, come strumento per la realizzazione di un sistema integrato di servizi sociali a livello territoriale”.
IIª Sessione 2003 Laurea sez. A
 
Iª Prova scritta
“L’assistente sociale si trova nella pratica professionale a svolgere spesso funzioni e ad assumere responsabilità nella gestione di servizi complessi.
Quali conoscenze e quali competenze sono necessarie in tale dimensione professionale, anche alla luce della sua esperienza professionale?”
IIª Prova scritta
“Nella progettazione di un servizio rivolto a persone senza fissa dimora (art. 28 l. 328/200) evidenzi il candidato quali strategie l’Assistente Sociale deve elaborare ed attuare per integrare le specifiche competenze dei soggetti coinvolti ed evitare il rischio di inopportune sovrapposizioni”.
ANNO 2004
 
Sessione 2004 Diplomati
 
“La relazione di aiuto è un processo tra persone il cui scopo è quello di “abilitare” l’interessato a prendere delle scelte di carattere personale o a risolvere problemi o difficoltà che lo riguardano.
Provi il candidato a delineare la metodologia e gli strumenti specifici del servizio sociale nella lettura della domanda”.
Iª Sessione 2004 Laureati
 
Iª Prova scritta
“La relazione d’aiuto è un processo tra persone il cui scopo è quello di “abilitare” l’interessato a prendere delle scelte di carattere personale o a risolvere problemi o difficoltà che lo riguardano.
Provi il candidato a delineare la metodologia e gli strumenti specifici del servizio sociale nella lettura della domanda”.
IIª Prova scritta
“Il segretariato sociale: un servizio essenziale per la promozione e la garanzia dei diritti e funzione qualificante del servizio professionale.
Analizzando  la  propria  esperienza  di  tirocinio  professionale  dica  il  candidato  se  tale  funzione qualifica e in che modo la professione e il servizio sociale”.
IIª Sessione 2004 Laureati
 
Iª Prova scritta
“La multidimensionalità del disagio del singolo, delle famiglie, della comunità condizionano fortemente la richiesta di intervento sociale: in tale contesto si inserisce l’azione dell’A. S. che è chiamato a predisporre e trovare fili di relazione in nuovi modelli di organizzazione dei servizi.
Dica il candidato quali azioni e percorsi per sostenere il cambiamento”.
IIª Prova scritta
“Il ruolo dell’Assistente sociale, come è noto, comporta differenti serie di doveri, verso gli utenti, la professione, l’ente, la società, che derivano da diverse fonti e possono entrare in conflitto gli uni contro gli altri. Il Codice Deontologico ha lo scopo di sovrintendere tutti queste aree di doveri e, in casi di conflitti, è il suo orientamento ad indicare le proprietà.
Dica il candidato in quali modi il Codice Deontologico che la professione si è voluta  dare costituisca uno strumento di salvaguardia degli interessi e dei diritti dell’utenza”.
ANNO 2005
 
Sessione 2005 Laureati
 
Iª Prova scrittaа
A fronte della relazione esistente tra domanda individuale e sistema d’offerta, il candidato descriva l’approccio metodologico del lavoro di rete con riferimento ad esempi concreti”.
IIª Prova scritta
Immigrazione  e  percorsi  di  inclusione/esclusione.  Il  candidato  descriva  il  quadro  di  politiche sociali e il sistema di offerta che accompagnano questi processi”.
IIª Sessione 2005 Laureati
 
Iª Prova scritta
Lavorare nei gruppi, per i gruppi, con i gruppi: Il candidato descriva, anche alla luce di esempi tratti dall’esperienza, il gruppo quale modalità di lavoro e strumento di intervento dall’assistente sociale per il perseguimento di obiettivi individuali e collettivi”.
IIª Prova scritta
“Facendo riferimento alla normativa vigente, sia a livello nazionale che regionale, il candidato7a esponga come possa essere attivata una efficace integrazione tra soggetti e servizi diversi e quale possa essere l’apporto dell’Assistente Sociale in questo processo”.
ANNO 2006
 
