Il Futuro del Lavoro, articolo in ISPI | ESSAY, 30 settembre 2019

alcuni estratti del rapporto: 
Il dibattito sulla “fine del lavoro” inizia da lontano e si ripete ciclicamente. Di disoccupazione tecnologica, in particolare, hanno parlato quasi tutti gli economisti classici, da David Ricardo a Karl Marx a John Maynard Keynes, che nelle “Prospettive economiche per i nostri nipoti” prevedeva settimane lavorative di quindici ore. Oggi sono al lavoro non solo i nipoti, ma anche i bisnipoti di Keynes ed è difficile trovare qualcuno con settimane lavorative di così poche ore.
Quindi non dovremmo preoccuparci, o la rivoluzione tecnologica cambierà davvero tutto? Quali sono i lavori a rischio? Quali, invece, i nuovi lavori che si creeranno? Che impatto avranno questi cambiamenti sulle economie dei paesi e sulle relazioni internazionali?
….
Numeri più precisi ci arrivano poi dal Bureau of Labor Statistics americano che nell’ultima proiezione al 2028 vede una crescita di 305mila lavoratori nel settore dell’assistenza sanitaria domestica e di 881mila nell’assistenza personale

Pensiamo alle occupazioni nei servizi alla persona, assistenza agli anziani, ai bambini, settori per i quali l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) stima una crescita globale di occupati di 269 milioni tra il 2015 e il 2030. Aumenteranno gli addetti ai servizi di sicurezza, alle pulizie, alla ristorazione.

Si tratta di lavori che non scompariranno nel futuro prossimo e che anzi aumenteranno a causa dei cambiamenti demografici e a causa della tecnologia stessa.

vai all’intero articolo

Il Futuro del Lavoro – ISPI | ESSAY

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.