WELFORUM, indice del 25 marzo 2020

25 marzo 2020
welforum.it welforum.it
Facebook Twitter Linkedin
Welforum è attivo più che mai in questo periodo, con la pubblicazione di articoli sia legati all’emergenza Coronavirus, sia relativamente ad altre tematiche che desideriamo continuare a seguire anche in questo contesto d’emergenza. Questa newsletter monografica presenta, oltre agli articoli sull’emergenza in atto, anche quattro importanti schede che quotidianamente aggiorniamo. Le segnalazioni su questo tema sono infatti raccolte in tali schede.
Solitudini
Sergio Pasquinelli

Ci sono i bambini e i ragazzi che non vanno più a scuola (in Lombardia da un mese), c’è chi è a casa senza lavoro e si chiede se lo riavrà, c’è chi è in quarantena e vive giornate buie di attesa, ci sono i genitori single con figli piccoli, c’è chi non ha un tetto dove dormire, dove stare, ci sono le persone con disabilità che vedono chiusi i servizi che frequentavano, ci sono gli anziani soli. È stato detto che il distanziamento sociale ci sta rendendo tutti un po’ più uguali. Mica tanto vero. Queste condizioni sembrano dimostrare il contrario. Perché divaricano chi ha risorse di cura, educazione, relazione da chi non ne ha.

Altre politiche

Un nuovo “farmaco”: il comportamento sociale
Cesare Cislaghi

Per tanti anni abbiamo commentato e denunciato la medicalizzazione del disagio sociale (pensiamo all’uso sempre crescente di ansiolitici e di antidepressivi o, in passato, alla psichiatrizzazione del dissenso). Per molti  problemi sociali, si era trovata una “medicina” creando così un “biopotere” sui molti aspetti del sociale. Oggi per una criticità di un pericolo che nasce e si sviluppa solo nel “bios” non ci sono invece delle possibili medicine, né preventive nè curative, e l’unica terapia collettiva possibile sono i comportamenti sociali.  LEGGI > 

Terzo settore

L’importanza di preservare l’infrastruttura sociale del paese
Carlo Borzaga

In questi giorni, accanto all’angoscia per la diffusione del Covid-19 e per le conseguenze sulla salute delle persone, è iniziata un’altra partita, quella delle azioni da intraprendere per limitare l’impatto economico e sociale del virus e delle misure che si rendono necessarie per contrastare una recessione economica che rischia di essere devastante. Mentre a livello europeo e mondiale inizia a emergere un certo consenso sulla necessità di un massiccio e coordinato intervento pubblico che metta in campo un’entità di risorse che non avrà probabilmente pari nella storia, con il DL 18/2020, meglio conosciuto come “Cura Italia”, anche il Governo italiano ha compiuto un primo passo in questa direzione.  LEGGI > 

Politiche e governo del welfare

Qualche riflessione e proposta sul decreto legge “Cura Italia”
Maurizio Motta

Il Decreto “Cura Italia” contiene una serie di misure di sostegno per fronteggiare le difficoltà economiche derivanti dal Coronavirus. Di seguito si propongono sia esigenze di chiarimento che possibili proposte rispetto al testo del decreto, considerando che deve muoversi tenendo presente contestualmente due difficili orizzonti: rendere efficaci gli interventi con rapidità, ed evitare che non riescano ad accedervi le persone/famiglie più deboli. Richiamiamo qui alcuni articoli del decreto raggruppandoli intorno a diverse tematiche.  LEGGI > 

Famiglia, infanzia e adolescenza

Famiglie diseguali, anche di fronte al virus
Stefania Sabatinelli

L’emergenza Covid-19 ha mutato rapidamente e profondamente consolidate abitudini e prassi organizzative delle famiglie italiane. Come sempre, la crisi esaspera le disuguaglianze sociali esistenti, mettendo a rischio soprattutto i bambini e i ragazzi più svantaggiati.  LEGGI > 

Professioni sociali

Considerazioni provvisorie sull’operare nei servizi sociali ai tempi del coronavirus
Cristiana Pregno