Sessione 2006 Laureati
 
Iª Prova scritta
“Il colloquio di segretariato quale momento che rileva situazioni di disagio sociale.
Il candidato sviluppi gli aspetti metodologici di contesto e le strategie di comunicazione”. IIª Prova scritta
“Il candidato illustri la gestione di una riunione all’interno di un ambito prescelto”.
IIª Sessione 2006 Laureati
 
Iª Prova scritta
“La valutazione nel processo di aiuto. Il candidato illustri le fasi metodologiche e gli strumenti a sua disposizione, descrivendo un contesto, a sua scelta”.
IIª Prova scritta
“Il candidato descriva quali risorse può attivare un assistente sociale del Comune per il sostegno e l’integrazione di minori stranieri”.
Iª Sessione 2006 sez. A
 
Iª Prova scritta
“Il  candidato  sviluppi  il  progetto  di  realizzazione  di  un  servizio  di  assistenza  domiciliare  per anziani: la programmazione, l’utilizzo delle risorse, la gestione del gruppo”.
IIª Prova scritta
“Il candidato sviluppi la progettazione e la realizzazione di azioni a bassa soglia per soggetti adulti gravi emarginati”.
IIª Sessione 2006 sez. A
 
Iª Prova scritta
“In relazione al nuovo ruolo degli Enti Locali e alla molteplicità degli attori presenti nella comunità, il candidato illustri il ruolo dell’assistente sociale nei diversi spazi e livelli operativi”.
IIª Prova scritta
“Il candidato  illustri il processo  di lavoro per la  costruzione  del  regolamento di  un servizio di assistenza domiciliare  di in Comune”.
ANNO 2007
 
Sessione 2007 sez. A
 
Iª Prova scritta
“La progettazione inter-istituzionale è parte fondante del sistema integrato dei servizi socio-sanitari. Descriva la candidata, anche a partire dalla propria esperienza, diretta o indiretta, quali possono essere gli apporti del servizio sociale specialistico”.
IIª Prova scritta
“Aspetti di contenuto nella definizione di un progetto di ricerca sociale sui bisogni della popolazione di un comune in un’area di intervento  a  scelta,  facendo  riferimento  all’esperienza diretta o indiretta”.
Iª Sessione 2007 sez. B
 
Iª Prova scritta
Equipe interprofessionale e progetti personalizzati nei processi di aiuto. L’apporto specifico del Servizio Sociale”.
IIª Prova scritta
Ruolo e funzioni dell’ente locale nel sistema integrato degli interventi in un ambito a scelta del candidato – anche in riferimento alla normativa vigente”.
IIª Sessione 2007 sez. A
 
Iª Prova scritta
“La candidata sviluppi il progetto di realizzazione di un servizio di assistenza domiciliare per anziani: la programmazione, l’utilizzo delle risorse, la gestione dell’equipe”.
IIª Prova scritta
La valutazione dei servizi è sempre più importante nel campo delle politiche sociali specie nel nuovo contesto normativo nazionale e regionale.
Illustri la candidata competenze e metodi della valutazione come occasione di riflessione sulla programmazione e sulla erogazione dei servizi, facendo eventualmente riferimento anche alla propria esperienza”.
IIª Sessione 2007 sez. B
 
Iª Prova scritta
“La relazione d’aiuto nel lavoro dell’Assistente sociale: metodologia e strumenti professionale. La candidata declini tali temi rispetto a un ambito a sua scelta”.
IIª Prova scritta
“Il ruolo del terzo settore, della solidarietà sociale e del volontariato nel sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali previsti dalla legge 328/2000”.
ANNO 2008
 
Sessione 2008 sez. A
 
Iª Prova scritta
“La funzione delle reti di aiuto formali ed informali nella pratica del welfare”. IIª Prova scritta
“Il dirigente del servizio Sociale di un Comune di medie dimensioni chiede ai responsabili di area (Minori – Adulti – Anziani) un report annuale allo scopo di valutare e riprogrammare le attività  per il nuovo anno in previsione di una riduzione di spesa. Il candidato scelga un’area di competenza e tratteggi i contenuti del report”.
Iª Sessione 2008 sez. B Diplomati
 
Prova scritta
Lavoro  di  rete  e  Lavoro  di  equipe:  punti  di  contatto  e  divergenze,  aspetti  metodologici  e professionali”.
Prova pratica
Al servizio Sociale del Comune si presenta una donna di anni 38, in carico al Servizio Psichiatrico. La donna vive con il marito (extracomunitario – etilista) e la figlia di anni 14.
La figlia adolescente ha lasciato gli studi ed è incinta di 2 mesi.
La donna non è più in grado di gestire la complessità della situazione familiare e chiede aiuto all’assistente sociale”.
Il candidati illustri le azioni dell’a. s. in merito al progetto sul caso”.
Iª Sessione 2008 sez. B
 
Iª Prova scritta
“Il  lavoro  di  Rete  come  strumento  della  pianificazione  zonale.  Il  candidato  illustri  gli  aspetti metodologici del lavoro dell’Assistente Sociale”.
IIª Prova scritta
“Il candidato costruisca  un progetto  di intervento sociale su un  tema di  interesse  (es. Anziani, Handicap, Minori) da realizzare in un comune di piccole dimensioni indicando nelle varie fasi di lavoro gli elementi di verifica e di valutazione e collegando, con gli opportuni riferimenti, il ruolo dell’Ente locale nel sistema integrato degli Interventi e dei Servizi Sociali”.
IIª Sessione 2008 sez. A
 
Iª Prova scritta
“Alla  luce   della   più   recente   normativa,   il  candidato   delinei   gli  elementi  che  favoriscono l’integrazione socio–sanitaria nelle diverse aree operative del servizio sociale professionale”.
IIª Prova scritta
“Il/la candito/a sviluppi un progetto di intervento destinato a una fascia di utenza a sua scelta, illustrando: articolazione metodologica del progetto, ruoli degli attori coinvolti all’interno e all’esterno dell’ente, i fattori di successo”.
IIª Sessione 2008 sez. B
Iª Prova scritta
“Il candidato/a illustri quali dei principi dichiarati dal Codice Deontologico della professione di Assistente Sociale costituiscono uno strumento di salvaguardia dei  diritti  degli  interessi dell’utenza”.
IIª Prova scritta
“Le dimissioni protette: ruolo dell’Assistente Sociale in un Servizio territoriale”.
ANNO 2009
 
Sessione 2009 sez. A
 
Iª Prova scritta
Povertà ed esclusione sociale in Italia. Definizioni, misurazione e politiche di contrasto.
IIª Prova scritta
Il Servizio Civile Nazionale, che si svolge su base volontaria, seppur  legato  a  finanziamento disposto dallo Stato, è una risorsa messa a disposizione della comunità locale. Il candidato elabori un progetto riferito ad un Comune di piccole dimensioni da presentare al Piano di Zona, preposto a presentare una richiesta unitaria alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, relativa all’inserimento in un servizio di sua scelta della figure del volontario Servizio Civile Nazionale.
Iª essione 2009 sez. B
 
Iª Prova scritta
Le famiglie sono sottoposte a forti mutamenti strutturali e culturali.
Il candidato illustri come il Servizio Sociale Professionale possa contribuire a realizzare interventi di promozione e di sostegno alle responsabilità familiari.
IIª Prova scritta
Uno dei temi di maggior impatto sociale attualmente è quello delle dipendenze, con particolare riferimento alla fascia giovanile. Il candidato esponga quali sono le  politiche sociali che intervengono a riguardo, e quale il ruolo assegnato al Servizio Sociale Professionale , sia in termini di trattamento che di prevenzione.
IIª Sessione 2009 sez. A
 