In questi giorni terribili la fragilità umana è sotto gli occhi di tutti, ripetuta e ripetuta con il numero dei letti di terapia intensiva occupati, con il numero dei morti ed anche, per fortuna, con il numero dei guariti. In questo scenario, chi opera nel sociale come può mettersi a disposizione? Non si può continuare con le stesse modalità di sempre, questo è ovvio, bisogna contemperare la tutela della salute pubblica con la tutela della salute dei lavoratori con la vicinanza alle persone. Una sfida inedita, mai sperimentata.  LEGGI > 

Terzo settore

L’impresa sociale di fronte all’emergenza
Laura Bongiovanni

Come stanno reagendo le imprese sociali all’emergenza in atto? Sui media di settore si sono lette molte dichiarazioni di rappresentanti del Terzo settore e della cooperazione sociale che evidenziano con allarme le possibili conseguenze di questa situazione sulle imprese e sui lavoratori; e queste fatiche costituiscono senz’altro un aspetto caratterizzante della fase che stiamo vivendo.  LEGGI > 

Altre politiche

Morire di fattanza al tempo del siamo tutti reclusi
Anna Paola Lacatena

Sono almeno 26 le rivolte nelle carceri italiane consumatesi nel giro di 48 ore dove si sono verificati gravi incidenti. Si contano dodici morti, decine di detenuti evasi a Foggia, sommosse a Modena, all’Ucciardone, a San Vittore, Rebibbia e Regina Coeli. In Basilicata, a Melfi agenti di custodia e sanitari son o stati presi in ostaggio dai rivoltosi. Ciò che ha scatenato il caos è stata per l’opinione pubblica la decisione del Ministero della Giustizia di sospendere dal 9 al 22 marzo 2020 i colloqui con i congiunti o con altre persone cui hanno diritto i condannati, gli internati e gli imputati.  LEGGI > 

Terzo settore

Cura Italia: i provvedimenti che riguardano il Terzo settore
Gianfranco Marocchi

Sono numerose in questi giorni le disposizioni dei provvedimenti di contrasto alla diffusione del Covid-19 che toccano aspetti relativi al Terzo settore, in particolare contenute nel DL 18/2020 del 17 marzo 2020, “Misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”. Si prova di seguito a offrire una panoramica ragionata a partire dalle criticità evidenziate nei giorni scorsi LEGGI > 

Covid-19: rassegna normativa
 

In questa scheda riportiamo i principali provvedimenti normativi presi dal Governo per contenere e contrastare l’emergenza sanitaria legata alla diffusione del virus Covid-19 nel nostro Paese, decretata dal Consiglio dei Ministri il 31 gennaio 2020, nonchè normativa specifica relativa a determinati settori.  LEGGI > 

Covid-19: dati nazionali ed internazionali
 

Per un aggiornamento continuo sui dati relativi all’emergenza Coronavirus, riportiamo in questa scheda i link a tre fonti che ci sembrano particolarmente significative, utili e importanti: l’Istituto Superiore di Sanità, l’Associazione Gimbe e, a livello mondiale, la Johns Hopkins University.  LEGGI > 

Covid-19: prese di posizione
 

Riportiamo di seguito alcune prese di posizione da parte di esperti, associazioni e parti sociali rispetto alle implicazioni che l’emergenza Coronavirus sta avendo su temi prettamente sociali, quali infanzia, disabilità, terzo settore, grave marginalità e carcere – solo per citarne alcuni – e sulla tutela dei diritti.  LEGGI > 

Covid-19: punti di vista
 

Da quando il Consiglio dei Ministri ha decretato l’emergenza sanitaria legata alla diffusione del virus Covid-19 nel nostro Paese, abbiamo assistito al proliferare di notizie e opinioni sul tema. Riportiamo di seguito alcuni articoli che esprimono le voci autorevoli di esperti e studiosi che stanno analizzando questa nuova emergenza dal punto di vista sanitario e sociale.  LEGGI > 

Lascia un Commento se vuoi contribuire al contenuto della informazione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.