Iª Prova scritta
“L’approssimarsi dell’anno europeo per la  lotta alla  povertà e alla  esclusione  sociale  (2010) ha incrementato l’interesse su questo tema.
Il recente LIBRO BIANCO del Ministero del Welfare delinea le politiche di contrasto alla povertà in termini concettuali e di misure concrete.
Il candidato discuta sull’efficacia e le criticità dell’impianto previsto e delinei ipotesi attuative di servizio sociale finalizzate a potenziare l’efficacia degli strumenti e ridurre le criticità individuate”.
IIª Prova scritta
“Il candidato presenti un progetto per un servizio di sua scelta da presentare, in ambito europeo o nazionale, in coerenza con la metodologia della progettazione sociale, riferendosi alle sue  fasi peculiari ed evidenziandone punti di forza e di criticità”.
IIª Sessione 2009 sez. B
 
Iª Prova scritta
“Il candidato illustri le caratteristiche che deve avere la relazione scritta di Servizio Sociale, le modalità attraverso le quali essa si realizza, le implicazioni professionali e deontologiche nell’utilizzo di questo strumento”.
IIª Prova scritta
Tra i nuovi bisogni sociali, oggi la solitudine rappresenta una delle condizioni principali che caratterizza il contesto socio culturale e di vita, soprattutto, delle persone anziane.
Il candidato esponga come si può intervenire in questo ambito, in termini di promozione, prevenzione e sostegno e descriva quale ruolo assume l’assistente sociale in tale processo di azione e di cambiamento a favore di singoli utenti e/o di gruppi, in coerenza con il quadro legislativo- istituzionale e organizzativo”.
ANNO 2010
 
Sessione 2010 sez. A
 
Iª Prova scritta
“Il ruolo della ricerca sociale nella programmazione di un servizio per donne straniere”. IIª Prova scritta
“Un assistente sociale responsabile dell’area anziani in un piccolo comune, intende avviare un progetto finalizzato al sostegno e all’implementazione delle reti informali di supporto: il candidato illustri le varie fasi di lavoro”.
Iª Sessione 2010 sez. B
 
Iª Prova scritta
“Il candidato indichi i riferimenti citati nel codice deontologico in relazione ai diritti degli utenti e alle regole generali di comportamento dell’assistente sociale (Capo I e II)”.
IIª Prova scritta
Le politiche sociali hanno sempre più assunto obiettivi di esternalizzazione dei servizi, all’insegna del principio di economicità da un lato e di rispetto della libertà di scelta da parte dei cittadini dall’altro: il candidato proponga proprie considerazioni e riflessioni”.
IIª Sessione 2010 sez. A
 
Iª Prova scritta
“Il ruolo della valutazione sociale nel servizio sociale professionale”. IIª Prova scritta
“Il candidato sviluppi un progetto di intervento sociale finalizzato a rispondere alle esigenze di contenimento del disagio giovanile in un comune di medie dimensioni, indicando nelle varie fasi di lavoro i soggetti da coinvolgere e gli strumenti da utilizzare”.
IIª Sessione 2010 sez. B
 
Iª Prova scritta
“Illustri il candidato significato e dimensioni del lavoro con i gruppi nell’esercizio professionale”. IIª Prova scritta
“Il candidato illustri le funzioni di un servizio minori e famiglie in un comune di medie dimensioni e i compiti dell’assistente sociale”.
ANNO 2011
 
Sessione 2011 sez. A
 
Iª Prova scritta
“I cambiamenti e le trasformazioni sociali e politiche degli ultimi decenni hanno determinato un progressivo superamento dell’autonomia tra società e comunità. Alla luce di questa premessa, il candidato illustri gli obiettivi che guidano l’organizzazione di Servizi e interventi nel welfare-mix, evidenziandone i criteri e le problematiche”.
IIª Prova scritta
L’assistente sociale specialista che opera nel Dipartimento Dipendenze è chiamata a partecipare alla elaborazione di un progetto di contrasto alla diffusione di nuove sostanze stupefacenti tra la popolazione giovanile all’interno di un Ambito territoriale ben definito.
Quali proposte può avanzare l’assistente sociale specialista?”
Iª Sessione 2011 sez. B
 
Iª Prova scritta
“Considerato che il colloquio professionale di Servizio Sociale è una forma specializzata di comunicazione, descriva il candidato i diversi tipi di colloquio professionale e li colleghi alle fasi del processo metodologico”.
IIª Prova scritta
Considerati il ruolo e le funzioni dell’E.L. nel sistema integrato degli interventi nell’area della disabilità, il candidato illustri il ruolo e le funzioni del servizio sociale nella fase di dimissione da un Servizio di Neuropsichiatria Infantile di un soggetto in procinto di diventare maggiorenne”.
IIª Sessione 2011 sez. A
 
Iª Prova scritta
L’approvazione della 328/00 ha determinato una riorganizzazione dei servizi e delle politiche, con particolare riferimento all’assistente sociale:
Quali sono le implicanze operative e organizzative?” IIª Prova scritta
“L’assistente sociale specialista è chiamata a partecipare all’elaborazione di un progetto di contrasto alla diffusione di nuove dipendenze e/o droghe tra la popolazione giovanile, al’interno di un ambito territoriale ben definito. Quali sono le proposte che può avanzare al riguardo?”
IIª Sessione 2011 sez. B
 
Iª Prova scritta
“Molti sono i cambiamenti demografici in atto nella nostra società.
Il   candidato   ne   individui   uno   in   particolare   e   illustri   le   implicanze   sul   servizio   sociale professionale.”
IIª Prova scritta
“Nell’ambito del sistema dei servizi socio assistenziali e socio-sanitari, si chiede al candidato di individuare le diverse tipologie di servizi attivabili in risposta ai differenti livelli di autosufficienza della persona disabile, specificando poi il ruolo e le funzioni esplicate dall’assistente sociale in relazione alle competenze assegnate al Comune in tale area di intervento.”
ANNO 2012
 
Sessione 2012 sez. A
 
Iª Prova scritta
“Il candidato rifletta sul sistema di protezione dagli eventi critici della vita  (malattia, disoccupazione, vecchiaia) vigente in Italia, suoi punti di forza e di bellezza e come la specificità della professione di assistente sociale si inserisca in tale sistema.”
IIª Prova scritta
Promozione della salute, riduzione del danno e interventi a bassa soglia. Il candidato delinei la progettazione di alcuni interventi per fronteggiare situazioni di emergenza nel campo delle emarginazioni urbane o delle dipendenze.”
Iª Sessione 2012 sez. B
 
Iª Prova scritta
I dati. L’importanza professionale della rendicontazione delle attività.” IIª Prova scritta
In Italia l’immigrazione è un fenomeno più recente rispetto ad altri paesi europei, ma di crescente rilievo. Illustri il/la candidato/a quale impatto questo fenomeno tenda ad avere sulle politiche sociali e sull’organizzazione del servizio sociale.”
IIª Sessione 2012 sez. B
 
Iª Prova scritta
“La diffusione del servizio sociale costituisce una valida condizione per l’evoluzione del paese. Con quali principi, metodi, tecniche professionali l’assistente sociale favorisce questo processo?”
IIª Prova scritta
“Il/la    candidato/a   rifletta   sulle   caratteristiche   del   lavoro   sociale   all’interno   di    servizi multidisciplinari
Iª Sessione 2013 sez. B
 
Iª Prova scritta
Sostegno e controllo: una dicotomia da sempre esistente nel servizio sociale. Il candidato descriva gli elementi caratterizzanti la tematica, indicando gli elementi che garantiscono la  sua  corretta gestione nella relazione d’aiuto”.
IIª Prova scritta
“Il ruolo del terzo settore nel sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali previsti dalla legge 328/2000”.
Iª Sessione 2013 sez. A
 
Iª Prova scritta
Valutazione della qualità e dell’efficacia nelle politiche sociali odierne. Il candidato illustri teorie e metodi, delineando altresì i principali temi del dibattito e l’impatto sulla  pianificazione, organizzazione e gestione dei servizi”.
IIª Prova scritta
“Siete chiamati a redigere la stesura di un protocollo d’intesa tra i diversi soggetti coinvolti nella realizzazione di dimissioni protette di anziani a rischio sociale e sanitario. Il candidato descriva i principali punti di attenzione, le caratteristiche del protocollo e definisca le funzioni degli attori coinvolti.”

 

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.